Padova snobba la staffetta Oggi poliomielitici a San Marco

Quattro pullman a Venezia per parlare con Galan

21/03/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
(s.j.)

Medici e infer­mieri dell’ospedale di Val di Sog­no, uni­ta­mente al sin­da­co Giuseppe Lom­bar­di e al pri­mo cit­tadi­no di Bren­zone Gio­van­ni Zap­palà, saran­no ques­ta mat­ti­na alle 11 davan­ti al Palaz­zo regionale Fer­ro Fini per protestare con­tro la paven­ta­ta chiusura del noso­comio garde­sano. Quat­tro i pull­man par­ti­ti dal Gar­da per affi­an­care l’Associazione inter­re­gionale dis­abili motori (Aidm) che oggi ter­mi­na la staffet­ta in car­rozzel­la par­ti­ta lunedì mat­ti­na da Mal­ce­sine e giun­ta in lagu­na dopo aver incon­tra­to decine e decine di per­sone, sin­daci e autorità politiche. Nes­suno, o meglio qua­si nes­suno, ha chiu­so le porte in fac­cia ai poliomieliti­ci pron­ti a tut­to pur di non vedere dismes­so nel giug­no del 2004 il cen­tro san­i­tario dell’alto lago, l’unico in Italia spe­cial­iz­za­to per il recu­pero degli affet­ti da poliomielite. A non ritenere deg­ne di ascolto le ragioni dell’Aidm l’ammistrazione comu­nale di Pado­va, assente in toto all’incontro pro­gram­ma­to per mer­coledì sera in Pra­to del­la Valle. Ma non solo. «Non si sono nem­meno deg­nati di asseg­nar­ci, come invece ottenu­to in tutte le altre cit­tà e pae­si attra­ver­sa­ti, una pat­tuglia di vig­ili munic­i­pali con com­pi­ti di aprip­ista del­la nos­tra colon­na», rac­con­ta al tele­fono Rober­to Bassi pres­i­dente dell’associazione. «Non vor­rei fos­se un seg­nale in vista dell’incontro richiesto per oggi con il pres­i­dente del­la Regione Galan». Dub­bi che solo oggi saran­no dis­si­pati. «Una cosa è certa»,conclude Bassi: «Se non sare­mo rice­vu­ti da Galan saba­to siamo inten­zionati ad incate­nar­ci alla can­cel­la­ta del palaz­zo regionale».