Una cartolina le renderà meno ottuse

Poste sorde?

19/07/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
p.t.

«Ne ferisce più la pen­na che la spa­da» dice un anti­co ada­gio. E la mati­ta di un dis­eg­na­tore satiri­co può fare anche di peg­gio. Con­sapevoli di questo, i respon­s­abili del Cir­co­lo Filatelico Numis­mati­co Rivano han­no deciso di intrapren­dere una pun­gente opera di sen­si­bi­liz­zazione nei con­fron­ti delle che, a dif­feren­za di quan­to accade in moltissi­mi altri pae­si, non per­me­t­tono l’u­ti­liz­zo di targhette postali “per­son­al­iz­zate” per le local­ità tur­is­tiche o per i mon­u­men­ti di par­ti­co­lare val­ore. A tal propos­i­to, è sta­ta prepara­ta una car­toli­na satir­i­ca che ver­rà dis­tribui­ta durante la mostra filatel­ica con tema «Il tur­is­mo», in pro­gram­ma il 16 e il 17 set­tem­bre sot­to i por­ti­ci del Palaz­zo Comu­nale, e che potrà essere invi­a­ta alle Poste Ital­iane affinché ren­dano final­mente pos­si­bile la sos­ti­tuzione delle anon­ime “ondine” attuali, stam­pate su buste e car­to­line. L’inizia­ti­va del Cir­co­lo Filatelico Rivano è sta­ta resa nota anche ai cir­coli filatelici di molte altre local­ità ital­iane e i con­sen­si sono subito sta­ti entu­si­asti e numerosi. Una battaglia a suon di car­to­line, insom­ma, che vede come pro­mo­tore il cir­co­lo rivano e che, se vin­ta, porterebbe indub­bi — e cosa impor­tante prati­ca­mente gra­tu­iti — van­tag­gi di carat­tere pro­mozionale all’im­mag­ine tur­is­ti­ca delle prin­ci­pali local­ità italiane.

Parole chiave: