Progetto Archeologia-Villa Romana: per il rilancio e la valorizzazione dei beni culturali

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Prog­et­to Arche­olo­gia-: per il rilan­cio e la val­oriz­zazione dei beni cul­tur­ali­Il Liceo Bagat­ta di Desen­zano del Gar­da, la Soprint­en­den­za Arche­olo­gia, belle arti e pae­sag­gio per le province di Berg­amo e Bres­cia, l’Am­min­is­trazione comu­nale di Desen­zano del Gar­da, il Rotary Club di Salò di Desen­zano han­no pre­sen­ta­to, il prog­et­to Arche­olo­gia-.

Al ter­mine del­la pre­sen­tazione, nel palaz­zo comu­nale, si è svol­ta una visi­ta alla Vil­la Romana, dove è sta­to illus­tra­to il set­tore che sarà ogget­to del­lo sca­vo arche­o­logi­co. L’inizia­ti­va, esem­pio di sin­er­gia inter-isti­tuzionale nonché di col­lab­o­razione tra Pub­bli­ca Ammin­is­trazione e mon­do del­l’as­so­ci­azion­is­mo, per­me­t­terà di val­oriz­zare un bene cul­tur­ale di ines­tima­bile val­ore, l’Area arche­o­log­i­ca del­la Vil­la Romana di Desen­zano del Gar­da, e al con­tem­po di attuare, da parte del Liceo Bagat­ta, un per­cor­so di alter­nan­za scuo­la lavoro.

Gli stu­den­ti del Liceo Bagat­ta saran­no coin­volti in due tipi di attiv­ità:

  •  l’aper­tu­ra di uno sca­vo arche­o­logi­co in un set­tore del­la Vil­la, prog­et­ta­to e diret­to dal­la Soprint­en­den­za, con arche­olo­gi spe­cial­iz­za­ti, con il patrocinio del Comune di Desen­zano nonché il cofi­nanzi­a­men­to Liceo-Rotary-Comune di Desen­zano. Lo sca­vo sarà effet­tua­to nei mesi di giug­no-luglio 2017, in una prospet­ti­va pluri­en­nale;
  • l’at­tiv­ità didat­ti­ca di lab­o­ra­tori di gui­da tur­is­ti­ca in lin­gua straniera pres­so la Vil­la Romana a ben­efi­cio dei vis­i­ta­tori del­la medes­i­ma, da attuar­si nel­la pri­mav­era-estate 2017. Anche in questo caso gli esper­ti del­la Soprint­en­den­za col­la­bor­eran­no con la scuo­la per la definizione del quadro didat­ti­co-orga­niz­za­ti­vo.

L’inizia­ti­va risponde a diverse esi­gen­ze: porre in essere una col­lab­o­razione tra diverse Isti­tuzioni, sen­si­bi­liz­zare le nuove gen­er­azioni ai temi del­l’arche­olo­gia, del­la conoscen­za, con­ser­vazione e val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio stori­co locale, attuare l’Al­ter­nan­za scuo­la lavoro (resa obbli­ga­to­ria dal­la Legge N.107/2015), nonché definire una for­ma di resti­tuzione sociale da parte di una pres­ti­giosa Isti­tuzione sco­las­ti­ca ver­so la Comu­nità di apparte­nen­za.

L’azione ver­rà impreziosi­ta dal­l’ap­pog­gio con­vin­to, sec­on­do il prin­ci­pio di sus­sidia­ri­età, da parte di un sodal­izio quale il Rotary, da sem­pre sen­si­bile alle tem­atiche in ques­tione. Il prog­et­to avrà impor­tan­ti ricadute anche sul Ter­ri­to­rio, gra­zie alla fon­da­men­tale regia del­l’Am­min­is­trazione comu­nale di Desen­zano del Gar­da, con­tribuen­do a miglio­rare le capac­ità di accogliere un’uten­za tur­is­ti­ca, sia nazionale che inter­nazionale, qual­i­fi­ca­ta e atten­ta alle offerte cul­tur­ali del­l’area desen­zanese.

Parole chiave: