Si inizia da Lazise

Prima serata per il Festival del Garda

10/07/2009 in Spettacoli
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Scat­ta a Lazise, saba­to 11 luglio alle 21,30 al Par­co Castel­lo, la pri­ma tap­pa del . La for­mu­la, roda­ta nei min­i­mi par­ti­co­lari, è quel­la che per­me­tte  a diver­si gio­vani di avere un pal­cosceni­co tut­to per sé in un con­testo d’intrattenimento ric­co di con­tenu­ti artis­ti­ci in gra­do di catal­iz­zare l’attenzione di un pub­bli­co etero­ge­neo. A con­durre la ser­a­ta l’attore Beppe Con­ver­ti­ni, già pro­tag­o­nista in molte fic­tion tele­vi­sive, pron­to a las­cia­re spazio a Lau­ra Zam­bel­li e Elis­a­bet­ta de Medico pre­sen­ta­tri­ci di Miss del Gar­da.  Con­cor­so di bellez­za che ha come tes­ti­mo­ni­al Mat­teo Tosi d’Incantesimo. Essen­za del Fes­ti­val del Gar­da rimane il con­cor­so canoro sud­di­vi­so nel­la sezione Inter­preti (ripropo­sizione di cov­er)  e Nuove Pro­poste (can­zoni inedite) per la super­vi­sione del diret­tore musi­cale Vince Tem­pera. Sul pal­co di Lazise sali­ran­no per le Nuove Pro­poste Soul, alias Luca Sig­nori­ni di (“Inguari­bili”), il grup­po vicenti­no di Costabis­sara Bimana (“Anco­ra”) e Xara di Bres­cia (“Perditem­po”). Nel­la sezione Inter­preti sfi­da a tre: Nico­la Bel­tra­mi di Tren­to, Andrea Braz­zaro­la di Verona ed Ele­na Camoicar­di di Mon­zam­bano. Non mancherà l’angolo del­la poe­sia con Rena­ta Leali, il cor­po di bal­lo The Gam­blers (Eleono­ra Bar­baci­ni, Elisa e Sara Gre­gori, Lua­na Vollero e Alice Zanoni) del core­ografo Nan­do De Bor­toli e il body paint­ing, cioè l’arte di dipin­gere i cor­pi nudi gra­zie alla magia di Flavio Bosco.Intanto mer­coledì scor­so il patron del Fes­ti­val del Gar­da Enri­co Bian­chi­ni accom­pa­g­na­to dal mae­stro Vince Tem­pera e dall’attore  Mat­teo Tosi, è sta­to rice­vu­to a palaz­zo Bal­bi dall’assessore regionale Oscar De Bona e dal vicepres­i­dente  del Vene­to Fran­co Man­za­to. “Questo Fes­ti­val è l’esempio migliore di cosa sig­ni­fichi fare sin­er­gia tra Enti”, ha dichiara­to Man­za­to, “per pro­muo­vere l’obiettivo comune del tur­is­mo. La nos­tra Regione ha bisog­no di inizia­tive di richi­amo che unis­cano le bellezze nat­u­rali ai gran­di even­ti”. “Apprez­zo orga­niz­zazioni del genere”, ha det­to De Bona – per­ché unis­cono Regioni e Comu­ni in uno sfor­zo uni­tario, che pro­duce risul­tati migliori rispet­to a inizia­tive singole. 

Parole chiave: -