Dal 24 giugno al 10 luglio l'undicesima edizione del Garda Jazz Festival accanto alle location ormai tradizionali – i castelli di Arco e di Drena, la Rocca e il Bastione di Riva del Garda

Presentato il Garda Jazz Festival 2011

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Tor­na il fes­ti­val itin­er­ante che por­ta la musi­ca jazz inter­nazionale di qual­ità a far tap­pa nei luoghi più incan­tevoli del Bas­so Sar­ca: dal 24 giug­no al 10 luglio l’undices­i­ma edi­zione del Gar­da Jazz Fes­ti­val  accan­to alle loca­tion ormai tradizion­ali – i castel­li di Arco e di Drena, la Roc­ca e il Bas­tione di Riva del Gar­da, il lun­go­la­go di Tor­bole – pro­pone quest’an­no due nuovi e sug­ges­tivi pal­cosceni­ci: il bor­go medievale di Canale di Ten­no e la chiesa del­la SS.Trinità di Nago. Il val­ore artis­ti­co del Fes­ti­val si con­fer­ma nel­lo sguar­do a quan­to di più inter­es­sante accade nel panora­ma nazionale e inter­nazionale, di cui è pro­pos­ta una sin­te­si come sem­pre var­ie­ga­ta e orig­i­nale.   La pre­sen­tazione del­l’edi­zione 2011 è sta­ta nel­la mat­ti­na di giovedì 16 giug­no nel­la sala con­feren­ze del­la Scuo­la Musi­cale Alto Gar­da a Riva, pre­sen­ti il pres­i­dente Clau­dio Omez­zol­li e il diret­tore Car­lo Pedraz­zol­li, per la Provin­cia autono­ma di Tren­to il diri­gente del Servizio Attiv­ità Cul­tur­ali Clau­dio Mar­tinel­li, per le ammin­is­trazioni comu­nali di Riva del Gar­da, Arco, Nago Tor­bole e Ten­no rispet­ti­va­mente gli asses­sori alla cul­tura Maria Flavia Brunel­li e Mas­si­m­il­iano Flo­ri­ani, il vicesin­da­co Rober­ta Bertol­di e il sin­da­co Car­lo Michele Remia.    Fra gli artisti ital­iani spic­cano i nomi di Pietro Tono­lo, che suon­erà nel­la splen­di­da cor­nice di Canale di Ten­no il 25 giug­no in trio con Aldo Zuni­no ed Eliot Zig­mund; nel pomerig­gio del 26 giug­no il caris­mati­co duo Paoli­no Dal­la Por­ta & Bebo Fer­ra in con­cer­to a Cas­tel Drena; il 29 giug­no sul­la veran­da dell’Hotel Du Lac et Du Park la leggen­daria figu­ra di Rena­to Sel­l­ani e suc­ces­si­va­mente la due giorni di Mau­ro Ottoli­ni con due esi­la­ran­ti prog­et­ti, il 6 luglio a Riva del Gar­da con Bix Fac­tor, un inter­es­sante omag­gio al grande Bix Bei­der­becke e il 7 luglio a Tor­bole con l’ironico «3 cani randa­gi» nel­la veste anche di can­tante. 

Fra gli stranieri da non perdere gli unghere­si Snet­bérg­er e Hórváth per un cameris­ti­co ritro­vo nel­la sug­ges­ti­va Chiesa di SS. Trinità a Nago e i tre gran­di grup­pi amer­i­cani che daran­no par­ti­co­lare risalto alla rasseg­na, Fly con Mark Turn­er, Lar­ry Grenadier e Jeff Bal­lard il pri­mo luglio al Castel­lo di Arco; Sea­mus Blake: Elec­tric Sea­mus, con Sea­mus Blake, Scott Kin­sey, Tim Lefeb­vre, Jorge Rossy a  Tor­bole il 9 luglio e gran finale a Riva del Gar­da il 10 luglio con la Mike Stern Band, con Mike Stern, Dave Weckl, Tom Kennedy e la parte­ci­pazione spe­ciale del francese Didi­er Lock­wood.
 Un pro­gram­ma vario e di altissi­mo liv­el­lo, che si muove fra il main­stream, le con­t­a­m­i­nazioni con altri generi e l’innovazione elet­tron­i­ca, adat­to ad accon­tentare sia il cul­tore che il sem­plice appas­sion­a­to. Accan­to ai nomi di gri­do, il Fes­ti­val ospi­ta molti gio­vani artisti e alcune inter­es­san­ti Big Band che trovano nel Gar­da Jazz  un’importante occa­sione per mostrare il loro val­ore, come la Luca Doni­ni «Future Orches­tra»,  la De Lux Big Band, gio­vanis­si­ma com­pagine tedesca, e la Sound Art Orches­tra.
 Il cartel­lone prin­ci­pale è affi­an­ca­to da altri even­ti col­lat­er­ali orga­niz­za­ti in col­lab­o­razione con i locali del­la zona: dagli ormai tradizion­ali «Jazz Cafè», con­cer­ti nei locali pub­bli­ci con la pre­sen­za di alcu­ni dei più inter­es­san­ti gio­vani tal­en­ti prove­ni­en­ti da tut­to il nord Italia, alle diver­ten­ti Beach Parade, scor­ribande in for­ma Dix­ieland per le piazze e spi­agge dei vari cen­tri coin­volti. 
 Il Gar­da Jazz Fes­ti­val è parte inte­grante di «Trenti­no Jazz», rete che col­le­ga tut­ti i più impor­tan­ti fes­ti­val jazz del­la provin­cia ed è sostenu­to dall’Assessorato alla Cul­tura del­la  Provin­cia Autono­ma di Tren­to e nasce dal­la col­lab­o­razione del­la Scuo­la Musi­cale Alto Gar­da (Smag), Servizi Musi­cali Altog­a­r­da (Smag) e con i Comu­ni di Arco, Drena, Nago – Tor­bole sul Gar­da, Riva del Gar­da e Ten­no.         GARDA JAZZ FESTIVAL 2011: IL PROGRAMMA     Ven­erdì 24  giug­no Riva del Gar­da – Bas­tione, ore 21.30  ( in caso di piog­gia)   Alfa & Omega (Italia)

Parole chiave: