Il sindaco Sabaini: «Dopo l’emergenza sanitaria è ora di affrontare quella economica».

Raddoppio dei plateatici gratuito per bar e ristornati di Bardolino

16/05/2020 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Redazione

Plateati­ci di bar e ris­toran­ti rad­doppiati gra­tuita­mente per affrontare l’emergenza del set­tore e garan­tire la sicurez­za dei vis­i­ta­tori.

Bar­dolino, sul , si prepara a far ripar­tire la sta­gione tur­is­ti­ca e arrivano dall’amministrazione comu­nale i pri­mi inter­ven­ti per per­me­t­tere a tutte le attiv­ità col­le­gate al tur­is­mo di pot­er lavo­rare rispet­tan­do le indi­cazioni del Gov­er­no.

Per tut­to il 2020, quin­di, ai pub­bli­ci eser­cizi che ne faran­no richi­es­ta, sarà pos­si­bile ampli­are il plateati­co ester­no del doppio rispet­to all’attuale occu­pazione, garan­ten­do una cor­sia di libero acces­so alle abitazioni ed even­tu­ali dirit­ti di terzi, oltre al rispet­to del codice del­la stra­da, dei vin­coli ambi­en­tali e del­la sicurez­za di cose e per­sone: «Dopo aver affronta­to l’emergenza san­i­taria, che for­tu­nata­mente a Bar­dolino è sta­ta con­tenu­ta, ora dob­bi­amo pen­sare a far ripar­tire il tes­su­to eco­nom­i­co del paese – ha spie­ga­to il sin­da­co Lau­ro Sabai­ni –.

L’ampliamento dei plateati­ci rien­tra in un pac­chet­to di inter­ven­ti a sosteg­no dell’economia tur­is­ti­ca che toc­ca i 500 mila euro e che spe­ri­amo pos­sa essere un pri­mo impul­so in atte­sa che arriv­i­no anche dal Gov­er­no gli aiu­ti nec­es­sari a far ripar­tire nel modo più con­sono pos­si­bile tut­to il com­par­to».

Oltre al rad­doppio dei platetati­ci il Comune ha già pre­vis­to il taglio del  50% sull’imposta del­la pub­blic­ità, del 40% dell’OSAP (la tas­sa sui plateati­ci) e del 25% sul­la TARI (rel­a­ti­va ai rifiu­ti), la con­ces­sione del­la pri­ma ora gra­tui­ta nei parcheg­gi e la redazione di un piano di pro­mozione e mar­ket­ing di attuazione imme­di­a­ta: «L’impressione gen­erale è di grande scon­for­to da parte delle attiv­ità eco­nomiche – ha pros­e­gui­to Sabai­ni – ma è indis­pens­abile che il nos­tro ter­ri­to­rio si fac­cia trovare pron­to nel momen­to in cui si potrà tornare a par­lare di tur­is­mo, sia anche solo quel­lo di prossim­ità, almeno nel­la pri­ma fase. Dob­bi­amo fare in modo che tutte le attiv­ità eco­nomiche abbiano la pos­si­bil­ità di riaprire in tut­ta sicurez­za e tute­lar­le il più pos­si­bile, allo scopo di super­are ques­ta tem­pes­ta e atten­dere che torni il sereno al più presto».

Bar­dolino ha fat­to reg­is­trare nel 2019 oltre 2 mil­ioni di pre­sen­ze tur­is­tiche, sen­za con­tare l’afflusso di vis­i­ta­tori occa­sion­ali che durante tut­to l’anno fre­quen­tano la cit­tad­i­na sul Lago di Gar­da per goder­si le passeg­giate e il cen­tro stori­co:  «È chiaro a tut­ti che non sarà pos­si­bile ritornare sul breve peri­o­do ai numeri che abbi­amo sem­pre reg­is­tra­to negli ulti­mi anni – ha con­clu­so Lau­ro Sabai­ni – ma sti­amo veden­do come sia tan­ta l’attesa per pot­er tornare a Bar­dolino e ne sono tes­ti­moni le migli­a­ia di mes­sag­gi e mail che ogni giorno arrivano sia nel­la sede comu­nale che all’ente di pro­mozione tur­is­ti­ca, la Fon­dazione .

Il nos­tro aus­pi­cio è di pot­er essere una delle prime mete da pot­er vis­itare una vol­ta che sarà pos­si­bile spostar­si per tur­is­mo, poten­do garan­tire ampi spazi ver­di, strut­ture preparate e accoglien­za di prim’ordine». Per la richi­es­ta di ampli­a­men­to del plateati­co le imp­rese inter­es­sate pos­sono già scari­care sul sito del Comune il mod­u­lo e una vol­ta com­pi­la­to inviar­lo agli uffi­ci com­pe­ten­ti.

Parole chiave: - -