Primo concerto della Stagione Sinfonica 2013–2014 al Teatro Ristori

06/11/2013 in Concerti
Di Luigi Del Pozzo

Debut­ta al Teatro Ris­tori la Sta­gione Sin­fon­i­ca 2013–2014 del­la Fon­dazione Are­na di Verona con un con­cer­to tut­to ded­i­ca­to al Clas­si­cis­mo vien­nese gra­zie alle immor­tali com­po­sizioni dei “padri” Haydn, Mozart e Beethoven.

Ven­erdì 8 novem­bre 2013 alle ore 20.00, con repli­ca saba­to 9 novem­bre alle ore 17.00, inau­gu­ra la pro­gram­mazione sin­fon­i­ca la bac­chet­ta del diret­tore tedesco Roger Epple, al suo debut­to con l’Orchestra dell’Arena di Verona.

Il con­cer­to rende omag­gio ai padri del Clas­si­cis­mo pro­po­nen­do la Sin­fo­nia n. 59 in la mag­giore di Franz Joseph Haydn, mai ese­gui­ta dai com­p­lessi are­ni­ani. È più conosci­u­ta come la “sin­fo­nia del fuo­co”, per la natu­ra par­ti­co­lar­mente briosa del pri­mo e del quar­to movi­men­to, o forse per­ché alcu­ni stu­diosi ripor­tano che alcu­ni movi­men­ti del­la sin­fo­nia siano sta­ti uti­liz­za­ti come musi­ca di accom­pa­g­na­men­to per una rap­p­re­sen­tazione del­la com­me­dia Der Feuers­brun­st di Gus­tav Friedrich Wil­helm Groß­mann, ese­gui­ta al castel­lo ungherese di Eszter­háza (a sec­on­da del­la fonte) tra il 1774 ed il 1778.

Segue una pri­ma ese­cuzione nel reper­to­rio del­la pro­gram­mazione are­ni­ana: il Con­cer­to per pianoforte e orches­tra n. 21 in do mag­giore K. 467 di Wolf­gang Amadeus Mozart, che vede solista per la pri­ma vol­ta il pianista Davide Cabassi. Com­ple­ta­to il 9 mar­zo 1785 a Vien­na, è divi­so in tre movi­men­ti: Alle­gro maestoso, Andante e Alle­gro vivace assai. In tut­ti i movi­men­ti lo stru­men­to solista dialo­ga con l’orchestra e pochi sono i momen­ti in cui al pianista viene con­ces­so di esi­bire il pro­prio vir­tu­o­sis­mo, a dimostrazione che per Mozart la strut­tura dell’opera nel suo intero, prevale sul pro­tag­o­nis­mo del­lo stru­men­to solo.

Con­clude la cele­ber­ri­ma Sin­fo­nia n. 5 in do minore op. 67 di Lud­wig van Beethoven. Com­pos­ta tra il 1804 ed il 1808 ded­i­ca­ta al principe Lobkowitz e al con­te Rasumowsky, la sua stesura defin­i­ti­va è del 1807 per essere poi ese­gui­ta il 22 dicem­bre 1808 a Vien­na al teatro An der Wien. Fin dalle sue prime ese­cuzioni sus­ci­ta l’entusiasmo del­la crit­i­ca e del pub­bli­co, tan­to da essere anco­ra oggi la più ese­gui­ta e la più uni­ver­salmente conosci­u­ta delle nove sin­fonie. È con­sid­er­a­ta il par­a­dig­ma del sin­fon­is­mo beethove­ni­ano nel suo saper esprimere le carat­ter­is­tiche del lin­guag­gio del com­pos­i­tore con tan­ta chiarez­za e con­ci­sione.

Fino alla data del pri­mo con­cer­to (8 e 9 novem­bre 2013, in base al turno scel­to) è anco­ra pos­si­bile acquistare l’abbonamento alla Sta­gione Sin­fon­i­ca 2013–2014 pres­so la Bigli­et­te­ria di Via Dietro Anfiteatro e, dal 22 otto­bre, la Bigli­et­te­ria del Teatro Filar­mon­i­co di Verona in via dei Muti­lati 4k.

Oltre agli abbona­men­ti tradizion­ali, ricor­diamo che sono disponi­bili le for­mule Car­net a 4 e 9 ingres­si ai con­cer­ti per costru­ire una pro­pria agen­da di appun­ta­men­ti con gli spet­ta­coli pro­posti dal­la Fon­dazione Are­na di Verona al Teatro Ris­tori e al Teatro Filar­mon­i­co. Novità del­la Sta­gione 2013–2014 gli Abbona­men­ti Fam­i­ly Sin­fon­i­ca pen­sati per gen­i­tori con ragazzi fino ai 15 anni d’età.

cabassi1 (2)