Per il sesto anno Polpenazze si aggiudica il Palio delle Botti mettendo in fila i padroni di casa di Puegnago seguiti da San Felice e Moniga.

Polpenazze si aggiudica il 10° Palio delle Botti

Di Luca Delpozzo

Per il ses­to anno Polpe­nazze si aggiu­di­ca il Palio delle Bot­ti met­ten­do in fila i padroni di casa di Pueg­na­go segui­ti da San Felice e Moni­ga. Una gara quel­la dell’altra sera domeni­ca entu­si­as­mante ed avvin­cente per lo spir­i­to sporti­vo con cui le quat­tro squadre val­te­niesi han­no dimostra­to di vivere ques­ta com­pe­tizione che cer­ta­mente con è, fra quelle sportive esisten­ti, quelle fra le più facili. E soprat­tut­to a Pueg­na­go dove il per­cor­so risul­ta­va assai insidioso e “duro” con una lun­ga disce­sa in cui le bot­ti anda­vano con­trol­late in veloc­ità a cui segui­va una rip­i­da e stret­ta sali­ta, quel­la “del volto”, che por­ta alla piaz­za comu­nale e poi, ulti­mo stac­co, ver­so il tra­guar­do pos­to di fronte alla chiesa par­roc­chiale. Ai lati di tut­to il per­cor­so una fol­la stra­boc­chev­ole che inci­ta­va tut­ti, indis­tin­ta­mente, i parte­ci­pan­ti. Alla fine ha vin­to, come det­to. Polpe­nazze, che ha sem­pre man­tenu­to la pri­ma posizione acquisi­ta con le prove cronome­trate di ven­erdì, valide per la definizione del­la Poole Posi­tion, come in For­mu­la Uno; dietro, rispec­chi­an­do l’ordine di parten­za, le altre squadre. Polpe­nazze con ques­ta vit­to­ria si aggiu­di­ca defin­i­ti­va­mente, e per la sec­on­da vol­ta, il palio che ver­rà espos­to a fian­co del prece­dente, nel­la sala con­sil­iare. Al Lions Club Gar­da Valte­n­e­si, che dieci anni orsono isti­tuì ques­ta sin­go­lare com­pe­tizione, il com­pi­to di prepararne un altro per la prossi­ma edi­zione, la undices­i­ma in ordine crono­log­i­ca, che si dis­put­erà a San Felice del Bena­co nel cor­so dell’estate prossi­ma. Da ricor­dare che un altro Palio se lo è aggiu­di­ca­to defin­i­ti­va­mente anche a Pueg­na­go che di edi­zioni ne ha vinte 3 men­tre una vit­to­ria, la pri­ma del­la sto­ria del Palio delle Bot­ti del­la Valte­n­e­si, è anda­ta a Maner­ba del Gar­da che diede inizio, con la pri­ma edi­zione, a ques­ta man­i­fes­tazione. “Uni­co ram­mari­co – ha affer­ma­to il “padre” di questo Palio, Cosi­mo Por­ret­ti – è vedere la man­can­za di alcu­ni comu­ni nonos­tante gli incen­tivi che il nos­tro Lions Club mette a dis­po­sizione per invogliare e sostenere la parte­ci­pazione. Spe­ri­amo si trat­ti di un peri­o­do di stan­ca che ven­ga super­a­to il prossi­mo anno, per l’undicesima edi­zione, di San felice del Bena­co”. Infine vale la pen­na di ricor­dare i com­po­nen­ti di ques­ta squadra che si è impos­ta anche al recente meet­ing inter­nazionale di But­trio (UD), sbaraglian­do tut­ti gli avver­sari con­qui­s­tan­done il tito­lo: Rober­to Tono­li, Patrik Fer­rari, Elio Fer­rari, Mas­si­mo Malacri­da, Luca Ribel­li. Per la Fiera, 25° edi­zione, da sot­to­lin­eare il grande suc­ces­so ottenu­to in tut­ti i set­tori pre­sen­ti, dai vini agli oli extravergine, al miele, alla cuci­na con spiedo a volon­tà, e purtrop­po fino ad esauri­men­to, e alle grappe i cui spazi, allesti­ti nelle vec­chie can­tine del palaz­zo Tebal­di­ni (con grande pos­si­bil­ità di diventare futu­ra sede comu­nale), sono sta­ti let­teral­mente pre­si in con­tin­uo assalto: le grappe in degus­tazione, nel con­cor­so Alam­bic­co del Gar­da — 2° edi­zione — cura­to dall’ANAG di Bres­cia, era­no 269!. Grande lavoro anche per la giuria che dove­va procla­mare, fra i 6 parte­ci­pan­ti, il vinci­tore del con­cor­so degli spie­di vin­to dall’agriturismo Tre­visani di Puegnago.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti