Circa 300 iscritti al convegno della Comunità del Garda: domani a Torri del Benaco.

Protezione sismica del territorio gardesano

25/09/2013 in Attualità
Di Redazione

Pro­tezione sis­mi­ca del ter­ri­to­rio garde­sano: se ne par­la domani a Tor­ri del Bena­co.

Giovedì 26 set­tem­bre, pres­so il Palaz­zo dei Con­gres­si, si ter­rà il con­veg­no sul tema “Ver­so una cul­tura del­la pre­ven­zione: le strate­gie di pro­tezione sis­mi­ca nel ter­ri­to­rio garde­sano”, orga­niz­za­to dal­la , dall’Uni­ver­sità di Bres­cia (Dipar­ti­men­to di Ingeg­ne­r­ia Civile, Architet­tura, Ter­ri­to­rio, Ambi­ente e di Matem­at­i­ca), dall’Uni­ver­sità dell’Insubria (Dipar­ti­men­to di Scien­za e Alta Tec­nolo­gia) e dal Cen­tro di Stu­dio e Ricer­ca di Sis­molo­gia Appli­ca­ta e Dinam­i­ca Strut­turale. L’in­con­tro inizierà alle 9.30 con il salu­to del pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da , sin­da­co di Tor­ri.

A poco più di un anno dal­la sequen­za sis­mi­ca emil­iana, il con­veg­no mira a fare il pun­to sulle conoscen­ze geo­logiche rel­a­tive alla peri­colosità sis­mi­ca dell’Avanfossa Padana, oltre ad illus­trare le strate­gie attuate per met­tere al cen­tro dell’attenzione dei ricer­ca­tori e dell’opinione pub­bli­ca l’importanza del­la cul­tura del­la pre­ven­zione dei rischi legati agli effet­ti di for­ti ter­re­moti, così come svilup­pa­ta ormai da decen­ni nel ter­ri­to­rio garde­sano, che cos­ti­tu­isce un esem­pio forse uni­co in Italia dal pun­to di vista del­la cul­tura del­la pre­ven­zione sis­mi­ca.

All’incontro, orga­niz­za­to in tre ses­sioni, saran­no pre­sen­tan­ti inter­ven­ti di sis­molo­gia, relazioni riguardan­ti aspet­ti stori­co-cul­tur­ali la pre­ven­zione sis­mi­ca. Ter­min­erà l’incontro una tavola roton­da alla pre­sen­za di respon­s­abili del­la Pro­tezione Civile, Ordi­ni e Col­le­gi pro­fes­sion­ali e ammin­is­tra­tori.

Info e iscrizioni su: www.lagodigarda.it