Aumenta la dote della Protezione civile

Protezione civile più attrezzata con i soldi arrivati da Venezia

14/01/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(s.j.)

Aumen­ta la dote del­la . La Regione vene­to, tramite l’assessore Mas­si­mo Gior­get­ti, ha stanzi­a­to per il locale grup­po comu­nale di volon­tari 15.500 euro per mezzi e attrez­za­ture anti­ncen­di boschivi e 2.695 euro per appa­rati di tele­co­mu­ni­cazione. Finanzi­a­men­ti anche per il grup­po del­la Pro­tezione civile di Tor­ri con l’erogazione di 10 mila euro per un mod­u­lo anti­ncen­dio. «La Regione pun­ta al com­ple­ta­men­to delle dotazioni nec­es­sarie al sis­tema di pro­tezione civile, per far sì che pos­sa oper­are al meglio, con la mas­si­ma sicurez­za dei volon­tari, nelle più diverse situ­azioni di emer­gen­za pre­sen­ti nel ter­ri­to­rio vene­to e non solo», affer­ma in un comu­ni­ca­to stam­pa l’assessore di Allean­za Nazionale Mas­si­mo Gior­get­ti com­men­tan­do le delibere con le quali la Giun­ta regionale ha impeg­na­to oltre un mil­ione di euro per mezzi, mate­ri­ali e dotazioni di pro­tezione civile e anti­ncen­di boschivi, da des­tinare a enti locali, asso­ci­azioni di volon­tari e grup­pi comu­nali. «Sti­amo proce­den­do sec­on­do un per­cor­so già indi­vid­u­a­to negli anni pas­sati e che si è affi­na­to nel tem­po», ricor­da Gior­get­ti, «operan­do per un otti­male uti­liz­zo delle risorse finanziarie, per svilup­pare la capac­ità oper­a­ti­va delle diverse strut­ture e grup­pi d’intervento e per miglio­rare il liv­el­lo di coop­er­azione con gli enti locali per ren­dere il sis­tema di pro­tezione civile regionale in gra­do di dare risposte sem­pre più effi­caci, celeri, «pro­fes­sion­ali». Nel­lo stes­so tem­po abbi­amo des­ti­na­to una parte non sec­on­daria dei con­tribu­ti alle dotazioni indi­vid­u­ali di sicurez­za, pro­prio per­chè sia garan­ti­ta al più alto liv­el­lo l’incolumità dei volon­tari, che sono il cuore e il brac­cio del nos­tro sis­tema, dis­tin­tosi da anni nelle più svari­ate occa­sioni: in Vene­to, sull’intero ter­ri­to­rio nazionale e anche all’estero. Nel com­p­lesso, per mezzi e attrez­za­ture di pro­tezione civile oltre 127 mila euro sono sta­ti des­ti­nati diret­ta­mente agli enti locali, men­tre altri 507.700 euro sono sta­ti impeg­nati a favore delle asso­ci­azioni di volon­tari e dei grup­pi comu­nali iscrit­ti all’apposito albo regionale, dan­do pri­or­ità a quel­li che oper­a­no in ambito di coor­di­na­men­to: con­tribu­ti stra­or­di­nari per 386.500 euro sono sta­ti infine asseg­nati alle orga­niz­zazioni di volon­tari anti­ncen­di boschivi per l’acquisizione di automezzi di pron­to inter­ven­to, attrez­za­ture spe­ciali e appa­rati di tele­co­mu­ni­cazione».

Parole chiave: