Q.B. (quanto basta): stili di vita per un futuro equo ad Arco

30/09/2015 in Attualità, Teatro
A Ala
Di Redazione

Basato sug­li scrit­ti di Francesco Gesual­di, Padre Alex Zan­otel­li, Mau­r­izio Pal­lante, Alex Langer, Serge Latouche e molti altri, lo spet­ta­co­lo teatrale «Q.B. — Quan­to bas­ta: stili di vita per un futuro equo» trat­ta degli squilib­ri cli­mati­ci causati dal­l’at­tiv­ità umana per affrontare i temi del­l’im­pronta eco­log­i­ca, del­l’iper­con­sumo del nord opu­len­to, del­la sovran­ità ali­menta­re, del sot­tosvilup­po del sud del mon­do, del ruo­lo delle multi­nazion­ali, delle bot­teghe del com­mer­cio equo, dei grup­pi di acquis­to sol­i­dale (GAS), degli eco­prodot­ti, del­la mobil­ità sosteni­bile, del rici­clo e del riu­so. Lo spet­ta­co­lo va in sce­na all’au­di­to­ri­um dell’oratorio San Gabriele ven­erdì 2 otto­bre alle ore 11 per gli stu­den­ti delle scuole supe­ri­ori, alle ore 21 per tut­ti (ingres­so ad offer­ta lib­era).

Scegliere uno stile di vita sobrio miglio­ra la qual­ità del­la nos­tra vita indi­vid­uale e col­let­ti­va, ci apre a una nuo­va relazione con gli altri ed è la soglia di acces­so a un avvenire di equi­tà tra gli uomi­ni e tra i popoli. Lo spet­ta­co­lo – il testo è di Ercole Ongaro e Fab­rizio De Gio­van­ni, la regia di Fab­rizio De Gio­van­ni – invi­ta a riflet­tere su un mod­el­lo di svilup­po alter­na­ti­vo, ori­en­ta­to alla gius­tizia sociale, alla dig­nità umana e alla sal­va­guardia del cre­ato.

L’inizia­ti­va è dell’associazione Doki­ta Trenti­no — Alto Adi­ge per il decen­nale del­la fon­dazione. Il rica­va­to del­la ser­a­ta sarà des­ti­na­to al prog­et­to di sosteg­no ai minori rimasti soli a sègui­to del pas­sag­gio del tifone Haiyan, ospi­ti del cen­tro Bal­ay Ni Bug­to Emanuel, a Mon­drag­on, nel nord dell’isola di Samar, nelle Fil­ip­pine. Il prog­et­to si con­cen­tra nel set­tore del­la nutrizione, nel servizio di accoglien­za diur­na e, per alcune decine di ragazzi, anche di res­i­den­za not­tur­na, nonché nel­la real­iz­zazione di un orto.