“Le nostre eccellenze puntano al vostro cuore…”. Puegnago del Garda presenta la 33ma Fiera dedicata ai prodotti della terra gardesana. Le nostre eccellenze puntano al vostro cuore…

Presentata la 33a edizione della Fiera di Puegnago. Inaugurazione venerdì 4 settembre, ore 18,00

Di Luca Delpozzo

Le nos­tre eccel­len­ze pun­tano al vostro cuore…”. Pueg­na­go del Gar­da pre­sen­ta la 33ma Fiera ded­i­ca­ta ai prodot­ti del­la ter­ra garde­sana. Le nos­tre eccel­len­ze pun­tano al vostro cuore… Con questo slo­gan, con un logo che invi­ta il pub­bli­co a far­si avvol­gere nel pro­fon­do dai col­ori e dai pro­fu­mi delle sue eccel­len­ze — l’olio Casali­va, vari­età garde­sana di extravergine, e il Grop­pel­lo, il rosso autoctono delle dol­ci colline del­la Valtè­ne­si -, Pueg­na­go del Gar­da pre­sen­ta la 33ma edi­zione del­la sua Fiera. Una rasseg­na regionale che da ven­erdì 4 a lunedì 7 set­tem­bre, pro­prio quan­do la sta­gione esti­va las­cia i rit­mi fre­neti­ci del tur­is­mo di questi lidi, arroc­ca­ta tra l’azzurro del lago più grande d’Italia e il verde dell’entroterra nel gol­fo com­pre­so tra Salò e Desen­zano, mette in una preziosa vet­ri­na i gioiel­li dell’enogastronomia garde­sana. Una vet­ri­na che si estende dalle eccel­len­ze di queste terre e da tut­to quan­to di più allet­tante la gas­trono­mia del­la zona riesce a plas­mare, dal­lo spiedo alla bres­ciana ai sala­mi a denom­i­nazione d’origine, fi no a rag­giun­gere con­fi ni più ampi, quel­li dell’intero Paese, con gli oli monocul­ti­var di molte regioni d’Italia (oltre la set­tan­ti­na) ed un centi­naio di grappe delle 3 regioni che si affac­ciano al Bena­co. Ad orga­niz­zare il tut­to, il Comune di Pueg­na­go guida­to da Ade­lio Zeni e da un Comi­ta­to Fiera pre­siedu­to da Sil­vano Zanel­li con la col­lab­o­razione atti­va del vice-sin­da­co e di molti volon­tari del luo­go… Il tut­to in un per­cor­so ormai stori­co patro­ci­na­to dal Min­is­tero delle Politiche Agri­cole Ambi­en­tali e Fore­stali, , Provin­cia di Bres­cia, CCIAA e al fi anco di UNAPROL, AIPOL, ANAG, ASSAM Marche, il Con­sorzio Gar­da Clas­si­co, la Con­fra­ter­ni­ta del Grop­pel­lo, il Con­sorzio Riv­iera dei Castel­li, la Stra­da dei Vini e dei Sapori del Garda…Il pro­gram­ma del­la 33ma Pueg­nagoFiera è fi tto di appun­ta­men­ti, ric­co di attrat­tive per il pub­bli­co, per dar rilie­vo esclu­si­vo a ques­ta ter­ra e alla sua gente, ma ecco nel det­taglio i suoi pro­tag­o­nisti: • 30 vini Grop­pel­lo in liz­za per il con­cor­so annuale loro ded­i­ca­to • 70 Oli monocul­ti­var che giun­gono da tut­to il Paese • 100 Grappe. • 1 ghiot­ta novità: il salame DE.C.O. Vino… il Grop­pel­lo, prezioso e anti­co rosso, deri­va da un vit­ig­no autoctono di queste colline (la Valtè­ne­si) che ne han­no fat­to un vino eccel­lente attra­ver­so il lavoro e la cura di gen­er­azioni. Un vino gen­tile e sapi­do, spezi­a­to con note frut­tate, vel­lu­ta­to e piacev­ole, che si accom­pa­gna a pri­mi piat­ti sapor­i­ti, a carni e a for­mag­gi di media sta­gion­atu­ra. Un vino dalle carat­ter­is­tiche organolet­tiche uniche. In Fiera, schiere di stand incas­to­nate lun­go “La Via del Grop­pel­lo”, pro­pon­gono in degus­tazione, bic­chiere al col­lo, abbinati ai sapori del ter­ri­to­rio, 30 mag­nifi ci Grop­pel­li, alcu­ni invec­chiati in “ris­er­va”… Ma i Grop­pel­li sono anche in degus­tazione com­para­ta in Castel­lo, sulle tav­ole dell’Hosteria del­lo Spiedo e ven­erdì 4 vedran­no nel cor­so del­la pri­ma ser­a­ta, in Castel­lo, le pre­mi­azioni 2009 delle Men­zion d’onore “Grop­pel­lo d’Oro” e “Grop­pel­lo Ris­er­va d’Oro”. Olio… la ter­ra garde­sana, patria del­la vari­età cul­ti­var Casali­va riconosci­u­ta a liv­el­lo inter­nazionale, ospi­ta in Fiera oltre 70 etichette di oro verde di più regioni ital­iane. Tutte in degus­tazione tra le mura antiche del Castel­lo affac­cia­to al bel Bena­co. Ma è la qual­ità dell’oro verde, principe e van­to del­la dieta mediter­ranea (al cen­tro di molte atten­zioni riv­olte alla salute, per le impor­tan­ti quan­tità di polifeno­li che por­tano in dote “chi­avi” di lun­ga vita), che mantiene alto il nome di ques­ta Fiera: qui giun­gono in vet­ri­na solo le migliori “monocul­ti­var” nazion­ali, quelle che il 2 set­tem­bre ven­gono selezion­ate da AIPOL e ASSAM Marche. Ottenute da un’unica vari­età di olive, dif­feren­zi­ate con speci­fi che iden­tità ter­ri­to­ri­ali, le monocul­ti­var esp­ri­mono le diverse pro­duzioni del nos­tro Paese. E qui si fan­no dis­tin­ta­mente conoscere ed apprez­zare… Per loro, lunedì 7, alle 18, in Castel­lo, il con­veg­no “Extravergine di oli­va: l’alta qual­ità parte dal bas­so”, mod­er­a­to da Michele Bun­garo di Unaprol e la con­seg­na del Pre­mio inter­nazionale “Oli­vo d’oro”. Grap­pa… ben 100 etichette giun­gono, gra­zie all’A.N.A.G (Asso­ci­azione Nazionale Assag­gia­tori Grappe) di Bres­cia, da 31 dis­til­lerie delle 3 regioni che si affac­ciano al Gar­da, Lom­bar­dia, Trenti­no e Vene­to. Tutte han­no parte­ci­pa­to alla 14^ selezione del noto Alam­bic­co del Gar­da, il 30 mag­gio a Pueg­na­go, sot­to­poste al giudizio di ben 40 degus­ta­tori prove­ni­en­ti dalle 3 regioni. Ed ora sono qui in degus­tazione in Fiera nell’angolo loro ded­i­ca­to nel­la “Piaz­za degli Even­ti”, inter­ca­late da alle­gri talk show all’aperto, pronte a…scaldare l’atmosfera. Ven­erdì 4, alle 18.30, in Castel­lo, le pre­mi­azioni delle prescelte per l’Alambicco 2009.Il Salame… per man­tenere forte il legame con le avite opere di ques­ta ter­ra, da un’idea nata da un grup­po di ami­ci ded­i­to allo stu­dio delle “tradizioni gas­tro­nomiche del ter­ri­to­rio garde­sano”, il Comune di Pueg­na­go ha siglato un anno fa la Denom­i­nazione Comu­nale di Orig­ine (DE.C.O.) per la pro­duzione del “Salame di Pueg­na­go in Valte­n­e­si”. L’allevamento del maiale e la pro­duzione del salame in Valte­n­e­si affon­dano le radi­ci nei val­ori del­la civiltà con­tad­i­na, sim­bo­lo del­la cul­tura di una zona che da sem­pre ripro­pone con gesti rit­u­ali ed antichi la preparazione di questo nobile insac­ca­to. E sapori e pro­fu­mi di questi sala­mi sono defin­i­ti eccel­len­ti dagli abi­tan­ti e dai tur­isti che fre­quen­tano il Gar­da! Per­ché non sal­va­guardar­li? Da queste pre­messe, il dis­ci­pli­nare com­pi­la­to dagli esper­ti ami­ci per rego­la­mentare la pro­duzione del Salame di Pueg­na­go in Valte­n­e­si: l’amministrazione comu­nale ha fat­to pro­pria l’iniziativa e, con delib­era n° 42 del 4/09/2008, ha isti­tu­ito la DE.C.O. per la sua pro­duzione. Ed ora, i suoi pri­mi esem­plari pos­sono essere ora degus­ta­ti in ques­ta Fiera. E il Ter­ri­to­rio?… L’economia di Pueg­na­go è carat­ter­iz­za­ta preva­len­te­mente dall’attività agri­co­la. E qui numerose sono le aziende agri­cole che han­no saputo cogliere la nat­u­rale vocazione del­la loro ter­ra. Con i prodot­ti dell’agricoltura dunque, il ter­ri­to­rio che li gen­era, anti­co e sug­ges­ti­vo, intriso di col­ori e pro­fu­mi incon­fondibili, si è voca­to al tur­is­mo. Ma l’agricoltura pro­duce tur­is­mo? E vicev­er­sa? Per trovare risposte adeguate, per sti­mo­lare l’attenzione di enti e pri­vati, per ven­erdì 4 alle 18.30 in sala con­sil­iare il Comune indice “Agri­coltura e Tur­is­mo sul Gar­da” incon­tro aper­to al pub­bli­co tra ammin­is­trazioni locali e provin­ciali, rap­p­re­sen­tan­ti dei con­sorzi e delle asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio. Tutt’intorno un cli­ma di fes­ta ed il nuo­vo pun­to d’intrattenimento sorveg­lia­to per i più pic­coli, il saba­to e la domeni­ca dalle 19 alle 22.30, a base di tiro con l’arco, karate, danze e giochi…al Pala­Pueg­na­go, inau­gu­ra­to pochi mesi fa dal Min­istro alla Pub­bli­ca Istruzione Maria Stel­la Gelmi­ni. E negli atri del palaz­zo munic­i­pale fa bel­la mostra di sè “La Fiera in cam­mi­no…”, espo­sizione degli scat­ti più sig­nifi cativi (oltre un centi­naio) dal lon­tano ’77 ad oggi. Per ricor­dare e ritrovar­si… A servizio del pub­bli­co, parcheg­gi in più pun­ti del paese e bus navet­ta gra­tu­iti per tutti.