Villa Cortine e Villa Fiordaliso sono alberghi per i «vip»

Quanti storici palazzi sul Benaco

Di Luca Delpozzo
s.z.

Numerose le ville sul Gar­da trasfor­mate in lus­su­osi alberghi o ris­toran­ti. Ricor­diamo, a Sirmione, Vil­la Cor­tine , costru­i­ta dal barone Kurt von Koezeritz nel 1860, con fac­cia­ta neo­clas­si­ca e par­co lus­sureg­giante. Anche Vil­la Omod­eo (Soiano), la sede del min­is­tero del­la Dife­sa ai tem­pi del­la Rsi, diret­to dal mares­cial­lo Rodol­fo Graziani, ha opta­to per le… buche, diven­tan­do il Gar­da Golf. Sem­pre in Valte­n­e­si, la Portesina , abitazione pri­va­ta del sot­toseg­re­tario agli Esteri sem­pre del­la Rsi, Ser­afi­no Maz­zoli­ni, è un campeg­gio, da qualche anno chiu­so per lavori di ristrut­turazione. A Salò la Vil­la Simoni­ni , costru­i­ta dal­l’ar­chitet­to fiorenti­no Ulisse Stac­chi­ni, lo stes­so del­la stazione cen­trale di , nel peri­o­do del­la Rsi min­is­tero degli Esteri, dal ’60 accoglie il Lau­rin del­la famiglia Rossi (Pao­lo è il pres­i­dente degli alber­ga­tori del­la provin­cia di Bres­cia). A Gar­done Riv­iera la vil­la del duca Acquarone ora è una depen­dance del Monte , del­la famiglia Sari. Vil­la Fiordal­iso , costru­i­ta dai con­ti Polenghi di Milano, ai tem­pi del­la Repub­bli­ca sociale ha ospi­ta­to Claret­ta Petac­ci, l’a­mante di Ben­i­to Mus­soli­ni: adesso trasfor­ma­ta in ris­torante, gesti­to da Pep­po Toset­ti. Lun­go l’e­len­co di chi preno­ta per dormire nel let­to del­la Petac­ci. La vic­i­na Torre Rhu­land o S.Marco, del­la Fon­dazione del Vit­to­ri­ale, è una dis­cote­ca di classe. A Fasano , occu­pa­ta dagli addet­ti all’Am­bas­ci­a­ta di Ger­ma­nia, è una beau­ty farm, del grup­po Bagagli­no. Dis­cos­ta dal­la 45 bis, nel­l’ex Vil­la Gar­da dei Bre­da, adibi­ta a con­va­lescen­ziario per gli uffi­ciali tedeschi, ecco lo splen­di­do Hotel Vil­la del Sog­no. L’ospedale S.Corona, per car­diopati­ci, una vol­ta era conosci­u­ta come Vil­la Ben­venu­ti , abi­ta­ta da un musicista. L’ho­tel Gol­fo di Mader­no è l’ex Palaz­zo Bianchi , sede del Par­ti­to fascista repub­bli­cano con a capo Alessan­dro Pavoli­ni. Idem per Vil­la Giu­lia a Gargnano, occu­pa­ta dagli uffi­ciali delle Ss al segui­to del Duce. L’al­tra Vil­la Fel­trinel­li , invece, è di pro­pri­età del­l’ di Milano, che la uti­liz­za per i cor­si estivi.