Così tre diocesi celebreranno Monte Castello Tignale.

Pubblicato un libro

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La pub­bli­cazione di un libro e le cel­e­brazioni iniziate lo scor­so 14 agos­to (si con­clud­er­an­no l’8 set­tem­bre) ren­der­an­no quest’an­no anco­ra più solenne la tradizionale cer­i­mo­nia che si cel­e­bra a Monte Castel­lo di Tig­nale. Quest’an­no, poi, si toc­cano i cen­to anni dal­l’in­coro­n­azione del­l’im­mag­ine del­la Vergine, di Mon­te­castel­lo. L’inizia­ti­va, con­cretiz­za­ta dalle par­roc­chie di , San Mar­co Evan­ge­lista e dal­la Comu­nità Ere­mo di Mon­te­castel­lo, prevede sig­ni­fica­tive cer­i­monie, già avvi­ate il 14 agos­to scor­so e che pros­eguiran­no il 7 set­tem­bre, con la pro­ces­sione delle ore 20 dal­la chiesa par­roc­chiale al San­tu­ario, con la parte­ci­pazione di mon­sign­or Gia­co­mo Canob­bio, Vic­ario Epis­co­pale. Il giorno suc­ces­si­vo, 8 set­tem­bre, dopo le messe delle 7,30 e delle 9, è in pro­gram­ma la cel­e­brazione delle ore 11, con la parte­ci­pazione dei vescovi delle tre dio­ce­si di Bres­cia (Giulio San­guineti), Tren­to (Lui­gi Bres­san) e Verona (Gian­car­lo Agno­li­ni, del­e­ga­to dal vesco­vo scaligero). Parteciper­an­no i sac­er­doti delle zone pas­torali del Gar­da. Nel pomerig­gio, con­cer­to dei cori “Can­tores ad nives” e “Mon­te­castel­lo” di Tig­nale. Chiusura alle 18, con un’al­tra mes­sa. Le cer­i­monie saran­no antic­i­pate il 4 set­tem­bre alle 20,30 dal­la pre­sen­tazione di un libro fres­co di stam­pa: «Monte Castel­lo di Tig­nale. Un san­tu­ario del Gar­da fra Tren­to e Bres­cia», scrit­to da Enri­co Mar­i­ani ed edi­to da Van­ni­ni. Sarà pre­sente don Liv­io Rota, docente di Sto­ria del­la Chiesa pres­so il Sem­i­nario Mag­giore di Bres­cia. L’in­ten­to del vol­ume è di «delin­eare le vicende del san­tu­ario dalle sue orig­i­ni, sia per quan­to riguar­da le strut­ture edilizie, che per quan­to attiene il vis­su­to reli­gioso, con un taglio sci­en­tifi­co, atten­to ai dati stori­ci e alle più recen­ti scop­erte arche­o­logiche». Le oltre 300 pagine del testo, arric­chite da tabelle con anal­isi demogra­fiche, eco­nomiche, tec­niche, sono introdotte dal vesco­vo San­guineti, felice che «la sto­ria di una chiesa ven­ga scrit­ta. Fat­to impor­tante non solo per le comu­nità tig­nale­si, ma per tut­ti. È un piacere che deri­va dal con­statare anco­ra una vol­ta la ric­chez­za del pat­ri­mo­nio di fede e di cul­tura del­la nos­tra dio­ce­si, e di queste comu­nità attente al loro pas­sato e alla pro­pria sto­ria e nel­lo stes­so tem­po impeg­nate, con intel­li­gen­za e amore, a prog­ettare il futuro». Il vesco­vo ausil­iare, Francesco Beschi, par­la del San­tu­ario in questi ter­mi­ni: «La carat­ter­is­ti­ca che imme­di­ata­mente si pre­sen­ta agli occhi del più sprovve­du­to dei vis­i­ta­tori e del più fer­vente dei pel­le­gri­ni è la sua splen­di­da, nat­u­rale col­lo­cazione. Casa sul­la roc­cia tra ter­ra e cielo, ver­tig­i­nosa­mente a pic­co sul più grande dei laghi ital­iani. La col­lo­cazione del San­tu­ario evo­ca la sto­ria di chiese dioce­sane unite dal­l’ac­qua del lago, nat­u­rale ponte tra sponde diverse». Cesare Can­car­i­ni, il par­ro­co: «I reper­ti, le indagi­ni, le ricerche van­no a toc­care la vis­i­bil­ità che nel tem­po è sta­ta data alla pietà popo­lare, van­no a riv­e­lare una delle espres­sioni con­crete del­la fede che ha ani­ma­to le gen­er­azioni che si sono avvi­cen­date in ques­ta ter­ra». Il sin­da­co tig­nalese, Man­lio Bon­in­con­tri: «Al di là del sig­ni­fi­ca­to artis­ti­co o stori­co del San­tu­ario, per i tig­nale­si Mon­te­castel­lo rap­p­re­sen­ta molto di più. Per ognuno di noi il “San­tu­ario” è “Tig­nale”, sem­plice­mente. Nes­sun luo­go, nes­sun mon­u­men­to del nos­tro mer­av­iglioso ter­ri­to­rio ci appar­tiene e ci rap­p­re­sen­ta in modo così sig­ni­fica­ti­vo e pro­fon­do. Un rap­por­to che risale a tem­pi remoti e che anco­ra oggi con­tin­ua, inter­se­ca le vicende del San­tu­ario di Tig­nale e vi sta­bilisce un legame duraturo. Per ques­ta ragione, ques­ta Ammin­is­trazione non può che guardare con favore ad ogni inter­ven­to che sia mira­to al restau­ro ed alla val­oriz­zazione del San­tu­ario».

Parole chiave: