"II Palafiere non diventerà mai un campo sportivo. Il basket ci può entrare, ma solo per appuntamenti contenuti nel tempo.

Puntualizzazione sul Palafiere

14/06/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

“II Palafiere non diventerà mai un campo sportivo. Il basket ci può entrare, ma solo per appuntamenti contenuti nel tempo: va benissimo il torneo di una settimana, ma non possiamo aprire a caratterizzazioni permanenti che non siano di tipo puramente fieristico. Il comune non ci chieda di sacrificare in questo modo spazio prezioso”. Finalmente una voce ufficiale dalla Palacongressi sul caso (ormai più politico che sportivo) della destinazione sportiva del padiglione “C”, lo scatolone che alla Ballerà dovrebbe ospitare le partite della “Carda Cartiere”. A parlare è Gianni Zontini, presidente di Palacongressi. Un minuto prima il sindaco di Riva, seduto al suo fianco, aveva usato toni diversi, se non opposti, rispondendo alla medesima domanda:”II padiglione “C”, così com’è, può servire anche ad appuntamenti che non siano solo fieristici. Il basket, l’avventura delle “Cartiere” in Bl ci ha fatto sognare. Non avremmo mai immaginato tanta attenzione per un fenomeno sportivo. Stiamo ragionando serenamente: non è vero che in giunta si litiga, semplicemente non abbiamo in mano elementi concreti per decidere. Chiaro, comunque, che non po tremo ignorare la volontà dei 29 consiglieri che hanno firmato per il basket alla Salterà”. Malossini e Zontini si guardano: “D’altronde – dice il presidente di Palacongressi – dal comune non è arrivata alcuna richiesta ufficiale per l’utilizzo del padiglione”. Se mai arriverà sarà dopo il vertice che comune, Palacongressi e Lido dovranno avere, entro questa settimana, con Bruno Santi, presidente della squadra.Ma la questione basket era in realtà solo marginale nell’incontro che ieri mattina ha riunito attorno al grande tavolo di Zontini tutti i volti più noti della politica e dell’imprenditoria locale: Bassetti, Gamba, Nicolli, Meneghelli, Malfer, Remia oltre al direttore di Palacongressi Righi e a Mario Malossini, consulente della società. Arrivano nuovi appuntamenti fieristici (e ne riferiamo nella cronaca economica) mentre si attende ancora la definizione urbanistica dei padiglioni alla Batterà. “Il Prg rivano – diceva ieri Marco Benedetti – è all’esame della commissione urbanistica provinciale. Quanto alla variante del Pup bisognerà aspettare la primavera del 2001 “.Nel frattempo si concluderà il passaggio di consegne tra Palacongressi e Lido di Riva spa. Quest’ultima – recependo gli indirizzi ricevuti dal consiglio comunale – acquisirà la proprietà della struttura fieristica, lasciando mani libere alla Palacongressi che potrà concentrarsi sulla semplice gestione. E mentre Zontini chiede al comune di “smuovere le acque sulla fascia lago”, bisognosa di una riqualificazione urbanistica, Enio Meneghelli ricorda che la qualità della vita sul lago è elevata proprio grazie alla nostra vocazione turistica:”Qui si faceva turismo quando nel resto del Trentino si viveva di pastorizia…”

Davde Pivetti

Commenti

commenti