Tolto il divieto di balneazione su tutta la sponda veronese, solo due spiagge bresciane restano chiuse. E un nuovo servizio meteo regionale informa i turisti on-line

Promossa l’acqua del Garda

Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

I recen­ti con­trol­li effet­tuati dalle autorità san­i­tarie locali han­no con­fer­ma­to l’ottima salute delle acque del . Sull’intero perip­lo lacus­tre e dei com­p­lessivi 125 pun­ti di pre­lie­vo si reg­is­tra­no infat­ti soltan­to un paio di tem­po­ranei divi­eti, entram­bi a Padenghe, nel bas­so lago bres­ciano in local­ità Por­to e a San­ta Giu­lia. Le ultime anal­isi, del resto, sono risul­tate favorevoli anche per queste due spi­agge, che ver­ran­no quin­di ria­perte ai tuffi se anche il prossi­mo pre­lie­vo con­fer­merà gli esi­ti pos­i­tivi. La dras­ti­ca riduzione dei peri­o­di di non bal­ne­abil­ità reg­is­tra­ta già a par­tire dal­la scor­sa sta­gione è la chiara tes­ti­mo­ni­an­za dell’impegno pro­fu­so sia dal (bres­ciano) che dell’ (veronese) nei lavori di manuten­zione stra­or­di­nar­ia del sis­tema di col­let­ta­men­to, per elim­inare le infil­trazioni d’acqua e i pac­chi rad­i­cali delle piante del col­let­tore cir­cum­lacuale. La buona qual­ità delle acque garde­sane viene garan­ti­ta per i bag­nan­ti dai con­trol­li costan­ti e ripetu­ti nel tem­po dagli uffi­ci di igiene pub­bli­ca delle Aziende san­i­tarie locali, dall’Arpav di Verona, dal lab­o­ra­to­rio di san­ità pub­bli­ca dell’Asl di Bres­cia, dall’Azienda san­i­taria del­la Provin­cia autono­ma di Tren­to. A com­in­cia­re dal­la fine del mese di giug­no è sta­to atti­va­to, da parte del­la , il servizio Gar­dame­teo, con la col­lab­o­razione dell’Arpav. «Questo nuo­vo servizio final­iz­za­to a ren­dere più qual­i­fi­ca­ta l’offerta tur­is­ti­ca del Vene­to e dunque del Gar­da», fa pre­sente l’assessore regionale alle Politiche dell’ambiente Rena­to Chisso, «segue una stra­da già aper­ta dal­la Regione con la cer­ti­fi­cazione ambi­en­tale di alcu­ni campeg­gi del litorale veneziano, cui seguirà quel­la di alcu­ni campeg­gi del Gar­da. In quest’ottica va anche la col­lab­o­razione con l’Arpav per la pre­vi­sione del fenom­e­no delle mucil­lag­gi­ni nell’alto Adri­cati­co». Il servizio con­siste in un bol­let­ti­no speci­fi­co per l’area veronese del Gar­da emes­so ogni giorno intorno alle 18. Questo bol­let­ti­no ripor­ta le pre­vi­sioni per il giorno suc­ces­si­vo e la ten­den­za per ulte­ri­ori due giorni e ha lo scopo di con­sen­tire ai tur­isti di pro­gram­mare al meglio le pro­prie vacanze e le attiv­ità gior­naliere. Il Gar­dame­teo oltre i dati rel­a­tivi al sorg­ere e al tra­montare del sole e del­la luna e all’evoluzione gen­erale del tem­po, for­nisce la direzione e veloc­ità del ven­to, la tem­per­atu­ra e l’umidità rel­a­ti­va. Tut­ti i dati pos­sono essere con­sul­tati col­le­gan­dosi in Inter­net al seguente ind­i­riz­zo: www.arpa.veneto.it.