Attesi in fiera 30 mila visitatori. Torna la rassegna dedicata ad arredamento, edilizia e sposi

Progetto casa, futuro in vetrina

11/09/2005 in Fiere
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

A Mon­tichiari tor­na ad aprir­si una qual­i­fi­ca­ta fines­tra sul mon­do dell’arredamento e del­la casa. Si trat­ta di sette giorni di novità ed even­ti che coin­vol­ger­an­no almeno 30 mila per­sone. Tan­ti sono i vis­i­ta­tori atte­si alla 13esima edi­zine di «Prog­et­to casa», la fiera dell’arredamento, dei com­ple­men­ti d’arredo, dell’edilizia e delle novità per i futuri sposi che si apre il 17 set­tem­bre. La rasseg­na è carat­ter­iz­za­ta quest’anno da diverse novità: due con­veg­ni, una mostra e l’esibizione degli spaz­za­cami­ni. Ma i pro­tag­o­nisti dell’evento ospi­ta­to dal Cen­tro fiera saran­no i 220 espos­i­tori dis­tribuiti nei due set­tori prin­ci­pali: quel­lo ded­i­ca­to all’arredo e quel­lo per gli sposi. Anche l’edilizia tornerà a ritagliar­si un ruo­lo impor­tante nel­la vet­ri­na. E pro­pio al set­tore del «mat­tone» il pres­i­dente del­la Provin­cia Alber­to Cav­al­li ha volu­to dedi­care buona parte del suo inter­ven­to durante la pre­sen­tazione del­la rasseg­na. Cav­al­li ha sot­to­lin­eato che «anche gra­zie all’impegno degli orga­niz­za­tori di Prog­et­to Casa il set­tore dell’edilizia nel bres­ciano non ha conosci­u­to soste e risul­ta anco­ra oggi uno dei motori trainan­ti». Par­lan­do dell’arredamento il leader del Bro­let­to ha osser­va­to che «ai bres­ciani piac­ciono le cose belle ed a Mon­tichiari han sem­pre trova­to le inno­vazioni, come la domot­i­ca». Su quest’ultimo tema si è sof­fer­ma­to anche Rober­to Faustinel­li, vicepres­i­dente del Cen­tro fiera, par­lan­do anche «del sis­tema ener­gia, che va ristrut­tura­to, e nel­la nos­tra fiera si trovano alcune indi­cazioni che non van­no sot­to­va­l­u­tate». È toc­ca­to poi ad Ezio Zorzi, diret­tore del Cen­tro Fiera, ed a Sal­va­tore Cul­casi, ani­ma e coor­di­na­tore dell’evento, pre­sentare in det­taglio il pro­gram­ma ed i con­tenu­ti del­la fiera, scu­san­dosi con i vis­i­ta­tori «se avran­no qualche dis­a­gio per i lavori in cor­so. Sti­amo amplian­do il padiglione Cre­mona e ristrut­turan­do buona parte del­la cit­tadel­la fieris­ti­ca». Lavori che ter­min­er­an­no in pri­mav­era ma che non impedi­ran­no alle migli­a­ia di vis­i­ta­tori del «Prog­et­to casa» di apprez­zare gli stand degli espos­i­tori. «Per molti architet­ti, spe­cial­iz­za­ti nel­la costruzione e ristrut­turazione delle abitazioni, la ricer­ca di armo­nia e pulizia delle forme inizia dalle pareti domes­tiche — ha sot­to­lin­eato Sal­va­tore Cul­casi -. Pro­prio in questo sen­so si svilup­pa uno degli aspet­ti di Prog­et­to casa, ovvero un viag­gio alla ricer­ca del benessere». Mas­si­ma atten­zione è ris­er­va­ta anche al mon­do dell’infanzia ed alla vita all’aria aper­ta, con il suo verde e le soluzioni per chi possiede un gia­rdi­no o un ter­raz­zo. Per giove­di 22 e ven­er­di 23 set­tem­bre è pre­vis­to in fiera un Mas­ter per la qual­i­fi­ca pro­fes­sion­ale di Fumisti (pro­fes­sion­isti del fuo­co) orga­niz­za­to dal­la Anfus. Ven­er­di 23 alle 18 inizierà il con­veg­no dal tito­lo «Cami­ni e caminet­ti, architet­tura del fuo­co» men­tre saba­to 24 e domeni­ca 25 gli spaz­za­cami­ni Anfus Lom­bar­dia alle­sti­ran­no un tet­to per le sim­u­lazioni del loro lavoro. Prog­et­to Casa sarà aper­to dal 17 al 25 set­tem­bre con i seguen­ti orari: saba­to 17 e 24 (14–23), domeni­ca 18 e 25 (10–22,30), 19 e 22 (17–22,30), ven­er­di 23 (17–23). Ingres­so 6 euro (ridot­to 3).