La banda musicale incontra le scuole per orientare le scelte degli alunni

Primo appuntamento è venerdì con i bimbi delle materne

Di Luca Delpozzo
(g.b.)

La ban­da musi­cale cit­tad­i­na tra i banchi di scuo­la: non è uno scher­zo, ben­sì una serie di lezioni con­cer­to per i ragazzi delle scuole mater­ne, ele­men­tari e medie che saran­no tenute in Sala Radet­zky del­la Caser­ma di Por­ta Verona ven­erdì e saba­to e, l’ultima il 2 otto­bre. «È un’iniziativa che rin­no­va la tradizione di incon­tri tra la ban­da e il mon­do del­la scuo­la», spie­ga Ric­car­do Bisog­no, com­po­nente del diret­ti­vo del com­p­lesso musi­cale di Peschiera. «Un modo per diver­tire, lo spe­ri­amo, i nos­tri gio­vani e gio­vanis­si­mi e, allo stes­so tem­po, dare loro una dimostrazione dell’attività orga­niz­za­ti­va del­la nos­tra scuo­la di musi­ca». Il pro­gram­ma è sta­to prepara­to tenen­do, ovvi­a­mente, con­to delle varie fasce di età. Le lezioni saran­no inter­ca­late da ascolti di brani e pic­cole core­ografie e tut­ti saran­no coin­volti diret­ta­mente nel pro­gram­ma degli incon­tri. Ven­erdì, alle 10, è pro­gram­ma­to il pri­mo appun­ta­men­to riv­olto ai pic­col­is­si­mi delle scuole mater­ne: è pre­vista la pre­sen­za dei bam­bi­ni di Pacen­go oltre ai fre­quen­tan­ti le tre mater­ne del ter­ri­to­rio aril­i­cense, del capolu­o­go, di Broglie e di San Benedet­to. Saba­to sarà la gior­na­ta ded­i­ca­ta agli alun­ni delle scuole ele­men­tari e una set­ti­mana dopo, cioè saba­to 2 otto­bre, a quel­li del­la scuo­la media. «I ragazzi saran­no accolti da nos­tri oper­a­tori e inseg­nan­ti nel­la sede del­la ban­da musi­cale, sit­u­a­ta anch’essa all’interno del­la Cac­cia­tori. Avran­no modo di vedere da vici­no diver­si stru­men­ti a fia­to e a per­cus­sione, sia stori­ci che mod­erni». Domeni­ca 3 otto­bre, appe­na con­clu­so questo ciclo di lezioni con­cer­to, la sede del­la ban­da aprirà le sue porte per la gior­na­ta ded­i­ca­ta alla pro­va atti­tu­di­nale: ogni ragaz­zo potrà provare lib­era­mente i vari stru­men­ti sot­to gli occhi atten­ti degli inseg­nan­ti. «In questo modo», con­clude Bisog­no, “chi­unque sarà inten­zion­a­to a fre­quentare i cor­si del­la nos­tra scuo­la di musi­ca, che prende il via lunedì 4 otto­bre, potrà fare la sua scelta con più sicurez­za gra­zie alla sper­i­men­tazione sug­li stru­men­ti musicali».