Il bilancio del Comune prevede investimenti per quasi 5 milioni nel 2004 Foglio: «Troppe vendite e debiti». Elena: «Sono a fondo perduto»

Porto e piscina, si comincia

04/01/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Ristrut­turazionee manuten­zione stra­or­di­nar­ia di fab­bri­cati di pro­pri­età per 1 mil­ione e 707 mila euro, degli impianti sportivi per 670 mila, costruzione del pri­mo lot­to del por­to (720 mila), del­la pisci­na scop­er­ta, prob­a­bil­mente in fon­do al vialone (500 mila), sis­temazione e arreda­men­to di piazze (520 mila), acque­dot­to, fog­na­ture e iso­la eco­log­i­ca al Bersaglio (462 mila). Sono queste le voci più con­sis­ten­ti inserite nel pre­ven­ti­vo 2004 di Toscolano Mader­no, per un totale inves­ti­men­ti di 4 mil­ioni 912 mila euro. Nel 2005 saran­no anco­ra di più (8,5 mil­ioni) e, nel 2006, 6 mil­ioni e 129 mila. Ricor­diamo che le elezioni si sono svolte la scor­sa pri­mav­era, di con­seguen­za non si trat­ta di un doc­u­men­to di fine manda­to. Le opere ver­ran­no finanzi­ate con fon­di Frisl (per 1 mil­ione e 875 mila euro); con­tribu­ti del­la Regione (402 mila) e dagli organ­is­mi comu­ni­tari, in base alla legge Obi­et­ti­vo 2, a van­tag­gio delle aree depresse (1 mil­ione e 215 mila); alien­azione di fab­bri­cati e ter­reni di pro­pri­età comu­nale (875 mila), tra cui la piana di Gaino. Le ven­dite diven­ter­an­no anco­ra più ril­e­van­ti nel 2005 (3 mil­ioni e 760 mila) e nel 2006 (2 mil­ioni e 734 mila). «Sarà nec­es­saria una costante e pun­tuale ver­i­fi­ca delle effet­tive risorse disponi­bili — sot­to­lin­eano i revi­sori dei con­ti, Enri­co Pernig­ot­to, Alber­to Scot­ti e Giuseppe Avan­tag­giati -, nonchè l’asseg­nazione di un gra­do di pri­or­ità degli inter­ven­ti pro­gram­mati». L’e­len­co è piut­tosto lun­go: pros­e­cuzione del recu­pero del­la , ammod­er­na­men­to del­lo sta­dio «Ugo Locatel­li», nuo­va rota­to­ria sul­la 45 bis, acque­dot­to in local­ità La Fa’, fog­natu­ra a Vigole, sis­temazione piaz­za del mer­ca­to e dei cimi­teri, real­iz­zazione parcheg­gio a Ceci­na e nel piaz­za­le Sal­vo D’Ac­quis­to, sede del­la , riqual­i­fi­cazione dei por­ti, nuovi pun­ti di illu­mi­nazione, rifaci­men­to del­la pavi­men­tazione di alcune strade. Ogni com­par­to ha poi pre­sen­ta­to gli obi­et­tivi da perseguire. Per quan­to riguar­da le attiv­ità cul­tur­ali e l’istruzione pub­bli­ca, ad esem­pio, sono pre­visti appun­ta­men­ti musi­cali, dibat­ti­ti, incon­tri con autori e rap­p­re­sen­tazioni teatrali, il poten­zi­a­men­to dei lab­o­ra­tori di infor­mat­i­ca, l’or­ga­niz­zazione di cor­si mirati a par­ti­co­lari cat­e­gorie per l’u­so di com­put­er e pro­gram­mi applica­tivi. C’è la disponi­bil­ità a intro­durre prodot­ti di orig­ine bio­log­i­ca nelle mense e a sti­lare menù alter­na­tivi, anche per un numero lim­i­ta­to di ragazzi. Sport e tem­po libero . Con­fer­mati i tradizion­ali even­ti: lo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co in onore del patrono, S.Ercolano, l’an­ti­ca fiera dei san­ti Pietro e Pao­lo («ma andrà orga­niz­za­ta e qual­i­fi­ca­ta per riportare alla luce le usanze e i val­ori popo­lari che la carat­ter­iz­zano», sot­to­lin­eano i pro­mo­tori), il set­ti­manale mer­cati­no del­l’an­ti­quar­i­a­to e hob­bysti­ca, i con­cer­ti estivi, il con­cor­so degli addob­bi di Natale. Sen­za dimen­ti­care la «Set­ti­mana d’arte» di Ceci­na. E poi: Info 2004 e il raduno Fer­rari con la man­i­fes­tazione «Gar­da rosso». L’e­len­co degli oper­a­tori sportivi, tur­is­ti­ci e com­mer­ciali sarà mes­so in rete. Si sta ulti­man­do l’iter pro­ce­du­rale per ottenere la defin­i­ti­va omologazione del­lo sta­dio ded­i­ca­to a Ugo Locatel­li. . Pros­eguono le col­lab­o­razioni con le coop­er­a­tive «Donne» (al cen­tro anziani di via Ver­di) e «La nuvola nel sac­co» (con ani­ma­tori, edu­ca­tori e un ped­a­gogista segue la men­sa degli stu­den­ti, il cen­tro di aggregazione gio­vanile e quel­lo ricre­ati­vo), con un’in­fer­miera pro­fes­sion­ale per la ges­tione degli ambu­la­tori comu­nali. Due oper­a­tori cura­no l’as­sis­ten­za domi­cil­iare: igiene per­son­ale, dis­bri­go pratiche, trasporto per vis­ite mediche e spe­cial­is­tiche, ecc. I col­lega­men­ti al tele­soc­cor­so sono una venti­na. E’ sta­ta da poco ulti­ma­ta la costruzione dei mini allog­gi pro­tet­ti. Urban­is­ti­ca ed edilizia . Riduzione dei tem­pi di pro­ced­i­men­to di rilas­cio delle con­ces­sioni; con­trol­lo e repres­sione del­l’abu­sivis­mo (un vig­ile è pre­pos­to a tale incar­i­co); ulti­mazione del con­dono; infor­ma­tiz­zazione del­la car­tografia del Piano rego­la­tore. Entrate . L’I­ci sul­la pri­ma casa rimane del 4 per mille, con detrazione di 160 euro. Sug­li altri immo­bili la tar­if­fa è del 7, ridot­ta però al 4 se ven­gono uti­liz­za­ti da un con­giun­to stret­to, inclusi gli affi­ni di pri­mo e sec­on­do gra­do (suo­cere, nuore, generi e cog­nati). Sulle attiv­ità pro­dut­tive (alberghi, arti­giani, imp­rese) l’I­ci è del 5,50 per mille. Il get­ti­to com­p­lessi­vo dovrebbe scen­dere da 2 mil­ioni e 700 mila euro a 2 mil­ioni e 600 mila (361,76 pro-capite, vis­to che i res­i­den­ti sono 7.187). Per quan­to riguar­da la tar­if­fa dei rifiu­ti (880 mila euro di entra­ta), viene cal­co­la­ta in base al numero degli abi­tan­ti del­l’ap­par­ta­men­to, con agevolazioni per chi è lon­tano dai pun­ti di rac­col­ta: meno 50% per chi dista dai 500 metri a un chilometro, meno 80% per chi ha dis­a­gi mag­giori. Il cos­to del­la rac­col­ta e del­lo smal­ti­men­to è recu­per­a­to com­ple­ta­mente. I con­tribu­ti e gli oneri di urban­iz­zazione sono sta­ti pre­visti per 830 mila euro. Anto­nio Foglio, il capogrup­po del­la mino­ran­za, sulle posizioni del­l’Uli­vo, ha par­la­to di bilan­cio con obi­et­tivi da ver­i­fi­care, di ecces­sive alien­azioni (per sette mil­ioni di euro nel­l’ar­co del tri­en­nio) e di notev­ole indeb­ita­men­to (ai nove mil­ioni di mutui esisten­ti al 31 dicem­bre, se ne aggiunger­an­no altri 6 mil­ioni). Il sin­da­co Pao­lo Ele­na ha rispos­to che molti finanzi­a­men­ti sono con­tribu­ti a fon­do per­du­to, in base alle legge Obi­et­ti­vo 2. E che vale la pena chiederli.