Presentato oggi al Pirellone il Padiglione Lombardia al 48° Vinitaly con oltre 200 aziende

Di Luigi Del Pozzo

Ad illus­trare i numeri e le inizia­tive del­la col­let­ti­va lom­bar­da, il pre­sidente del­la , l’assessore all’Agricoltura del­la Regione Lom­bar­dia, , e il pres­i­dente di Union­camere Lom­bar­dia, . Il pres­i­dente di Veron­afiere, Ettore Riel­lo e il diret­tore gen­erale di Veron­afiere, Gio­van­ni Man­to­vani han­no pre­sen­ta­to a la 48a edi­zione di . Milano, 1 aprile 2014. Con più di 200 espos­i­tori, anche quest’anno la viti­coltura lom­bar­da si con­fer­ma tra i prin­ci­pali pro­tag­o­nisti del­la 48a edi­zione di Vini­taly, il più impor­tante salone inter­nazionale ded­i­ca­to ai vini e ai dis­til­lati, a Veron­afiere dal 6 al 9 aprile (www.vinitaly.com).

La col­let­ti­va di aziende del­la Lom­bar­dia arri­va a Verona, forte dei risul­tati di un export cresci­u­to nel 2013 dell’11,6% e di una vendem­mia record in qual­ità, con qua­si l’89% dei vini prodot­ti a denom­i­nazione Docg, Doc o Igt (1,30 su 1,46 mil­ioni di ettolitri).

Il Padiglione Lom­bar­dia, ospi­ta­to come di con­sue­to nel cor­so di Vini­taly al sec­on­do piano del Pala­ex­po, è sta­to pre­sen­ta­to ques­ta mat­ti­na a Milano nel­la sede del­la Regione Lom­bar­dia dal pres­i­dente del­la Regione Rober­to

Maroni, dall’assessore regionale all’Agricoltura, Gian­ni Fava, e dal pres­i­dente di Unio­camere Lom­bar­dia, Francesco Bet­toni. Con loro anche il pres­i­dente e il diret­tore gen­erale di Veron­afiere, Ettore Riel­lo e Gio­van­ni

Man­to­vani.

«La Lom­bar­dia è la pri­ma Regione agri­co­la ital­iana e la sec­on­da in Europa. E i nos­tri vini rac­con­tano la sto­ria di ques­ta bel­lis­si­ma ter­ra nel mon­do, la cre­ativ­ità e l’operosità dei lom­bar­di: è tut­to questo che la Regione intende sostenere, anche in vista di » ha det­to il gov­er­na­tore Maroni.

Il Padiglione Lom­bar­dia, con 8.500 metri qua­drati, 200 pro­dut­tori e più di 1.000 etichette in degus­tazione, rap­p­re­sen­ta una vera e pro­pria “casa” per i con­sorzi e vini lom­bar­di gra­zie alla stret­ta col­lab­o­razione tra Regione, sis­tema cam­erale e 11 con­sorzi di tutela.

«La qual­ità del­la Lom­bar­dia è notevol­mente cresci­u­ta negli ulti­mi 20 anni – ha sot­to­lin­eato l’assessore Fava –. La sfi­da dei viti­coltori lom­bar­di sarà quel­la di crescere ulte­ri­or­mente sul fronte dell’export, aumen­ta­to dell’11,6% nel 2013, rispet­to alla media ital­iana del 7 per cen­to».

Sul fronte dell’export, i dati elab­o­rati da Union­camere Lom­bar­dia su base Istat evi­den­ziano Sta­ti Uni­ti, Ger­ma­nia, Svizzera, Cana­da e Giap­pone quali mer­cati di sboc­co con­sol­i­dati, men­tre tra gli emer­gen­ti spic­ca la cresci­ta di Qatar (+268,6%), Nuo­va Zelan­da (+124,1%), Mes­si­co (+59,6%), Corea del Sud (+54,2%) ed Emi­rati Ara­bi Uni­ti (+53,3%).

«Vini­taly rap­p­re­sen­ta un asset fon­da­men­tale per la pro­mozione inter­nazionale delle imp­rese vitivini­cole ital­iane – ha com­men­ta­to il pres­i­dente di Veron­afiere Riel­lo – gra­zie alla parte­ci­pazione di oltre 140mila oper­a­tori spe­cial­iz­za­ti e 50mila buy­er esteri da 120 nazioni. Per le aziende lom­barde l’edizione 2014 sarà l’occasione di cap­i­tal­iz­zare e miglio­rare i già otti­mi risul­tati ottenu­ti oltre­con­fine».