Premio fedeltà al lavoro a due imprese di Lazise

10/01/2015 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Sono due le imp­rese com­mer­ciali lacisien­si che sono state des­ti­natarie del 37° Pre­mio Fedeltà al lavoro del pro­gres­so eco­nom­i­co e del lavoro veronese nel mon­do pro­mosso dal­la Cam­era di Com­mer­cio Indus­tria Arti­giana­to ed Agri­coltura di Verona. L’am­bito riconosci­men­to con medaglia d’oro del­l’is­ti­tu­to cam­erale avver­rà domeni­ca 11 gen­naio alle 9,30 pres­so l’au­di­to­ri­um del Palaz­zo del­la Gran Guardia alla pre­sen­za delle mas­sime autorità cit­ta­dine. Ad esserne ben­e­fi­ci­ate due delle più note realtà impren­di­to­ri­ali di Lazise che da oltre 35 anni si occu­pano inin­ter­rot­ta­mente di ” fare mer­ca­to” nel com­pren­so­rio del lago di Gar­da: il fran­toio per olive Ere­di Verone­si Emanuele srl ed il com­mer­cio vini e liquori Ser­gio Meni­ni.

La tradizione fran­toiana del­la Ere­di Verone­si Emanuele risale all’ot­to­cen­to con il quadrisavo­lo Zeno Verone­si ed il trisavo­lo Benedet­to, il bis­non­no Vin­cen­zo che nel 1918 aprì a Bren­zone il “Fran­toio per olive Verone­si”, trasfer­i­to poi nel 1938 a Lazise, gesti­to dai figli con denom­i­nazione Fratel­li Verone­si. Nel 1958 l’im­p­rese suc­cesse a Domeni­co e quin­di ad Emanuele. Con­tin­u­ano ora l’im­pre­sa olearia, con la lavo­razione a fred­do, Sofia, Gia­co­mo e Augus­to Verone­si.

Ho inizia­to a lavo­rare gio­vanis­si­mo, anco­ra stu­dente, con mio padre Guelfo Meni­ni che nel 1956 ha aper­to una fiaschet­te­ria e riven­di­ta vini in via Bec­cherie 5 ­ spie­ga Ser­gio Meni­ni ­ e dal 1973 sono divenu­to tito­lare del­la licen­za che fu di mio padre. Attiv­ità che svol­go anco­ra oggi con la col­lab­o­razione di mio figlio Mar­co. L’at­tiv­ità è anco­ra ubi­ca­ta in via Bec­cherie.”

Sono due imp­rese ormai ” storiche” per Lazise ­ sot­to­lin­ea il sin­da­co Luca Sebas­tiano ­ che offrono prodot­ti di altissi­ma qual­ità sia per l’o­lio che per il . Han­no acquisi­to un otti­mo mer­ca­to soprat­tut­to con la clien­tela straniera che apprez­za la qual­ità, il prez­zo, ed il servizio che viene loro offer­to. Il pre­mio del­la Cam­era di Com­mer­cio da sicuro lus­tro a loro ma anche alla nos­tra cit­tà e cos­ti­tu­isce un ulte­ri­ore seg­nale di otti­ma impren­di­to­ria sul ter­ri­to­rio.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: