Il concorso inizia domani: sono 24 i gruppi che si sfideranno con un repertorio sacro o profano nella chiesa di Santo Stefano. Sabato saranno proclamati i vincitori e domenica è in programma il concerto dedicato all’Unicef

Pronti alla sfida i migliori cori italiani di voci bianche

19/05/2005 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Inizierà domani e pros­eguirà fino a domeni­ca il con­cor­so nazionale Voci bianche «Il Gar­da in Coro», giun­to quest’anno alla terza edi­zione. Parteciper­an­no 24 cori di voci bianche, prove­ni­en­ti da tut­ta Italia. Veni­amo al pro­gram­ma delle tre gior­nate. Il con­cor­so inizierà domani sera con il con­cer­to inau­gu­rale, durante il quale vi sarà il salu­to delle isti­tuzione locali ai cori pre­sen­ti. Inter­ver­ran­no i rap­p­re­sen­tan­ti dell’assessorato alla Cul­tura del Comune di Mal­ce­sine, il cui rap­p­re­sen­tante, Fer­di­nan­do Sbizzera, insieme al sin­da­co Giuseppe Lom­bar­di, ha da subito sostenu­to l’iniziativa pro­pos­ta dell’associazione «Il Gar­da in Coro». Quest’anno il con­cer­to inau­gu­rale vedrà la parte­ci­pazione del coro «Voci bianche Cit­tà di Par­ma», diret­to da Francesca Car­ra, che sarà ospite dell’associazione e che si era dis­tin­to nell’edizione 2003 del con­cor­so, aggiu­di­can­dosi il 2° e il 3° pos­to nel­la cat­e­go­ria «Sacro» e «Pro­fano». Il coro di Par­ma ver­rà introdot­to e salu­ta­to dal coro voci bianche locale, «Le Pic­cole Voci», diret­to dal mae­stro Gian­lui­gi Faval­li: si trat­ta di un grup­po di gio­vanis­si­mi bam­bi­ni e bam­bine di Mal­ce­sine che ormai da alcu­ni anni si ded­i­cano in modo con­tin­u­a­ti­vo e appas­sion­a­to allo stu­dio e alla prat­i­ca del can­to corale, con apprez­z­abili risul­tati. Saba­to nel­la chiesa par­roc­chiale San­to Ste­fano di Mal­ce­sine si ter­ran­no le prove uffi­ciali del con­cor­so durante le quali i cori ver­ran­no sud­di­visi nelle due cat­e­gorie ammesse in fun­zione del reper­to­rio pre­sen­ta­to (pro­fano e sacro). Novità di quest’anno sarà l’obbligo di inter­pretare un bra­no a cap­pel­la per la cat­e­go­ria sacro, men­tre si con­fer­ma l’obbligo del bra­no popo­lare che derivi dal­la regione di prove­nien­za del coro per la cat­e­go­ria pro­fano. A prove con­cluse, men­tre la com­mis­sione giu­di­ca­trice si riu­nirà per definire la clas­si­fi­ca finale, i cori parteciper­an­no alla sfi­la­ta nel paese, per incon­trar­si in piaz­za Statu­to, dove avver­rà la procla­mazione dei cori vinci­tori e dei pre­mi spe­ciali asseg­nati dal­la giuria. Nel­la mat­ti­na di domeni­ca, vis­to il suc­ces­so riscos­so nelle prece­den­ti edi­zioni, i cori potran­no parte­ci­pare alle gite gra­tu­ite, orga­niz­zate dall’associazione «Il Gar­da in Coro». Nel pomerig­gio, infine, si ter­rà il con­cer­to di pre­mi­azione, ded­i­ca­to all’Unicef e alla memo­ria di Papa Gio­van­ni Pao­lo II, al quale parteciper­an­no i tre vinci­tori delle due cat­e­gorie in con­cor­so. Numerosi saran­no i pre­mi asseg­nati, dal momen­to che accan­to ai pri­mi tre clas­si­fi­cati di cias­cu­na cat­e­go­ria, si aggiunger­an­no i pre­mi spe­ciali Feniar­co (Fed­er­azione nazionale ital­iana asso­ci­azioni region­ali corali), Asac (Asso­ci­azione per lo svilup­po delle attiv­ità corali) del­la , Fed­er­azione cori del Trenti­no, Asso­ci­azione alber­ga­tori di Mal­ce­sine e le even­tu­ali men­zioni spe­ciali dec­re­tate dal­la giuria. Sul­la com­po­sizione del­la giuria, la direzione artis­ti­ca ha con­fer­ma­to la pre­sen­za di cinque fra i più impor­tan­ti nomi ital­iani, rap­p­re­sen­ta­tivi del­la realtà nazionale: Gio­van­ni Acciai per la Lom­bar­dia, Gior­gio Maz­zu­ca­to per il Vene­to, Fran­ca Floris per la Sardeg­na, Gio­van­na Con­siglio per il Molise e Felix Resch per il Trenti­no Alto Adige.

Parole chiave: