Presentato a Volta Mantovana il progetto “Mobilità alternativa e sostenibile: una sfida per le comunità locali”

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Si è tenu­ta ieri era, pres­so le Scud­erie di Palaz­zo Gon­za­ga a Vol­ta Man­to­vana, la sec­on­da pre­sen­tazione, dopo quel­la tenu­tasi a Cavri­ana, del prog­et­to “Mobil­ità alter­na­ti­va e sosteni­bile: una sfi­da per le Comu­nità Locali” pro­mosso dal­la e sette comu­ni man­to­vani dell’area delle Colline Moreniche e cofi­nanzi­a­to dal­la Fon­dazione Carip­lo.

Alla pre­sen­tazione del prog­et­to era­no pre­sen­ti tut­ti i Sin­daci o loro rap­p­re­sen­tan­ti dei sette Comu­ni che han­no ader­i­to al prog­et­to, Cavri­ana, Medole, Mon­zam­bano, Guidiz­zo­lo, Pon­ti sul Min­cio, Solferi­no, Vol­ta Man­to­vana e il Vice Pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da Ben­hur Ton­di­ni.

Il prog­et­to ha coin­volto anche diver­si sogget­ti oper­an­ti sul ter­ri­to­rio o inter­es­sati alla tem­atiche affrontate, quali la Provin­cia di Man­to­va, il Con­sorzio Alta e Media Pia­nu­ra Padana, il Tour­ing Club, l’Associazione Colline Moreniche, il Prog­et­to Via Car­olin­gia, la Cam­pagna Ami­ca (Coldiret­ti), la Stra­da dei vini e dei Sapori, l’Associazione Agri­t­ur­is­ti­ca, il Gal delle Colline Moreniche e il Par­co del Min­cio.

Dopo un salu­to ed una breve pre­sen­tazione del prog­et­to, da parte del rap­p­re­sen­tante del­la Comu­nità del Gar­da, i tec­ni­ci di Mas­ter Net ed Ata Engi­neer­ing che han­no redat­to il prog­et­to e di Asis­tar che ha elab­o­ra­to l’interfaccia web, han­no illus­tra­to le carat­ter­is­tiche tec­niche del­lo stu­dio che ha per­me­s­so di indi­vid­uare e prog­ettare gli 11 per­cor­si ciclo – pedonali che col­legano tut­to il ter­ri­to­rio, oltre alla prog­et­tazione defin­i­ti­va ed esec­u­ti­va di alcune infra­strut­ture che ver­ran­no ese­gui­te nel tem­po e facilit­er­an­no l’attraversamento di pun­ti ritenu­ti più crit­i­ci

Tut­ti i per­cor­si, già comunque usufruibili per cit­ta­di­ni e tur­isti, vis­i­bili e scar­i­ca­bili dal sito web del­la Comu­nità del Gar­da, www.lagodigarda.it sono sta­ti pen­sati per essere col­le­gati alla fit­ta rete di itin­er­ari che già insistono o insis­ter­an­no a breve sull’area del­la provin­cia e servi­ran­no anche da col­lega­men­to con il lago di Gar­da.

Da tut­ti gli inter­venu­ti è sta­ta sot­to­lin­ea­ta l’importanza di aver svilup­pa­to un prog­et­to sin­er­gi­co ed aver saputo met­tere in rete molti dei sogget­ti del ter­ri­to­rio che si occu­pano sia di mobil­ità dolce che di svilup­po locale.

L’auspicio è ora è quel­lo di esten­dere tale prog­et­to anche agli altri ter­ri­tori lim­itrofi e con­tribuire ad affer­mare un meto­do di con­fron­to e lavoro sig­ni­fica­ti­vo per il ter­ri­to­rio, che diven­ti pat­ri­mo­nio sia delle Comu­nità inter­es­sate che per l’intera provin­cia.

Una ulte­ri­ore pre­sen­tazione alla cit­tad­i­nan­za avver­rà la sera del prossi­mo 26 luglio a Guidiz­zo­lo pres­so la Sala Con­sil­iare del Comune..

 

Parole chiave: