Nei primi sei mesi diq eust'anno hanno superato il migliao di interventi

Positivo bilancio per i servizi di emergenza

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Si sta riv­e­lando sem­pre più pos­i­ti­va l’is­ti­tuzione del servizio emer­gen­za, meglio conosci­u­to con il nome di “servizio inter­co­mu­nale di pro­tezione civile”, coor­di­na­to e gesti­to dai e che ha sede a Sirmione in local­ità Lugana Mari­na. A vol­ere ques­ta pre­sen­za, alla quale van­no già asseg­nati oltre un migli­aio di inter­ven­ti nonos­tante il servizio si asta­to reso atti­vo da poco meno di un anno, sono state 11 Ammin­is­trazioni comu­nali del medio e bas­so Gar­da. Il Servizio oltre che ad effet­tuare inter­ven­ti di pron­to inter­ven­to è in gra­do anche di infor­mare sulle con­dizioni mete­o­ro­logiche in modo da fornire in anticipo l’e­volver­si delle situ­azioni atmos­feriche con­siglian­do se sia più o meno il caso di intrapren­dere una gita od un escur­sione sul lago di Gar­da. Un lago, lo ricor­diamo, con muta­men­ti atmos­feri­ci assai repen­ti­ni e spes­so impreved­i­bili ad occhio nudo, che molte volte si tra­mu­tano in allar­mi di vario genere e tragedie sfio­rate. Non è sta­to così lo scor­so anno, gius­to in questo peri­o­do fer­ragostano, quan­do tre tur­isti stranieri persero la vita pro­prio per un tremen­do for­tu­nale che si abbat­té sul Garda.

Parole chiave:

Commenti

commenti