Premio Il Samaritano, Va edizione

18/12/2014 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Quin­ta edi­zione de Il Samar­i­tano di Lazise pro­mosso dal­l’as­so­ci­azione AIDO , sezione Simone Gel­met­ti di Lazise. La con­seg­na del pre­mio al nuo­vo Samar­i­tano si è svol­ta pres­so la chiesa par­roc­chiale dei SS. Zenone e Martino.

Il pre­mio ha rag­giun­to la quin­ta edi­zione — spie­ga il pres­i­dente del­l’AI­DO Ser­gio Fer­raro — e vuole grat­i­fi­care una per­sona o un grup­po di per­sone che si sono dis­tinte nel cor­so degli anni per una azione silen­ziosa di volon­tari­a­to e di aiu­to a per­sone in grave dif­fi­coltà.  Non è tan­to il quan­tum o la cor­posità del pre­mio in se stes­so — con­tin­ua Fer­raro — ma sem­mai lo spes­sore morale e la disponi­bil­ità ver­so gli altri che vuole essere val­oriz­za­ta e pos­ta in vista per­ché altri si met­tano a dis­po­sizione per il prossimo.”

Nel 2010 il pre­mio è sta­to asseg­na­to a Vicen­z­i­na Per­inel­li, a seguire Giampao­lo Bozzi­ni, gli autisti del­la San mar­ti­no in Calle, Rodol­fo Callegaro.

L’asseg­nazione ha luo­go nel cor­so di un con­cer­to ” tra corde e fia­to”, testi e musi­ca su Maria e sul Natale ‚pro­mosso dal­l’am­min­is­trazione comu­nale. A gestire la man­i­fes­tazione musi­cale sarà Gar­dArt, un sodal­izio garde­sano bres­ciano nato una deci­na di anni fa che ha saputo ben inserir­si nel con­testo musi­cale e che è sem­pre più apprez­za­to. Due le voci nar­ran­ti e due le voci cantanti.

L’in­gres­so è libero.

Siamo più che mai con­vin­ti che essere sol­i­dali vuol anche dire essere disponi­bili a donare i pro­pri organi post mortem — sot­to­lin­ea anco­ra Fer­raro — e l’AI­DO ha pro­prio ques­ta fun­zione. Far vivere chi è in forte dif­fi­coltà gra­zie alla don­azione di organi. Un alto sen­so di amore e di for­tis­si­mo altru­is­mo che non cos­ta nul­la e che favorire davvero la con­tin­u­azione del­la vita.”

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: