Presentazione di “Verso l’Unità d’Italia: la storia fra i cipressi””

14/07/2022 in Attualità
Di Redazione

Mart­edì 19 luglio alle ore 11.00 pres­so il cen­tro Com­mer­ciale LA GRANDE MELA di Lugag­nano di Sona si ter­rà la pre­sen­tazione dell’evento “Ver­so l’Unità d’Italia: la Sto­ria fra i cipres­si” che si ter­rà tra il 22 e il 24 Luglio nel­la vil­la sul­la som­mità di Sona nota come Vil­la dei Cipres­si in via Mon­tecorno 10 a Sona.

Nel cor­so delle tre gior­nate si altern­er­an­no momen­ti di e cul­tur­ale a momen­ti di con­vivi­al­ità. L’obiettivo degli orga­niz­za­tori è di fare entrare gli avven­tori, una vol­ta var­ca­to il can­cel­lo di ingres­so del­la Vil­la, in una sor­ta di viag­gio nel tem­po nel peri­o­do stori­co delle Guerre di Indipen­den­za. Saran­no pre­sen­ti rie­vo­ca­tori in divisa dell’Associazione Cul­tura e Rie­vo­cazione Imperi che effettuer­an­no dimostrazioni e ter­ran­no appro­fondi­men­ti stori­ci sug­li usi e cos­tu­mi del peri­o­do. Non solo quin­di fac­cende d’armi ma vere e pro­prie ricostruzioni di momen­ti di vita, arti e mestieri dei nos­tri ter­ri­tori ai tem­pi del Risorg­i­men­to. Ci sarà anche un col­lega­men­to cin­e­matografi­co con la Battaglia del­la Pernisa, nel ter­ri­to­rio di Sona, del­la III° Guer­ra di Indipen­den­za con i luoghi di ambi­en­tazione del film “SENSO” del 1954 del reg­ista Luchi­no Visconti.

L’attività orga­niz­za­ta a cura di MyPlan­et 2050 e l’Associazione cul­tur­ale la Nobile Com­pag­nia del­la Buona Tavola parte del prog­et­to Verona Green Movieland, il quale si pro­pone la val­oriz­zazione e la pro­mozione del ter­ri­to­rio veronese come meta cul­tur­ale e tur­is­ti­ca sosteni­bile attra­ver­so attiv­ità speci­fiche legate al mon­do del­la Cin­e­matografia e rispet­tose dell’ambiente; gode di una part­ner­ship di asso­lu­to rilie­vo rap­p­re­sen­ta­ta dal­la Cam­era del Com­mer­cio di Verona e può con­tare sul patrocinio e il con­trib­u­to dei sei Comu­ni sedi dei fes­ti­val facen­ti par­ti dell’iniziativa.

Verona Green Movie Event è una delle azioni di Verona Green Movie Land, e rap­p­re­sen­ta la pro­mozione nazionale ed inter­nazionale del ter­ri­to­rio veronese, anche come meta di tur­is­mo cin­e­matografi­co. Sono degli even­ti cosid­det­ti col­lat­er­ali real­iz­za­ti in varie loca­tion del­la provincia.

Verona, ovunque si posi lo sguar­do ci sono scor­ci stori­ci e nat­u­rali che las­ciano a boc­ca aper­ta. Un cro­gi­o­lo di attrat­tiv­ità di vario genere che fan­no, del­la nos­tra cit­tà, una delle mete tur­is­tiche più fre­quen­tate d’Italia. E di con­seguen­za, data la stra­or­di­nar­ia fama di bellez­za che gode il Bel Paese nel mon­do, una delle cit­tà più vis­i­tate al mon­do. Queste carat­ter­is­tiche così uniche e dis­tin­tive pos­sono essere un fat­tore di attrat­tiv­ità anche per il mon­do del­la cinematografia?

Il mon­do del­la cin­e­matografia muove impor­tan­ti realtà eco­nomiche, ha una ele­va­ta capac­ità di coin­vol­gi­men­to di pub­bli­co ed una poten­ziale ele­va­ta capac­ità di sti­mo­lare nel­lo stes­so scelte di com­por­ta­men­ti con­sapevoli e respon­s­abili. Può con­tribuire, in modo sig­ni­fica­ti­vo, a pro­muo­vere mod­el­li di svilup­po più equi e sosteni­bili. A Verona esistono numerose realtà pro­fes­sion­ali e impren­di­to­ri­ali che oper­a­no nel mon­do del­la cin­e­matografia. Il ter­ri­to­rio veronese, con le sue stra­or­di­nar­ie risorse storiche, artis­tiche, ambi­en­tali ed enogas­tro­nomiche, è lo sce­nario ide­ale per la pro­duzione di opere cin­e­matogra­fiche sosteni­bili. Sosteni­bili sig­nifi­ca in gra­do di adottare piani di real­iz­zazione che con­sumano il meno ener­gia pos­si­bile, real­iz­za­ti con con­cetti di mobil­ità di per­son­ale ed addet­ti rispet­tosi del con­sumo delle risorse, svilup­pati il più pos­si­bile in loco favoren­do l’interazione con realtà eco­nomiche, tur­is­tiche, ricettive e pro­dut­tive del nos­tro territorio.

Il cin­e­ma è un vei­co­lo di mes­sag­gi pos­i­tivi stra­or­di­nario. I mes­sag­gi che pas­sano attra­ver­so la pel­li­co­la han­no l’attenzione totale del pub­bli­co, entra­no nell’immaginario, sti­molano la fan­ta­sia e, per­ché no, l’emulazione. Il cin­e­ma pen­e­tra nel­la con­sapev­olez­za e nel­la coscien­za più di qual­si­asi altra for­ma di comunicazione.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti