Mercoledì 28 maggio, ore 10.30 inaugurazione della mostra multimediale a Palazzo della Gran Guardia

Psichiatria — Un viaggio senza ritorno”

27/05/2008 in Mostre
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Mer­coledì 28 mag­gio alle ore 10.30, pres­so la sala Polifun­zionale del Palaz­zo del­la Gran Guardia, in piaz­za Brà (davan­ti all’), Dopo gli entu­si­as­man­ti suc­ces­si delle prime due edi­zioni (vis­i­tate da più di 2700 per­sone) ver­rà inau­gu­ra­ta la terza edi­zione del­la mostra mul­ti­me­di­ale itin­er­ante inti­to­la­ta: “PSICHIATRIA: UN VIAGGIO SENZA RITORNO”.La mostra e il con­veg­no sono orga­niz­za­ti da:- Comi­ta­to dei Cit­ta­di­ni per i Dirit­ti Umani Onlus (CCDU)- Tri­bunale per i Dirit­ti del Mala­to;- Cit­tad­i­nan­zAt­ti­va;- Kiwa­nis Inter­na­tion­al;- Gen­i­tori Seprati dei Figli (Gesef)Saranno pre­sen­ti alla cer­i­mo­nia di inau­gu­razione la can­tante lir­i­ca Cecil­ia Gas­dia, l’asses­sore alle pari oppor­tu­nità del Comune di Verona, Vit­to­rio Di Dio, il vicesin­da­co di Nog­a­ra, dott. Pao­lo Ceoli­ni, la con­sigliere comu­nale Rena­ta Fran­chi­ni, il chair­man dis­tret­tuale del Kiwa­nis Inter­na­tion­al, avv. Andrea Di Fran­cia, il diret­tore del CCDU, Mas­si­mo Parrino.La mostra è il com­pen­dio di oltre 40 anni di ricer­ca con inedi­ti fil­mati stori­ci e inter­viste ad oltre 160 pro­fes­sion­isti del­la salute, avvo­cati, inseg­nan­ti, ped­a­gogisti e tes­ti­mo­ni­anze di per­sone che han­no subito soprusi psichi­atri­ci o han­no per­so dei famil­iari a causa dei “trat­ta­men­ti” rice­vu­ti. Tut­to ciò offre innu­merevoli spun­ti di rif­les­sione per leg­is­la­tori, medici, sosten­i­tori dei dirit­ti umani e pri­vati cit­ta­di­ni al fine di riportare la psichi­a­tria entro i con­fi­ni del­la legge, elim­i­nan­done gli abusi. Non si trat­ta di un attac­co indis­crim­i­na­to con­tro la med­i­c­i­na e la cura men­tale, ma l’o­bi­et­ti­vo dichiara­to è quel­lo di infor­mare i cit­ta­di­ni sui moltepli­ci aspet­ti e sfac­cettature del­l’in­dus­tria del­la salute men­tale, e spe­cial­mente di sen­si­bi­liz­zarli sulle vio­lazioni dei dirit­ti umani per­pe­trati in modo par­ti­co­lare ai dan­ni delle cat­e­gorie più deboli.La mostra, ad ingres­so gra­tu­ito, rimar­rà aper­ta fino al 4 giug­no 2008 con aper­tu­ra con­tin­u­a­ta dalle 9.00 alle 21.00

Parole chiave: