Delegazione dell’Unione ciclistica internazionale definisce i particolari per le gare di settembre Consegnata al sindaco Pietro Meschi una maglia iridata

Prove di campionato mondiale

07/07/2004 in Sport
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Poco più di un mese fa era sedu­to tra i banchi del­la mino­ran­za con­sil­iare a criti­care il con­trib­u­to di 240 mila euro da erog­a­re alla Mon­di­ali Spa per l’organizzazione delle gare di ciclis­mo a cronometro. Ora, nel­la nuo­va veste di sin­da­co, Pietro Meschi ha rice­vu­to dalle mani di Agosti­no Omi­ni, il vicepres­i­dente dell’Unione ciclis­ti­ca inter­nazionale (Uci), la maglia iri­da­ta dei prossi­mi cam­pi­onati mon­di­ali che si svol­ger­an­no a e Verona. L’incontro, volu­to dagli orga­niz­za­tori dell’evento irida­to, si è svolto nel pri­mo pomerig­gio di ieri al Parc Hotel Grit­ti, la strut­tura ricetti­va che tra la fine di set­tem­bre ed i pri­mi di otto­bre diven­terà la sede del quartiere gen­erale dell’Uci; sono ben 180 le camere già preno­tate. Un appun­ta­men­to cor­diale, pre­lu­dio all’assemblea pub­bli­ca che si svol­gerà mart­edì alle 21 al teatro Coral­lo. «Abbi­amo chiesto agli orga­niz­za­tori di illus­trare ai res­i­den­ti e alle asso­ci­azioni i per­cor­si e gli orari delle cinque gare a cronometro che par­ti­ran­no e arriver­an­no nel nos­tro paese», affer­ma il pri­mo cit­tadi­no. «Ques­ta sarà inoltre l’occasione per conoscere nei det­tagli le man­i­fes­tazioni che si svol­ger­an­no per tre giorni, dal 27 al 29 set­tem­bre, nel ter­ri­to­rio comu­nale e per infor­mare la popo­lazione anche sug­li even­tu­ali dis­a­gi». Al di là del­la con­seg­na del­la maglia iri­da­ta al sin­da­co, la gior­na­ta sul lago del­la del­egazione Uci — rap­p­re­sen­ta­ta anche da Corinne Baume, respon­s­abile mar­ket­ing, e Alec Lenfer­na, coor­di­na­tore delle gare su stra­da — è sta­ta l’occasione per l’ennesimo sopral­lu­o­go. «Si trat­ta di una ver­i­fi­ca con la lente d’ingrandimento del­la zona d’arrivo di Par­co vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio e su come ver­ran­no dis­lo­cate le tri­bune», illus­tra Bat­tista Cailot­to, il coor­di­na­tore tec­ni­co dei Mon­di­ali. In prat­i­ca i pen­noni bianchi delle bandiere ver­ran­no abbat­tuti, sarà allarga­ta la sede di Riva Cor­ni­cel­lo invaden­do una pic­co­la parte dell’area verde, che per l’occasione ver­rà asfal­ta­ta. Qui saran­no posizionati il lun­go camper del­lo spon­sor uffi­ciale, le tri­bune per il pub­bli­co, le radio e le tele­vi­sioni. Le pre­mi­azioni avver­ran­no invece con le spalle al Gar­da, su di una strut­tura metal­li­ca che sarà eretta dove c’è l’ampio lava­toio che digra­da ver­so il lago. La sala stam­pa sarà invece attrez­za­ta nel palazzet­to del­lo sport, che è facil­mente rag­giun­gi­bile da vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio. Le gare saran­no riprese da trenta tele­camere del­la Rai con la regia di Gian­car­lo Tomas­set­ti, che si è bat­tuto con suc­ces­so nei mesi scor­si per con­vin­cere l’Uci a sta­bilire l’arrivo sul lun­go­la­go di Bar­dolino. Una scelta inizial­mente accan­to­na­ta per motivi di sicurez­za ma poi ripresa, dopo adeguate garanzie per l’incolumità dei cor­ri­dori. I per­cor­si Lunedì 27 set­tem­bre Donne Junior km 15,300 Bar­dolino — Cavaion — Cal­masi­no — Veronel­lo — Lazise — Cisano — Bar­dolino Under 23 — km 36,300 Bar­dolino — Gar­da — Coster­mano — Capri­no — Riv­o­li — Sega — Cam­para — Veronel­lo — Lazise — Bar­dolino. Mart­edì 28 Donne Elite — Uomi­ni Junior — km 23,600 Bar­dolino — Cavaion — Ronchi — Pas­tren­go — Lazise — Cisano — Bar­dolino Mer­coledì 29 Pro­fes­sion­isti km 46,300 Bar­dolino — Gar­da — Coster­mano — Capri­no — Paz­zon — Riv­o­li — Sega — Pas­tren­go — San­drà — Colà — Pacen­go — Lazise — Cisano — Bardolino.

Parole chiave: