Le prossime iniziative culturali pubbliche. E la «Giornata della memoria» si terrà il 14 febbraio

Pomeriggi musicali si parte con Verdi

27/01/2006 in Manifestazioni
Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Il vicesin­da­co di Salò, Gualtiero Comi­ni, ha pre­sen­ta­to le prossime inizia­tive dell’ asses­so­ra­to alla Cul­tura e pub­bli­ca istruzione, da lui stes­so guida­to. POMERIGGI MUSICALI. Domeni­ca 29 gen­naio (ore 17, salone del­la Domus, a fian­co del Duo­mo, ingres­so libero) ripren­der­an­no i «Pomerig­gi musi­cali», dopo l’in­ter­ruzione dovu­ta alla fes­tiv­ità natal­izie. La chi­tar­rista Anna Vez­zani e il tenore Gre­go­rio Pedri­ni pro­por­ran­no brani di Ver­di, Gluck, Leon­cav­al­lo e Mertz. Il 5 feb­braio Albert (voce) e Fer­nan­do Tavolaro (chi­tar­ra) faran­no gustare melodie e tanghi argen­ti­ni. Il 12 feb­braio Luciano Bertoli (voce recitante) e Alber­to Cavoli (pianoforte) dedicher­an­no il pomerig­gio alle musiche di Mozart. L’idea è del criti­co Enri­co Rag­gi. Il 19 feb­braio Simone Man­cu­so (per­cus­sioni) e Michele Marel­li (ance) pre­sen­ter­an­no musiche di Stock­hausen, Davis e Bach. Chiusura il 5 mar­zo con Nobuhiko Asae­da (vio­li­no) e Ger­ar­do Chi­mi­ni (pianoforte), sulle note di Beethoven e Schu­mann. Per ulte­ri­ori infor­mazioni si potrà con­tattare, sul sito Inter­net mu.sa@bresciaonline.it, l’as­so­ci­azione gui­da­ta dal mae­stro Luca Luci­ni, che ha allesti­to un pro­gram­ma «per sod­dis­fare tut­ti i gusti del pub­bli­co». CIVICA RACCOLTA. I dis­eg­ni del­la Civi­ca Rac­col­ta andran­no in trasfer­ta. Dal 2 al 26 feb­braio saran­no infat­ti esposti al del­la Per­ma­nente di , in via Fil­ip­po Turati 34 (da mart­edì a ven­erdì orario 10–13 e 14.30–18.30, saba­to e fes­tivi 10–18.30, chiu­so il lunedì). La mostra, inti­to­la­ta «Silen­zio e splen­dore del seg­no», è sta­ta volu­ta dal Comune e dal­la Provin­cia di Bres­cia per val­oriz­zare l’or­mai ven­ten­nale attiv­ità del­la collezione garde­sana, che con­tiene sei­cen­to dis­eg­ni di 350 artisti del­l’età con­tem­po­ranea. Per l’oc­ca­sione sono state selezion­ate una novan­ti­na di opere di: Accar­di, Afro, Arcan­ge­lo, Aricò, Bay, Bar­toli­ni, Boet­ti, Brog­gi­ni, Cagli, Capogrossi, Chigh­ine, De Pisis, Fontana, For­gi­oli, Francese, Ghin­zani, Gno­li, Guc­cione, Lam, Lici­ni, Mel­oni, Melot­ti, Mor­lot­ti, Muc­chi, Music, Pepe, Peverel­li, Poz­za­ti, Romagnoni, Schi­fano, Sironi, Stag­no­li, Tadi­ni, Tam­buri, Vaglieri, Vago, Ver­na, Zan­ca­naro. MOSTRA FOTOGRAFICA. Il 4 feb­braio, ore 10.30, nel salone del­la Domus, alla pre­sen­za degli stu­den­ti delle scuole supe­ri­ori locali, sarà inau­gu­ra­ta la mostra fotografi­ca riguardante il grup­po di resisten­za paci­fi­ca «Le api», com­pos­to da cat­toli­ci del­la comu­nità di X’oyep, in Chi­a­pas (Mes­si­co). Alla con­feren­za di Gabriel­la Cit­roni, ricer­ca­trice di dirit­to inter­nazionale del­l’ di Milano-Bic­oc­ca, inter­ver­ran­no il doc­u­men­tarista Fed­eri­co Quin­tana Osuna, il pit­tore Ale­jan­dro Cabr­era Lara (entram­bi fotografi) e la soci­olo­ga Maria de Lour­des Pacheco Cama­ra. Le 30 immag­i­ni, for­ma­to 40 x 60 cen­timetri, inten­dono doc­u­mentare la vita quo­tid­i­ana di ques­ta comu­nità indi­ge­na di 198 abi­tan­ti, che nel peri­o­do tra il 1998 e il 2001 ha ospi­ta­to 1.900 sfol­lati in segui­to a un mas­sacro per­pe­tra­to da fanati­ci appog­giati dal­l’e­serci­to mes­si­cano. La mostra rimar­rà aper­ta fino al 18 feb­braio (tut­ti i giorni dalle 10 alle 12, il saba­to e la domeni­ca anche dalle 15 alle 18). Si accettano preno­tazioni delle sco­laresche. GIORNATA DELLA MEMORIA. Per quan­to riguar­da la «Gior­na­ta del­la memo­ria» si ter­rà mart­edì 14 feb­braio anzichè oggi. Alle ore 10.30, nel­l’au­di­to­ri­um del Liceo Enri­co Fer­mi a Cam­pov­erde, Lil­iana Pic­ciot­to Far­gion, esper­ta di sto­ria del­la Shoah, col­lab­o­ra­trice del Cdec, il cen­tro di doc­u­men­tazione di Milano, ter­rà una relazione su «Gli ebrei sot­to la Repub­bli­ca sociale ital­iana di Ben­i­to Mus­soli­ni e l’oc­cu­pazione tedesca». La «Gior­na­ta del ricor­do» si svol­gerà invece lunedì 27 feb­braio, e non ven­erdì 10, sem­pre al «Fer­mi» alle 10.30. Inter­ver­rà Luciano Rubessa, pres­i­dente del­la Asso­ci­azione esuli istri­ano-dal­mati. Cesare Morsta­bili­ni pre­sen­terà 480 dia­pos­i­tive sulle grotte car­siche e sul dram­ma dei profughi. A mez­zo­giorno si inau­gur­erà uffi­cial­mente via «Mar­tiri delle foibe» che, dal­la stra­da provin­ciale, con­duce al nuo­vo Liceo.

Parole chiave: - - -