Gli angeli del Baldo scendono in campo. Esercitazione con utilizzo di elicotteri

Protagonista la Protezione civile

11/10/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Caprino Veronese

Gior­na­ta ded­i­ca­ta alla del com­pren­so­rio del Gar­da- con un con­veg­no al mat­ti­no a Capri­no ed una eserci­tazione, coor­di­na­ta tra i grup­pi di pro­tezione civile, sul monte Bal­do a Mal­ce­sine. E’ questo il pro­gram­ma pre­vis­to per domani, a par­tire dalle 9,30 a Vil­la Nich­eso­la di Capri­no, sede del­la Comu­nità mon­tana. L’ente comu­ni­tario infat­ti, in col­lab­o­razione con la Provin­cia e la , ha orga­niz­za­to un con­veg­no dibat­ti­to sul tema «La pro­tezione civile nel com­pren­so­rio Bal­do-Gar­da». E, dopo il salu­to del pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana, Lui­gi Castel­let­ti, sono pre­visti gli inter­ven­ti dell’assessore regionale ai lavori pub­bli­ci con del­e­ga alla pro­tezione civile Mas­si­mo Gior­get­ti, dell’omologo asses­sore alla Provin­cia Mar­co Truz­zoli, del coor­di­na­tore sovra­co­mu­nale delle squadre di volon­tari di Vicen­za Bicego, ed infine dell’assessore alla pro­tezione civile del­la Comu­nità mon­tana del Bal­do, Gior­gio Cobel­li. «Piani­fi­cazione e diret­tive region­ali», «Sce­nari di ris­chio nel com­pren­so­rio Gar­da-Bal­do», «L’esperienza di Vicen­za» e la «Realtà oper­a­ti­va dei grup­pi di pro­tezione civile nei Comu­ni del Gar­da Bal­do» saran­no gli argo­men­ti trat­tati dai rela­tori, fino ad arrivare alla dis­cus­sione ed al con­fron­to finale, pre­vis­to per le 12. Ma non è tut­to. Al ter­mine dei lavori del con­veg­no infat­ti, buona parte dei rela­tori si sposterà nel Comune di Mal­ce­sine per assis­tere in diret­ta all’esercitazione orga­niz­za­ta da Gian­fran­co Pran­di­ni, respon­s­abile del­la pro­tezione civile di Mal­ce­sine e coor­di­na­tore dei nove grup­pi comu­nali del­la pro­tezione civile del com­pren­so­rio lacus­tre e baldense. La man­i­fes­tazione «Bal­do 2002», infat­ti, orga­niz­za­ta in maniera indipen­dente dal con­veg­no da parte del­la pro­tezione civile e dal grup­po Aib, (Anti incen­di boschivi, n.d.r.), vedrà tut­ti i grup­pi di volon­tari impeg­nati in oper­azioni ed inter­ven­ti sim­u­lati sul monte Bal­do, con l’utilizzo delle apparec­chia­ture e degli eli­cot­teri S 64, Lama ed Ecoureil, soli­ta­mente imp­ie­gati per le urgen­ze boschive a par­tire dalle 14. «Anche lo scor­so anno», ha com­men­ta­to l’ingegner Arman­do Loren­zi­ni, con­sigliere di Coster­mano del­la Comu­nità mon­tana, incar­i­ca­to di orga­niz­zare il con­veg­no di Capri­no, «è sta­ta fat­ta una eserci­tazione sim­i­le a quel­la pre­vista saba­to. E ques­ta sarà l’occasione per con­frontar­si, diret­ta­mente sul cam­po, nonché per capire ed appren­dere le tec­niche d’in­ter­ven­to del­la pro­tezione civile». «Il con­veg­no di Capri­no invece sarà un del­i­ca­to momen­to di con­fron­to, anche alla luce del­la recente del­e­ga delle com­pe­ten­ze da parte regionale alle Province e da queste, almeno nel nos­tro ter­ri­to­rio, alla Comu­nità mon­tana del Bal­do. Un momen­to insom­ma in cui la paro­la d’ordine è conoscer­si meglio per creare sin­ergie ed effi­cien­za tra gli enti».

Parole chiave: