Rinnovate le cariche: Giromina Buoso eletta presidente. Valorizzare il territorio è la priorità del sodalizio

Pro loco, svolta turistica

03/02/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
e.du.

Giromi­na Buoso è la nuo­va pres­i­dente del­la Pro loco di Soiano del Lago. Suben­tra a Raf­fael­la Vis­con­ti. Lo han­no deciso all’unanimità i mem­bri del sodal­izio durante l’assemblea con­vocagta per il rin­no­vo delle cariche. L’incarico di vicepres­i­dente è sta­to affida­to a Ugo Bianchi, quel­lo di seg­re­tario a Gio­van­na Fuci­na. Gio­van­ni Cor­ra­di gestirà le «casse» dell’associazione. Com­pon­gono il diret­ti­vo tre revi­sori dei con­ti e cinque con­siglieri. La Pro loco com­pie quest’anno vent’anni di attiv­ità da quan­do nel 1985 ha inizia­to a muo­vere i pri­mi pas­si, tra un’iniziativa e l’altra, sem­pre sostenu­ta dal Comune di Soiano e da tan­ti spon­sor (oper­a­tori com­mer­ciali, tur­is­ti­ci, arti­giani e altri) che han­no cre­du­to nel prog­et­to pro­mozionale e non solo tur­is­ti­co, ma soprat­tut­to sociale. Negli anni la Pro loco si è dis­tin­ta nel capo delle man­i­fes­tazioni di ogni genere, teatro, spet­ta­coli, incon­tri a tema, man­te­nen­do sem­pre un occhio di riguar­do riv­olto ai gio­vani, per far­li parte­cipi di molte attiv­ità di carat­tere cul­tur­ale e sociale. Un momen­to di cresci­ta per­son­ale che i ragazzi han­no sem­pre con­di­vi­so e apprez­za­to. «Per ricor­dare la nasci­ta del­la Pro loco di Soiano — affer­ma la Buoso — è in pro­gram­ma una mostra che par­lerà dell’ente tramite gior­nali, pieghevoli, riv­iste, opus­coli, fotografie, ogget­ti. Se qual­cuno avesse del mate­ri­ale in propos­i­to è ben accet­to. La dinam­i­ca Pro loco di Soiano — ricor­da la Buoso — è nata vent’anni fa dal­la volon­tà dell’Amministrazione comu­nale di Soiano in cui si sono aggre­gati 50 soci sosten­i­tori con l’intento di pro­muo­vere la local­ità tur­is­ti­ca a liv­el­lo inter­nazionale. L’antico paese immer­so tra ulivi, ole­an­dri e tan­ti fiori, incor­ni­ci­a­to tra col­li­na e lago, con il suo medievale castel­lo, è fra le local­ità più appetibili e belle del­la nos­tra provin­cia. «La Pro loco — con­clude la neo­pres­i­dente -, sem­pre atten­ta e atti­va anche nel cam­po del­la sol­i­da­ri­età. rap­p­re­sen­ta per Soiano una fines­tra ver­so il mon­do con cui dialog­a­re e avere scam­bi cul­tur­ali mirati a far esaltare le tradizioni locali, la labo­riosità e la gen­uinità del­la sua gente».