Aumentano i ristoranti ma anche le prelibatezze «Salògolosa» è più ricca

Presentata l’edizione di venerdì 6 ottobre

27/09/2000 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Dopo l’appuntamento di pri­mav­era, «Salò­golosa» tornerà ven­erdì 6 otto­bre, dalle 19 a mez­zan­otte. Si trat­ta di un per­cor­so enogas­tro­nom­i­co-cul­tur­ale, che si sno­da fra le strade e i vicoli del cen­tro stori­co. Acqui­s­tan­do una sche­da da 70mila lire, sarà pos­si­bile entrare in ris­toran­ti, negozi, case pri­vate ed edi­fi­ci pub­bli­ci per degustare piat­ti, assag­gia­re vini, ascoltare musi­ca. La ser­a­ta inizierà con la con­seg­na di un riconosci­men­to a Joseph Fer­rari, il 77enne salo­di­ano che ha diret­to alcu­ni dei più lus­su­osi locali degli Sta­ti Uni­ti: dal ris­torante dell’Hotel Plaza di New York (nel peri­o­do 1953–80, ha rice­vu­to pres­i­den­ti degli Sta­ti Uni­ti, cap­i­tani d’industria, per­son­ag­gi del mon­do del­lo spet­ta­co­lo) al Jekyll Island Club Hotel, in Geor­gia, dove nel ’27 i Rock­feller, i Mor­gan e i Pulitzi­er fon­darono la Fed­er­al Bank, dal Radis­son Suite Hotel di Dal­las in Texas al Cap­i­tal House in Louisiana. «Un ambas­ci­a­tore del , un artista del gus­to, un mae­stro di quan­to c’è di buono nel­la nos­tra tradizione gas­tro­nom­i­ca», com­men­tano Ange­lo Dal Bon e Ele­na Maf­fiz­zoli, i capi-orga­niz­za­tori, che per «Salò­golosa» han­no ottenu­to spazi in tele­vi­sione: 12 minu­ti a RaiUno mat­ti­no, un altro pas­sag­gio su Rai1 Inter­na­tion­al (all’interno del­la trasmis­sione «I sapori d’Italia»). Ai ris­toran­ti pre­sen­ti in mag­gio (San­ta Giusti­na del­la famiglia Fel­ter, la Trat­to­ria Orolo­gio con la trip­pa bres­ciana, il Par­gone col luc­cio in cial­da di parmi­giano, il Lep­an­to con le lasag­nette al per­si­co, il Bena­co coi tortel­li di zuc­ca, la Sire­na con le frit­ta­tine e polpet­tine, la Cam­pag­no­la con spiedo e polen­ta, l’agriturismo Bag­no­lo con la barbi­na in sal­sa, il Mel­o­gra­no con la zup­pa di pesce di lago, Dami­ano 3 Can­tù di Ser­le col man­zo all’olio), se ne sono aggiun­ti otto: Vaifro e Pao­lo Fol­li con le ani­melle D’Annunzio, la Tana di Mader­no col luc­cio ai por­ri, la Gas­trono­mia Sbalz­er di Bres­cia, il Pic­co­lo Grill di Portese, il Fun­go del­la Pieve, Vil­la Fiordal­iso di Gar­done Riv­iera, il Capric­cio di Maner­ba con le tartare di ton­no o ostriche, l’Osteria dell’olio di S. Felice del Bena­co. Il tut­to abbina­to a e olio extravergine, offer­to dalle aziende del­la zona. In numerosi negozi, assag­gi di spuman­ti del­la Fran­ci­a­cor­ta e di Lugana. Eppoi antipasti vari, for­mag­gi, dessert. A mez­zan­otte, sot­to il munici­pio, dis­tribuzione delle castagne di Ser­le. Alcu­ni pri­vati apri­ran­no le loro case: il salone del­la famiglia Luci­ni, davan­ti alla far­ma­cia De Paoli; il Palaz­zo del Provved­i­tore, pro­pri­età di James Zil­iani, alle spalle del munici­pio; la ter­raz­za Emi, sopra la pas­tic­ce­ria Vas­sal­li; la tav­er­net­ta Frera in vico­lo Toma­cel­li; la Sala cinque­cen­tesca degli scu­di in via Fan­toni. Grup­pi di musicisti, dis­tribuiti in luoghi strate­gi­ci, suon­er­an­no brani jazz. Qualche nome: Gian­pietro Tono­li e Tul­lio Ruffi­ni (i «maestri locali»), Sil­via Dal­la Noce, Mar­co Bor­toli, Ele­na Sbalchiero (voci), Mari­no Fra­cas­si, Luciano Poli, Vladimiro Leoni, Mar­co Susa (chi­tar­ra), Ange­lo Peli (sax), Vale­rio Abeni (bat­te­ria), Mar­co Cre­mas­chi­ni, Rober­to Sogget­ti, Oscar Del Bar­ba, Mario Cre­spo Mar­tinez (pianoforte), Beppe Gioc­chi­ni (per­cus­sioni), il quar­tet­to Abas­tan­ot­ti. Le preno­tazioni delle schede si pos­sono effet­tuare tele­fo­nan­do in comune (Lui­gi Goz­za, numero 0365–296811 al mat­ti­no e 0365–296860 al pomerig­gio, dal lunedì al ven­erdì), riv­ol­gen­dosi al book shop sot­to i por­ti­ci del munici­pio (ogni pomerig­gio, fes­tivi com­pre­si), nel negozio di pro­pri­età del­la gioiel­le­ria Tran­quil­li o via inter­net (www.salogolosa.it). Pagan­do 70mila lire, si ricev­erà un kit con bic­chiere, posate, piat­to e un ombrelli­no col­orato, con­tro il ris­chio-piog­gia, oltre ad avere dirit­to alle consumazioni.

Parole chiave: