Promosso a Luogotenente il comandante della stazione Carabinieri di Lazise

18/09/2017 in Attualità
A Lazise
Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Sergio Bazerla

Aria di festa nella caserma dei carabinieri di Lazise per la promozione a Luogotenente del comandante Gian Luca Battaglia, nella foto con il presidente dei carabinieri in congedo Campostrini. E’ il massimo grado apicale della categoria dei marescialli dell’Arma dei Carabinieri.” Una promozione più che mai meritata – sottolinea soddisfatto il sindaco Luca Sebastiano – perché da 11 anni controlla il nostro territorio con professionalità, attenzione, scrupolosità e soprattutto con  umanità, sempre nel rispetto della funzione che ricopre, ma con delicata attenzione.”

Il maresciallo Battaglia, bergamasco di nascita, si è arruolato nell’arma dei Carabinieri nel 1988 ed ha prestato servizio in provincia di Udine, successivamente a Gazzo Veronese, Cerea, Legnago ed infine a Peschiera del Garda. Ha assunto il comando del reparto lacisiense in occasione della apertura ed inaugurazione della nuova caserma in località La Pezza, attigua alle scuole medie, nel maggio 2006, proveniente da Pastrengo dove era comandante della stazione dal 2000.

E’ cittadino onorario di Lazise per iniziativa del sindaco Luca Sebastiano nel corso del suo primo mandato di pubblico amministratore.

Nel 2015 il procuratore della Repubblica di Verona Giulio Schinaia ha conferito al neo luogotenente un encomio pubblico per aver condotto complesse indagini connesse a delitti contro il patrimonio con notevole capacità professionale ed investigativa.

A breve, a fine 2017, per dieci lustri di carriera senza demeriti gli verrà conferita dal Ministero della Difesa la prestigiosa Medaglia Mauriziana.

“Un uomo delle istituzioni che ha sempre “gestito” con grande impegno ma soprattutto con umanità il proprio ruolo, anche con i suoi collaboratori – conferma Bruno Buratto, segretario generale dell’Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche – e proprio per queste sue peculiarità è stato insignito dal Presidente della Repubblica della onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana anni addietro.”

 

Parole chiave:

Commenti

commenti