Provveditore e Capitano, tra Venezia e la Magnifica Patria

08/04/2015 in Attualità, Convegni
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Provved­i­tore e cap­i­tano tra Venezia e la Mag­nifi­ca Patria” è il tito­lo del con­veg­no pro­mosso dall’Ateneo nell’ambito delle cel­e­brazioni per il 450° anno di fon­dazione dell’accademia salo­di­ana, che si ter­rà saba­to 11 aprile nel­la sala dei provved­i­tori del comune di Salò, con inizio alle ore 9,30.

Il prof. Clau­dio Povo­lo e tre ricer­ca­tri­ci dell’ Cà Fos­cari di Venezia trat­ter­an­no del­la figu­ra del Provved­i­tore des­ig­na­to dal sen­a­to vene­to alla reggen­za del­la Mag­nifi­ca Patria del­la Riv­iera, quale emerge dai più recen­ti e mirati stu­di svilup­pati attin­gen­do agli archivi locali e veneziani: quat­to comu­ni­cazioni di appro­fondi­men­to tem­ati­co svilup­per­an­no i lega­mi e le relazioni inter­corse fra la Comu­nità del­la Riv­iera e la Dom­i­nante (dr.ssa Eliana Bia­si­o­lo) e i prob­le­mi del­la sicurez­za e del dis­or­dine sociale (dr.ssa Lau­ra Ama­to); il prof. Povo­lo illus­tr­erà il pro­fon­do legame fra il gov­er­no locale e le nobili casate veneziane dal momen­to in cui si instau­ra­va la par­entela spir­i­tuale, men­tre la dr.ssa Lia De Luca trat­terà l’ultimo avvin­cente tema ded­i­ca­to “agli uomi­ni dietro la car­i­ca pub­bli­ca”.

Il nobile veneziano chiam­a­to a pre­siedere al gov­er­no del­la Mag­nifi­ca Patria rives­ti­va respon­s­abil­ità di carat­tere mil­itare in quan­to Cap­i­tano delle milizie garde­sane, era il camer­len­go del­la cam­era fis­cale di Salò e rico­pri­va la car­i­ca di giu­dice pre­pos­to all’amministrazione del­la gius­tizia crim­i­nale; ma allo stes­so tem­po era il pri­mo difen­sore dell’autonomia politi­co-ammin­is­tra­ti­va del­la Comu­nità del­la Riv­iera, dei suoi statu­ti e degli impor­tan­ti priv­i­le­gi riconosciu­ti da Venezia sin dall’atto del­la pri­ma dedi­zione del 1426.

Dunque una figu­ra com­posi­ta, che per la pri­ma vol­ta sarà anal­iz­za­ta in tut­ta la sua com­p­lessità politi­co isti­tuzionale e soci­o­log­i­ca.

Al ter­mine dei lavori, pro­prio in coin­ci­den­za di questo even­to ded­i­ca­to al “Pro­tet­tore del­la Riv­iera” intorno alle ore 12:30, Rober­to Marai aprirà, per la pri­ma vol­ta al pub­bli­co, le porte dell’antica dimo­ra del Provved­i­tore (Vico­lo Amadei  4), attual­mente di sua pro­pri­età, per l’effettuazione di una visi­ta alla pres­ti­giosa dimo­ra e per un brin­disi.

 

Parole chiave: -