A settembre arriverà nella piazza di Betlemme.

Polenta… in misione!

06/07/2000 in Curiosità
Di Luca Delpozzo
Paolo Tagliente

Chi l’avrebbe mai det­to che la polen­ta, umile cibo con­tadi­no, un giorno avrebbe avu­to anche un pic­co­lo ruo­lo nel proces­so di pace che la comu­nità inter­nazionale sta pro­muoven­do in ter­ra di Palesti­na e Israele? Eppure è così e, a set­tem­bre, la “bion­da” sbarcherà a Betlemme.A fare da ambas­ci­a­tori — chi meglio di loro? — saran­no i volon­tari del «Comi­ta­to polen­ta e mor­tadel­la» di Varone che, dal 2 al 9 set­tem­bre prossi­mi, dis­tribuiran­no fette di polente, spez­zati­no e for­mag­gi tren­ti­ni nel­la piaz­za prin­ci­pale del­la cit­tà dove nacque Gesù. I maestri polen­tari rivani avran­no, infat­ti, l’onore di rap­p­re­sentare il set­tore gas­tro­nom­i­co del­la provin­cia di Tren­to nel­l’am­bito del­l’inizia­ti­va “Una set­ti­mana per la pace in Pales­tine e Israele” volu­ta dal­la stes­sa Provin­cia, dal­l’as­so­ci­azione «Comu­ni tren­ti­ni per la pace» e dal «Comi­ta­to nazionale enti locali per la pace». Durante quei sette giorni, oltre a dis­tribuire polen­ta prepara­ta al momen­to e polen­ta “brus­to­la­da”, ver­ran­no anche date dimostrazioni pratiche ad israeliani e palesti­ne­si di come preparare il piat­to base del­la tradizione trenti­na. A com­porre la del­egazione, insieme ai garde­sani, ci sarà anche il coro S. Ilario e il grup­po musi­cale di Tren­to «Tabesco» che si esi­birà a Betlemme, Gerusalemme e Gaza. La task-force culi­nar­ia — che pre­par­erà e dis­tribuirà almeno 3mila porzioni — sarà com­pos­ta da Leonar­do Rosà, Anto­nio Miorel­li, Mau­ro Lar­en­tis, Dani­lo Miaro­ma e Car­lo Zuc­chel­li e la fari­na gial­la sarà offer­ta dal Muli­no Pel­le­gri­ni. Una spedi­zione, quel­la Varonese, che seguirà di un paio di mesi l’ul­ti­mo, grande suc­ces­so dei maestri del «Comi­ta­to polen­ta e mor­tadel­la», fres­chi reduci dal 5º raduno nazionale «Polen­tari d’I­talia», svoltosi a fine giug­no a Cas­tel di Tora, in provin­cia di Rieti. In quel­l’oc­ca­sione, insieme ad altri 12 team di polen­tari prove­ni­en­ti da ogni ango­lo d’I­talia, i fuori­classe rivani (Dani­lo Miaro­ma, Giuseppe Gen­ta, Ser­gio Roz­za, Mar­co Vivaldel­li, Car­lo Zuc­chel­li, Francesco Bono­ra, Arman­do Omez­zol­li ed Ettore Egi­di) han­no dato modo alle migli­a­ia di per­sone che sono inter­venute alla man­i­fes­tazione reati­na di gustare la polen­ta prepara­ta “alla trenti­na”, riscuo­ten­do un suc­ces­so tale da vin­cere l’estem­po­ranea gara indet­ta dai gior­nal­isti del­la sede Rai del Lazio. Dal­l’indagine man­da­ta in onda durante il tele­gior­nale regionale, infat­ti, la polen­ta di Varone ha riscos­so il mag­gior numero di con­sen­si. Ora, dopo ques­ta sod­dis­fazione, tut­ti pron­ti per volare in Medio Ori­ente e chissà che intorno ad una bel­la polen­ta non si crei il cli­ma ide­ale per portare avan­ti il dial­o­go…