Profumo di tartufi” sul Garda

05/01/2014 in Enogastronomia
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

L’Associazione Tart­u­fai Bres­ciani, il Comune di Salò, Slow Food Gar­da, con il Patrocinio del­la Provin­cia di Bres­cia Asses­so­ra­to Agri­coltura Agri­t­ur­is­mo, Comu­nità Mon­tana Par­co Alto Gar­da Bres­ciano e GAL Gar­da Valsab­bia, nei giorni 17 – 18- 19 Gen­naio 2014 orga­niz­zano la quar­ta edi­zione del­la Mostra mer­ca­to del Tartu­fo nero pre­gia­to Bres­ciano “PROFUMO DI TARTUFI”, con par­ti­co­lare rifer­i­men­to al mor­fotipo di Salò.

Ques­ta man­i­fes­tazione, che si svolge nel Comune di Salò, è con­sid­er­a­ta la più impor­tante man­i­fes­tazione sul tartu­fo nero pre­gia­to (Tuber melanospo­rum) dell’alta Italia” ammette l’Assessore salo­di­ano all’ambiente Aure­lio Nas­tuz­zo. Essa mira a far conoscere le carat­ter­is­tiche speci­fiche di questo tartu­fo dal pun­to di vista organolet­ti­co e a dif­fondere le oppor­tu­nità eco­nomiche che si pos­sono trarre dal­la colti­vazione.

L’Assessorato all’Agricoltura del­la Provin­cia di Bres­cia, il GAL Gar­da Valsab­bia, il Cen­tro Vitivini­co­lo Provin­ciale e l’Associazione Tart­u­fai Bres­ciani han­no recen­te­mente fir­ma­to un pro­to­col­lo per reperire le risorse allo scopo di sal­va­guardare e svilup­pare il tartu­fo e la tartu­fi­coltura nelle colline bres­ciane.

Nel­la sala dei Provved­i­tori saran­no esposte sia le specie di tartu­fo ammesse alla rac­col­ta ed al com­mer­cio in Italia che altre specie pro­tette e soggette ad una speci­fi­ca autor­iz­zazione alla rac­col­ta che crescono e mat­u­ra­no nel nos­tro ter­ri­to­rio in questo peri­o­do.

Una sala sarà ded­i­ca­ta alla biolo­gia dove gli inter­es­sati potran­no vedere con l’ausilio di micro­scopi come questo fun­go pre­gia­to si unisce in sim­biosi con alcune piante supe­ri­ori.

Una sala sarà ded­i­ca­ta alla let­ter­atu­ra spe­cial­iz­za­ta dove sarà pos­si­bile appro­fondire le conoscen­ze sulle ricerche e sul­la sper­i­men­tazione degli ulti­mi anni.

Nel Log­gia­to del­la Mag­nifi­ca Patria nei giorni di saba­to 18 e domeni­ca 19 gen­naio i tartu­fi­coltori met­ter­an­no in ven­di­ta il tartu­fo nero pre­gia­to prodot­to e rac­colto nelle loro tart­u­faie.

Al ter­mine delle pre­sen­tazioni di ven­erdì e saba­to, l’Associazione tart­u­fai Bres­ciani, Slow Food Gar­da, Con­sorzio Tutela Lugana, Olio Gar­da Dop, Con­sorzio Valte­n­e­si, S. Mar­ti­no del­la Battaglia D.O.C. saran­no lieti di offrire gli aper­i­tivi.

Par­ti­co­lar­mente atte­sa la gara di ricer­ca del tartu­fo che si svol­gerà domeni­ca 20 a par­tire dalle 14.30 nel ring di Piaz­za Vit­to­ria dove decine di cani si cimenter­an­no nelle prove di abil­ità nel­lo sco­vare i tartu­fi.

Altra par­ti­co­lar­ità che sarà pos­si­bile ammi­rare, il famoso Cedro di Salò, ottenu­to dopo decen­ni di ricerche dall’azienda agri­co­la “Gia­co­mi­ni Agrumi”di Salò.

Nelle ser­ate di saba­to e domeni­ca sarà pos­si­bile degustare pres­so la sede del­la mostra mer­ca­to il risot­to al tartu­fo in abbina­men­to ai vini bres­ciani.

Programma della manifestazione

 

Ven­erdì 17

Ore 17,30

Inau­gu­razione Uffi­ciale alla pre­sen­za delle Autorità

Ore 18,00

Pre­sen­tazione del vol­ume “Tartu­fi e tartu­fi­coltura delle terre lombarde“di Vir­gilio Vez­zo­la.

In questo vol­ume, oltre alla descrizione di ven­ti delle ven­ticinque specie di tartu­fo che crescono in Italia, ven­gono descritte le esi­gen­ze eco­logiche e le espe­rien­ze di colti­vazione mat­u­rate in oltre trent’anni di ricer­ca.

 

Saba­to 18

Ore 16.15 CONVEGNO REGIONALE

La tartu­fi­coltura nelle aree di col­li­na e di mon­tagna bres­ciane”

 

Alber­to Lugob­oni, diri­gente Ass. Agri­coltura , inter­ver­rà sul tema “AGRICOLTURA DI MONTAGNA E TUTELA DELTERRITORIO”. Pri­or­ità per UNIONE EUROPEA e REGIONE LOMBARDIA.

Gian­lui­gi Gre­gori, Diret­tore del Cen­tro Sper­i­men­tale di Tartu­fi­coltura di S.Angelo in Vado “ESPERIENZE DI TARTUFICOLTURA NELLA REGIONE MARCHE”.

Andrea Cresci­ni, Pres­i­dente del GAL Gar­da Valsab­bia “NUOVE PROSPETTIVE PER LE REALTAMONTANE ATTRAVERSO LA TARTUFICOLTURA

Loren­zo Berlendis, Resp.di Ter­ra Madre Slow Food Lom­bar­dia “RIPARTIRE DALLLA TERRA: SCENARI E POTENZIALITADA UNA NUOVA AGRICOLTURA

Vir­gilio Vez­zo­la, Pres­i­dente dell’Associazione Tart­u­fai Bres­ciani “ I TARTUFI DELLE COLLINE E DELLE MONTAGNE BRESCIANE.

A chiusura con­veg­no Aper­i­ti­vo. In Piaz­za Vit­to­ria Risot­to con il tartu­fo

 

Domeni­ca 19

Dalle ore 10,00 alle ore12,00 — dalle 14,00 alle 16,00

aper­tu­ra delle mostra e dei banchi ven­di­ta

Alle ore 14,00

Iscrizioni e sfi­la­ta dei cani da tartu­fo

14,30 Gara di ricer­ca del tartu­fo su Ring

Ques­ta com­pe­tizione cinofi­la, che sta con­ta­gian­do tutte le regioni Ital­iane, lo scor­so anno ha cre­ato un gran­dis­si­mo inter­esse. Nel 2012 Era­no pre­sen­ti oltre 22 cani di varie taglie e razze che si sono prodi­gati nelle prove di abil­ità nel­lo sco­vare i tartu­fi.

 

Parole chiave: