L’olio migliora Santa Caterina pure. Ricco calendario per la fiera di novembre

Promozione dell’oliva del Garda

24/10/2002 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
Brenzone

La fiera di San­ta Cate­ri­na si rin­no­va. La man­i­fes­tazione nata come fiera agri­co­la, divenu­ta poi rasseg­na folk­loris­ti­ca, che si svolge nel comune di Bren­zone da oltre un sec­o­lo, cam­bia pelle e si adegua ai muta­men­ti dei tem­pi. Scom­par­so il bes­ti­ame che ne deter­minò l’origine, quan­do l’economia del­la zona si basa­va esclu­si­va­mente sull’allevamento e la sil­vi­coltura, ora la fes­ta novem­b­ri­na ruo­ta intorno a quel­lo che è il prin­ci­pale prodot­to agri­co­lo, cioè l’olio. Come spie­ga il vicesin­da­co Giampao­lo Brighen­ti: «Lo scopo del­la nuo­va pro­gram­mazione, che ha este­so la dura­ta del­la fiera a tut­to il mese di novem­bre con vari appun­ta­men­ti e una rasseg­na enogas­tro­nom­i­ca nei ris­toran­ti del­la zona, è quel­lo di rilan­cia­re San­ta Cate­ri­na attra­ver­so la pro­mozione dei locali, l’olio su tut­ti, ma anche castagne, miele, tartu­fi e for­mag­gi. Un’operazione gra­zie alla quale pro­poni­amo Bren­zone anche nel peri­o­do autun­nale, pro­l­un­gan­do una sta­gione tur­is­ti­ca che altri­men­ti si con­cen­tra esclu­si­va­mente in pri­mav­era ed estate». Gra­zie all’organizzazione del­la Pro Loco, durante la man­i­fes­tazione fun­zion­er­an­no stand dove si potran­no assag­gia­re sia bruschette che piat­ti tipi­ci. Ma anche chi vuole conoscere meglio l’olio d’oliva e i suoi impieghi potrà sod­dis­fare le pro­prie curiosità, dal momen­to che in alcu­ni gaze­bo si svol­ger­an­no cor­si e lezioni in cui ver­rà illus­tra­ta la sto­ria del­la pro­duzione olearia e delle tec­niche pro­dut­tive, si farà l’analisi dei pre­gi e dei difet­ti e ver­rà effet­tua­ta una pro­va di degus­tazione allo scopo di evi­den­ziare le carat­ter­is­tiche organolet­tiche dell’olio. Una par­ti­co­lare atten­zione sarà ris­er­va­ta all’uso dell’olio extravergine nel­la cuci­na del Gar­da. È sta­ta man­tenu­ta la mostra con­cor­so «Olive d’Oro», cui si affi­ancher­an­no una mostra fotografi­ca e una ricer­ca sull’argomento effet­tua­ta dagli alun­ni delle scuole ele­men­tari di Bren­zone. Già da tem­po nei pro­gram­mi dell’amministrazione comu­nale di Bren­zone trovano spazio inizia­tive riv­olte alla pro­duzione dell’olio d’oliva. Tra queste l’acquisto dell’oleificio ex Coag. Scopo dell’operazione, anco­ra in cor­so, è la sal­va­guardia del prodot­to tipi­co del­la zona priv­i­le­gian­do i pro­dut­tori agri­coli locali in modo da evitare lo sfrut­ta­men­to del mar­chio a fini spec­u­la­tivi. In ques­ta direzione van­no anche i con­tribu­ti e le inizia­tive sper­i­men­tali per com­bat­tere le malat­tie dell’olivo, in par­ti­co­lare la mosca olearia, purtrop­po molto dif­fusa e peri­colosa per gli alberi. «Rite­ni­amo valide tutte quelle inizia­tive mirate alla val­oriz­zazione e alla pro­mozione del­la pro­duzione dell’olio di Bren­zone», aggiunge il vicesin­da­co Brighen­ti, «e per questo abbi­amo pen­sato di unire i due aspet­ti: la sal­va­guardia del­la tradizione popo­lare rap­p­re­sen­ta­ta dal­la fiera di San­ta Cate­ri­na da una parte e la val­oriz­zazione del nos­tro prodot­to principe dall’altra». Le gior­nate clou sono domeni­ca 3 novem­bre, data d’inaugurazione del­la fiera con il con­cor­so dell’olio extravergine d’oliva e la mostra con­cor­so Olive d’oro; saba­to 23 novem­bre, con la lezione teori­co-prat­i­ca sull’olio nel­la cuci­na del Gar­da, strut­tura­to nell’illustrazione di alcu­ni piat­ti tipi­ci del­la cuci­na del e nell’analisi delle prin­ci­pali carat­ter­is­tiche storiche dei piat­ti, per cui è pre­vis­to l’assaggio. Domeni­ca 24 novem­bre avrà luo­go la con­feren­za su «Olio e olive del Gar­da» e una degus­tazione di for­mag­gi Monte Veronese Dop, di for­mag­gi delle Coop­er­a­tive Man­to­vane e di mieli del abbinati all’. La stes­sa degus­tazione ver­rà repli­ca­ta il giorno suc­ces­si­vo, che san­cirà la chiusura del­la man­i­fes­tazione con la cena di gala, inti­to­la­ta «L’in­sala­ta bene oli­a­ta». Non mancher­an­no momen­ti di intrat­ten­i­men­to musi­cale e regate, tra cui spic­cano il tro­feo l’Oro del Gar­da, rega­ta a vela di match-race, e una rega­ta di gon­do­le veneziane a due remi.