Dal 28 al 31 maggio la 61a edizione. Al centro del programma il concorso enologico nazionale della Doc Garda Classico, in una quattro giorni completamente dedicati alle eccellenze enoiche della Valtènesi e ai sapori del territorio. La Corte degli Assaggi diventa spazio istituzionale del Consorzio Garda Classico. Il 31 la quarta edizione del premio giornalistico “El Torcol”, assegnataa allo svizzero Andreas März della rivista specializzata “Merum”.

Polpenazze Fiera, in vetrina i sapori e il terroir della Valtènesi

Di Luca Delpozzo

 E’ par­ti­to il con­to alla roves­cia per la più popo­lare fra le man­i­fes­tazioni enogas­tro­nomiche garde­sane: dal 28 al 31 mag­gio 2010 tor­na infat­ti in sce­na la Fiera del Gar­da Clas­si­co Doc di Polpe­nazze del Gar­da (Bs), sen­za dub­bio la più anti­ca e conosci­u­ta vet­ri­na del­la pro­duzione vitivini­co­la del­la Valtè­ne­si. Taglia­to lo scor­so anno il tra­guar­do del ses­san­tes­i­mo com­plean­no, la man­i­fes­tazione riparte con­fer­man­do e raf­forzan­do una for­mu­la di rin­no­va­men­to che nelle ultime edi­zioni ha dato risul­tati di grande rilie­vo sia in ter­mi­ni di qual­i­fi­cazione che di pre­sen­ze.  Anche quest’anno quin­di la Fiera si con­fig­ur­erà come un vero e pro­prio cir­cuito del gus­to che con­sen­tirà di appro­fondire la conoscen­za dei vini del­la Valtè­ne­si in abbina­men­to ai sapori tipici.“Il nos­tro obbi­et­ti­vo pri­mario rimane quel­lo di essere una vet­ri­na autorev­ole del ter­ri­to­rio e delle sue pro­duzioni  – spie­ga il pres­i­dente del­la Fiera, nonché sin­da­co di Polpe­nazze Giuseppe Tur­ri­na-. Pen­si­amo da sem­pre che l’esperienza sen­so­ri­ale diret­ta sia in fon­do la più impor­tante ed effi­cace for­ma di promozione”.Evento ormai stori­co, ma che ha saputo aggiornar­si alle nuove ten­den­ze del gus­to, la Fiera è dal 2006 sede uffi­ciale del con­cor­so eno­logi­co nazionale del­la Doc Gar­da Clas­si­co isti­tu­ito dal Min­is­tero per le Politiche Agri­cole, che anche quest’anno asseg­n­erà la qual­i­fi­ca di Vino Eccel­lente (si attribuisce ai vini con pun­teg­gio pari o supe­ri­ore a 85/100) ai migliori vini del com­pren­so­rio: sono 74 le etichette in con­cor­so quest’anno, con prevalen­za net­ta del  e soprat­tut­to dei Rossi del­la Valtè­ne­si, che cos­ti­tu­is­cono i pro­totipi del­la nuo­va Doc Valtè­ne­si, approva­ta dai soci del Con­sorzio e des­ti­na­ta a con­cretiz­zarsi con ogni prob­a­bil­ità con la del 2011. I con­suma­tori potran­no degustare i vini con sac­ca e bic­chiere, medi­ante l’acquisto di un coupon da 10 euro che darà dirit­to a cinque degus­tazioni a scelta scelte tra le 19 aziende pre­sen­ti in fiera. Assag­gi di saran­no disponi­bili lun­go il per­cor­so e non mancherà La Piazzetta del Bio­logi­co, uno spazio ded­i­ca­to ai sem­pre più numerosi pro­dut­tori che han­no scel­to il bio come alter­na­ti­va in una ter­ra dove è già bio­logi­co il 25% del vigne­to iscrit­to all’albo.La Corte degli Assag­gi, quest’anno, diven­terà lo spazio isti­tuzionale e di rap­p­re­sen­tan­za del Con­sorzio Gar­da Clas­si­co: ospiterà degus­tazioni gui­date e com­para­te dei vini vinci­tori del­la Fiera (6 euro) ma anche spe­ciali degus­tazioni ded­i­cate alla sper­i­men­tazione sui Rossi del­la Valtè­ne­si. Torner­an­no inoltre gli abit­u­ali con­cor­si interni alla Fiera ded­i­cati all’olio extravergine di oli­va Gar­da Dop e al miglior salame del­la Valtè­ne­si, e nel­lo spazio ris­torazione in piaz­za si servirà il tradizionale spiedo garde­sano. Lunedì 31, a Vil­la Avanzi, il ban­co d’assaggio delle etichette vincitri­ci del Con­cor­so Eno­logi­co e l’assegnazione del­la quar­ta edi­zione del pre­mio gior­nal­is­ti­co ded­i­ca­to agli oper­a­tori dell’informazione e avente come sim­bo­lo il “tor­col”, ovvero il tor­chio di anti­ca tradizione garde­sana. Le prime tre edi­zioni sono andate a Bruno Gam­ba­cor­ta di Raidue (Eat Parade), a Gian­michele Portieri del Gior­nale di Bres­cia e a Rena­to Andreo­las­si di Raitre. Quest’anno la scelta è cadu­ta sul­lo svizze­ro Andreas März, capore­dat­tore del­la riv­ista di lin­gua tedesca “Merum”, spe­cial­iz­za­ta nel­la cul­tura dell’olio e del vino ital­iani. Il pre­mio ver­rà asseg­na­to a coro­n­a­men­to di un talk show ded­i­ca­to a tur­is­mo inter­nazionale ed enogas­trono­mia del­la Valtè­ne­si, cui parteciper­an­no gior­nal­isti stranieri ed oper­a­tori del set­tore.