Terminato nei giorni scorsi il trasloco, la nuova “materna” sarà operativa dal 13 settembre, pronta ad accogliere 160 bambini, 20 in più dello scorso anno.

Pronta per il nuovo anno scolastico la scuola dell’infanzia “Karol Wojtyla”

08/09/2010 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

È pronta a spalan­care le porte al nuo­vo anno sco­las­ti­co la nuo­va scuo­la mater­na di Lona­to del Gar­da, inti­to­la­ta a “Karol Wojty­la”, il papa che tan­to amò i bambini.Entro il 13 set­tem­bre gli spazi interni, arredati e tirati a luci­do, saran­no idonei ad accogliere 160 alun­ni lonate­si, 20 in più del­lo scor­so anno sco­las­ti­co. Tra un paio di set­ti­mane gli allievi del­la “Barone Lan­ni Del­la Quara” di Lona­to entr­eran­no nelle aule col­orate e mod­erne del­la nuo­va scuo­la di via Sal­vo d’Acquisto, già inau­gu­ra­ta la pri­mav­era scorsa.«È ter­mi­na­to pro­prio a fine agos­to il traslo­co – comu­ni­ca Vale­rio Sil­vestri, con­sigliere comu­nale con del­e­ga alla Cul­tura e all’Istruzione – dei com­ple­men­ti d’arredo e di quan­to è riu­ti­liz­z­abile nel­la nuo­va scuo­la dell’infanzia, oltre all’installazione di altri arre­di apposi­ta­mente prog­et­tati per inserir­si in questo ambi­ente sco­las­ti­co pen­sato a “misura di bambino”».Grazie all’impegno dell’Ufficio tec­ni­co e dell’Ufficio cul­tura comu­nali, insieme alla col­lab­o­razione di molti inseg­nan­ti – che han­no coop­er­a­to atti­va­mente in ogni fase – il trasfer­i­men­to nel­la nuo­va strut­tura è ter­mi­na­to pun­tual­mente nonos­tante il peri­o­do vacanziero.La sede è ormai pronta per il suono del­la cam­panel­la, il prossi­mo 13 set­tem­bre: «La scuo­la è pen­sa­ta per accogliere in tut­to otto sezioni e cir­ca 200 alun­ni – con­tin­ua Vale­rio Sil­vestri –. Quest’anno sarà oper­a­ti­va con sei sezioni ma, già dal prossi­mo anno, se ne potran­no aggiun­gere altre due. Ora abbi­amo 160 iscrit­ti, inclusi una deci­na di “antic­i­patari” che inizier­an­no a gen­naio; rius­ci­amo così a sod­dis­fare le richi­este di tutte le famiglie lonatesi».Il plesso che si affac­cia su via Roma ha al suo inter­no anche un cen­tro di cot­tura. «La cuci­na si estende per 350 metri qua­drati ed è sud­di­visa in varie “zone”, a sec­on­da del­la fun­zione speci­fi­ca di ognuna. Qui si pre­par­eran­no i pasti da con­sumare inter­na­mente e in segui­to, da dis­tribuire anche agli allievi del­la scuo­la pri­maria “Don Milani” e del­la scuo­la dell’infanzia “De André”», pre­cisa il con­sigliere Silvestri.La “Karol Wojty­la” è spaziosa, con­fortev­ole e molto lumi­nosa. Sono cir­ca 2.000 metri qua­drati, più gli spazi inter­rati, su un’area com­p­lessi­va di cir­ca 5.000 mq. Ci sono inoltre una 70ina di posti auto per i gen­i­tori, più un’altra 20ina di posti interni per il per­son­ale e gli insegnanti.La pianta delle varie sezioni è prog­et­ta­ta a for­ma di fiore: al cen­tro si tro­va l’aula dove i bam­bi­ni si riu­ni­ran­no con le maestre per gio­care e impara­re e, tutt’intorno, a corol­la, si aprono i suoi petali: una pic­co­la ser­ra con acces­so pri­va­to al gia­rdi­no e i servizi igien­i­ci a dis­po­sizione di ogni classe.«Grazie alla preziosa direzione dell’Ufficio tec­ni­co comu­nale, i lavori sono ter­mi­nati pun­tual­mente – affer­ma il vicesin­da­co e asses­sore ai Lavori pub­bli­ci – e noi oggi pos­si­amo con­seg­nare agli alun­ni lonate­si e ai loro inseg­nan­ti una strut­tura didat­ti­ca vera­mente all’avanguardia nonché una scuo­la auto­suf­fi­ciente dal pun­to di vista ener­geti­co, in virtù del­la col­lab­o­razione con la soci­età Gar­da Uno di Padenghe». 

Parole chiave: