Desenzano, ricoverata per l’incidente in cui morì il padre

Promessa mantenuta Miss Italia telefona a Rino, l’infermiere

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Subito dopo essere sta­ta procla­ma­ta Miss Italia, una delle prime per­sone a cui ha volu­to dare la notizia è sta­to Rino Ste­fanel­li, l’in­fer­miere che l’ave­va assis­ti­ta nelle ore più tristi di quel­la trag­i­ca notte del 13 mag­gio scor­so. Gliel’ave­va promes­so: «Se mi dovesse andare bene, ti chi­amerò» ave­va det­to. Ed Eleono­ra Pedron, la ven­tenne padovana incoro­na­ta Miss Italia 2002 a Sal­so­mag­giore appe­na cinque giorni fa, ha davvero dato la notizia all’in­fer­miere del Pron­to soc­cor­so del­l’Ospedale di Desen­zano. La splen­di­da reginet­ta padovana, orig­i­nar­ia di Cam­posan­pietro ma abi­tante a Bor­goric­co, è lega­to a Desen­zano da un tris­tis­si­mo episo­dio di cronaca. Il 13 mag­gio, Eleono­ra Pedron di ritorno da dov’era si era reca­ta per un provi­no per parte­ci­pare al con­cor­so di Miss Italia, l’au­to sul­la quale si trova­va in com­pag­nia del padre al volante veni­va coin­vol­ta in un pau­roso inci­dente sul­l’au­tostra­da A4, in direzione di Venezia, nel trat­to tra Sirmione e Peschiera. Purtrop­po per il papà di Eleono­ra (la cir­costan­za è sta­ta anche resa nota durante la trasmis­sione in diret­ta su Rai Uno) non c’è sta­to nul­la da fare. L’uo­mo ces­sa­va di vivere durante il tras­bor­do con l’eliambu­lan­za diret­ta a Bres­cia, men­tre la ragaz­za veni­va trasporta­ta al Pron­to Soc­cor­so di Desen­zano. «Ricor­do bene l’episo­dio — rac­con­ta Ste­fanel­li, l’infermiere di Desen­zano spe­cial­iz­za­to in urgen­za — per­chè la ragaz­za intuì la trage­dia che si era abbat­tuta sul­la sua famiglia: qualche ora più tar­di le venne comu­ni­ca­ta la morte del suo papà a Bres­cia. Io l’ho segui­ta in quelle prime ore di ricovero, poi il trasfer­i­men­to nel­la nos­tra Divi­sione di Orot­pe­dia dove rimase, se non ricor­do male, per una set­ti­mana cir­ca». «Lei passò a ringraziar­mi — aggiunge Ste­fanel­li — e volle anche con­grat­u­lar­si per il servizio e la pro­fes­sion­al­ità riscon­trati nel nos­tro ospedale. È sta­ta for­tu­na­ta in quel­la occa­sione; sede­va sul sedile pos­te­ri­ore e questo le ha sal­va­to la vita». E la sera del­l’in­coro­n­azione a Sal­so­mag­giore, Eleono­ra Pedron ha volu­to chia­mare l’in­fer­miere di Desen­zano per dar­gli di per­sona la splen­di­da notizia. Sen­za dimen­ti­care il suo dolce papà che, di ritorno da un viag­gio a Milano per accom­pa­g­narla a un provin­co ha per­so la vita.

Parole chiave: -