La mitica barca vincitrice di cinque «Centomiglia» ha un nuovo proprietario

«Raffica» cambia bandiera: l’ha comprata il signor Muller

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

Bat­te bandiera tedesca la bar­ca dei record del­la «», la gara vel­i­ca sim­bo­lo del Gar­da. «Raf­fi­ca», la splen­di­da Lib­era che ha vin­to cinque edi­zioni del­la clas­si­ca com­pe­tizione, è sta­ta infat­ti ven­du­ta dal suo pro­pri­etario e arma­tore Loren­zo Riz­zar­di all’in­dus­tri­ale tedesco Gerd Muller, solo omon­i­mo del leggen­dario cen­tra­van­ti del­la nazionale tedesca degli anni Set­tan­ta. La trat­ta­ti­va sarebbe anda­ta avan­ti per un bel po’, poi alla fine tra i due impren­di­tori è sta­to rag­giun­to l’ac­cor­do sul­la base, sem­bra, di una som­ma tra i 100 e i 150 mil­ioni di lire. Un impor­to uffi­ciale ma sicu­ra­mente in difet­to, con­sid­er­a­to che «Raf­fi­ca» è tut­to­ra una sig­no­ra imbar­cazione da rega­ta. Muller, tra l’al­tro, è un velista assai noto sul Gar­da, per­chè è arma­tore di «Tele­box» e ha posse­du­to svariati scafi del­la classe Lib­era. Ren­zo Riz­zar­di, impren­di­tore nel set­tore por­tuale orig­i­nario di Idro ma abi­tante a Bres­cia e a Maner­ba, dove gestisce con un socio il por­to pri­va­to di Dusano, adesso vol­ta pag­i­na e sta cer­can­do una nuo­va bar­ca da rega­ta. Gli abbi­amo chiesto se pro­va nos­tal­gia sen­za la sua «Raf­fi­ca». «Direi di no — sot­to­lin­ea -, il prog­et­to Raf­fi­ca (che ricor­da i nomi di mia figlia Raf­fael­la e mia moglie Car­la) risale a nove anni fa; nel frat­tem­po si è ver­i­fi­ca­ta una notev­ole evoluzione nel mon­do delle barche da rega­ta, evoluzione tale che mi per­me­tte ora di costru­ire una nuo­va bar­ca com­pet­i­ti­va, vin­cente. Tra un anno o due al mas­si­mo dovrebbe essere pronta». Sarà dunque un’al­tra maxi-lib­era? «Sì, ripeto, sto già lavo­ran­do­ci». Chi sarà il prog­et­tista? «La razion­al­ità mi dice di ripetere anco­ra l’es­pe­rien­za con Bruce Farr, però…». Chi sarebbe l’al­tro a cui pen­sa? «Un ital­iano, un garde­sano per la pre­ci­sione, che è assai bra­vo: Umber­to Fel­ci». «Raf­fi­ca» è sta­ta costru­i­ta nel 1992 dal Cantiere Patu­cel­li di Gargnano su prog­et­to del neoze­landese Bruce Farr, che ave­va già all’at­ti­vo scafi che han­no scrit­to le migliori pagine del­la sto­ria del­la «Cen­tomiglia»: «Far­r­net­i­cante», «Gri­fo», «Lil­lo» tan­to per ricor­darne alcu­ni. Negli anni Novan­ta è sta­ta pro­prio la bar­ca di Riz­zar­di a dettare legge nel­la clas­si­ca garde­sana, andan­do a vin­cere cinque edi­zioni con alla gui­da quat­tro diver­si skip­pers: Bal­leri­ni, Dusan Puh, Bena­mati e il desen­zanese Luca Vale­rio, por­ta­col­ori del­la Fraglia Vela Desen­zano. «Raf­fi­ca» però ha stra­bil­ia­to anco­ra con­qui­s­tan­do altri pres­ti­giosi tro­fei, come due «Deutsch­land Cup» e tre «Bol d’Or», oltre a decine di regate garde­sane (dal «Gor­la» alla Cop­pa del Garda).

Parole chiave: