Premio «Catullo» stasera al gran finale tanti «big» sul palco

13/09/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Ulti­mo atto del­la ven­tes­i­ma edi­zione del pre­mio gior­nal­is­ti­co «Cat­ul­lo», in pro­gram­ma stasera nel piaz­za­le del por­to di Sirmione. Sul­lo sfon­do il Castel­lo Scaligero. Cen­tro stori­co, quin­di, blinda­to alle auto e ai pas­san­ti a com­in­cia­re dalle ore 20 e fino al ter­mine del­lo spet­ta­co­lo che, come più volte annun­ci­a­to, sarà reg­is­tra­to da Rai Uno e manda­to in onda alle 23 del prossi­mo 18 set­tem­bre. Tra le trasmis­sioni votate dal­la giuria popo­lare (cen­to gran­di elet­tori) ha avu­to la meglio «Nove­cen­to», la for­tu­na­ta trasmis­sione di Rai Tre con­dot­ta da Pip­po Bau­do. Alle spalle si sono piaz­za­ti nel­l’or­dine «Quel­li che il cal­cio…» di Fabio Fazio (nel frat­tem­po pas­sato a La7) e «L’el­mo di Sci­pio» con­dot­to da Enri­co Deaglio. Tra le tes­tate straniere, invece, ha vin­to «Der Tagesspiegel» il cui diret­tore, l’i­tal­iano Gio­van­ni Di Loren­zo, trapi­anta­to da decen­ni in Ger­ma­nia, sarà pure pre­sente a riti­rare l’àm­bito pre­mio gior­nal­is­ti­co. Infine, quest’an­no è sta­to isti­tu­ito un pre­mio alla car­ri­era che è sta­to asseg­na­to a Ser­gio Romano, opin­ion­ista politi­co del «Cor­riere del­la Sera» e di «Panora­ma». La man­i­fes­tazione dovrebbe durare un’o­ra e mez­za, ma lo spet­ta­co­lo reg­is­tra­to per Rai Uno sarà inevitabil­mente snel­li­to per esi­gen­ze di trasmis­sione. La ser­a­ta, comunque, si pre­an­nun­cia davvero inter­es­sante sot­to il pro­fi­lo spet­ta­co­lare. Infat­ti, a con­durla è sta­ta chia­ma­ta Pao­la Saluzzi, volto notis­si­mo del­la Rai su cui pre­sen­ta bril­lante­mente da tem­po «Uno mat­ti­na», che avrà al fian­co Bruno Ves­pa e, con un inter­ven­to più defi­la­to, anche Luciano De Crescen­zo. Otti­ma anche la scelta dei can­tan­ti: Al Bano, che alli­eterà il pub­bli­co con i suoi suc­ces­si di oltre tren­t’an­ni di car­ri­era, quin­di Alex Brit­ti, ido­lo delle nuove gen­er­azioni. Ci sarà anche uno spazio per il bal­let­to. Sul pal­co sirmionese si esi­bi­ran­no «Les Far­fadais» e «Tan­go Pas­sion», due ottime com­pag­nie di dan­za che offriran­no brani clas­si­ci e di tan­go argenti­no fig­u­ra­to. Il rin­no­va­to pre­mio «Cat­ul­lo», trasfor­ma­to da let­ter­ario in gior­nal­is­ti­co dopo non poche critiche, sta comunque ripa­gan­do la scommes­sa fat­ta dal­l’am­min­is­trazione comu­nale gui­da­ta da Mau­r­izio Fer­rari. Difat­ti, al di là dei con­tenu­ti su cui si può sem­pre dis­cutere con opin­ioni più o meno diver­gen­ti, la rasseg­na ha sicu­ra­mente con­quis­ta­to un pos­to di rilie­vo nel panora­ma delle man­i­fes­tazioni cul­tur­ali. Il vei­co­lo pro­mozionale di stasera (mes­sa in onda sul­la rete «ammi­raglia» del­la Rai mart­edì 18) è indub­bi­a­mente stra­or­di­nario, forse più di quel­lo vis­to per la crono­tap­pa del Giro d’I­talia. Tor­nan­do allo spet­ta­co­lo, in pre­vi­sione del­la grande affluen­za di pub­bli­co sarà col­lo­ca­to un maxi-scher­mo in piaz­za Car­duc­ci (in caso di mal­tem­po al Pala­con­gres­si). Due le giurie: tec­ni­ca e del pre­mio tele­vi­si­vo. Del­la pri­ma fan­no parte Car­men Lasorel­la, Anto­nio Caprar­i­ca, Anto­nio Fore­si e Cor­radi­no Mineo. La sec­on­da giuria è invece com­pos­ta da Ren­zo Giac­chieri (sovrin­ten­dente del­l’Are­na di Verona), Mario Pasi (Cor­riere del­la Sera), Mau­r­izio Cat­ta­neo, Giambabbtista Lan­zani e Bruno Maf­fel­lot­to, diret­tori nel­l’or­dine di Bres­ciaog­gi, Il Gior­nale di Bres­cia e La Gazzetta di Man­to­va. Entrambe le giurie sono pre­siedute da Bruno Ves­pa.

Maurizio Toscano
Parole chiave:

Commenti

commenti