Allegria, divertimento ma anche contenuti educativi per i più piccoli

Rassegna “teatro ragazzi” a Desenzano

11/01/2008 in Teatro
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Gran­di spet­ta­coli per pic­coli spet­ta­tori. Una selezione delle prin­ci­pali com­pag­nie di teatro spe­cial­iz­zate ani­merà la ses­ta edi­zione del­la rasseg­na inver­nale di teatro per bam­bi­ni pro­mossa dall’Assessorato alla Cul­tura del Comune di Desenzano.Il pro­gram­ma è arti­co­la­to in otto spet­ta­coli, di cui tre a paga­men­to in gen­naio (domeni­ca 13, 20 e 27) pres­so il Teatro “San Michele Arcan­ge­lo” di Riv­oltel­la e cinque gra­tu­iti il 5 feb­braio, mart­edì di , in con­tem­po­ranea a Desen­zano, Riv­oltel­la e nelle frazioni di Cen­te­naro, Vac­caro­lo e San Mar­ti­no del­la Battaglia.La direzione artis­ti­ca del­la rasseg­na è affi­da­ta alla prova­ta espe­rien­za del “Teatro lab­o­ra­to­rio del Mago” di Man­to­va con­dot­to da Mau­ro Tirelli.SPETTACOLI DELLA RASSEGNA – Ingres­so 3 €Teatro San Michele Arcan­ge­lo — Riv­oltel­laDOMENI­CA 13 GENNAIO 2008 ore 15.00 IL SIGNORE DELLE TORRI NERETEATRO LABORATORIO DEL MAGO (Man­to­va) — BURATTINI, PUPAZZI E FANTOCCIE’ l’avventurosa sto­ria di Gigi, che arri­va in un paese sconosci­u­to popo­la­to dai per­son­ag­gi dei suoi giochi e delle sue espe­rien­ze infan­tili. Lì si tro­verà ad affrontare il ter­ri­bile “Sig­nore delle Tor­ri Nere” che rap­p­re­sen­ta le pic­cole gran­di pau­re di un bam­bi­no. Con quest’incontro Gigi si tro­va fac­cia a fac­cia con le sue emozioni e dovrà super­are prove e peri­coli pre­sen­tati attra­ver­so l’ironia e la comicità.DOMENICA 20 GENNAIO 2008 ore 15.00 BIG FIVE, A SAVANA BIG ANIMALS SHOWGIGIO BRUNELLO (Tre­vi­so) — NARRATORE E SCULTURE MECCANICHE DI ANIMALI IN LEGNO.Storie di ani­mali rac­con­tate e vis­sute. I pro­tag­o­nisti sono scul­ture di ani­mali di leg­no con mec­ca­n­is­mi e suoner­ie, copie poet­iche e defor­man­ti del­la natu­ra: il viag­gio vit­to­rioso di una famiglia di paperi den­tro il ven­tre del coc­co­drillo; l’amore dis­per­a­to del cac­cia­tore Urga per Uacca la zebra; il Gran Tour di un gio­vane rinoceronte che sogna la neve e la sua asce­sa al monte Kilimangiaro.DOMENICA 27 GENNAIO 2008 ore 15.00 MIAOOO STORIE DI GATTICENTRO TEATRALE DI FIGURE UMBRE (Peru­gia) — ATTORE E PUPAZZI.E’ la sto­ria di un gat­ti­no di nome Lil­lo e del­la sua vita ric­ca di scop­erte e di avven­ture, ambi­en­tate nei tet­ti di una cit­tà e in un cor­tile. Vivrà avven­ture peri­colose che rius­cirà a super­are e diven­terà adul­to, rius­cen­do nel finale a scon­fig­gere un brut­to topone e a far­si accettare da un cane sornione, che lo perse­gui­tano sin da pic­co­lo. Alla fine rin­con­tr­erà la gat­ti­na di cui si innamor­erà e inizierà così un nuo­vo ciclo.SPETTACOLI DEL 5 FEBBRAIO 2008 Ore 16 – Ingres­so liberoTEATRO SAN MICHELE ARCANGELO – Riv­oltel­laIL SOGNO DI TARTARUGAIL BAULE VOLANTE (Fer­rara) — PUPAZZI, MASCHERE E MUSICA DAL VIV­OTar­taru­ga fece un sog­no. Sognò un albero che si trova­va in un luo­go seg­re­to. Sui rami dell’albero cresce­vano tut­ti i frut­ti del­la ter­ra: banane, dat­teri, noci di coc­co, mel­oni, miglio man­io­ca e tan­ti altri. Tar­taru­ga rac­con­tò il sog­no agli altri ani­mali. Ma tut­ti ris­ero: “E’ solo un sog­no” dice­vano, “No” replicò Tar­taru­ga “sono sicu­ra che esiste davvero. Andrò da Non­na Koko e lei saprà dir­mi dove cresce”, “Andrò io, tu sei trop­po lenta” disse la scim­mia e si mise in viag­gio. Ma ai sog­ni occorre credere fino in fon­do per­ché si avveri­no. E soprat­tut­to non bisogna avere fret­ta! Tar­taru­ga tut­to questo lo sa molto bene. Tar­taru­ga aspet­to con la sua nota pazien­za , così alla fine…TEATRO GIOVANNI XXIII – Desen­zanoIL BRUTTO ANATROCCOLOTIEFFEU (Perug­i­na) — PUPAZZO E ATTORE­Lo spet­ta­co­lo agisce con i rit­mi tipi­ci del rac­con­to di fiabe: la nasci­ta, la scop­er­ta del mon­do e l’emancipazione si susseguono con l’apertura delle pagine di un grande libro. Il Brut­to Ana­troc­co­lo incon­tra diver­si ani­mali, ognuno dei quali rap­p­re­sen­ta dei ruoli speci­fi­ci nel per­cor­so di eman­ci­pazione, in quan­to il brut­to ana­troc­co­lo non è brut­to ma è sem­plice­mente un cigno…ORATORIO S. MARTINO DELLA BATTAGLIA ORE 16.00LE PERIPEZIE DI ARLECCHINO NATO AFFAMATOORTOTEATRO (Por­de­none) — BURATTINI, ATTORI E MUSICA DAL VIVO­Lo sape­vate? Un giorno l’allegria fece un uovo, il sole e la luna lo covarono. E da quell’uovo nacque Arlecchi­no. Ma anche se nacque adul­to, par­lante e pen­sante, Arlecchi­no nacque nudo, come tut­ti gli altri. Ma allo­ra per­ché ha quel­lo stano vesti­to di stoffe di tut­ti i col­ori, e quel buf­fo berret­to in testa?Una inedi­ta sto­ria sul­la più famosa maschera ital­iana, tramite un viag­gio diver­ti­to e gio­coso tra i per­son­ag­gi più diver­ten­ti del­la tradizione del­la Com­me­dia dell’Arte: Brighel­la, il Dot­tor Bal­an­zone, Pan­talone, Colom­bi­na e il Capitano.ORATORIO VACCAROLOVALIGIE ED ALTRE STORIETEATROMBRIA (Firen­ze) — TEATRO D’OMBRELa vali­gia è il pretesto fan­tas­ti­co dal quale nasce lo spet­ta­co­lo, essa ci ripor­ta al viag­gio, alla memo­ria di un viag­gio, le emozioni, gli incon­tri e le fan­tasie. Gli ani­ma­tori, due ele­gan­ti viag­gia­tori arrivano con le loro valigie. Le aprono… gli scher­mi si accen­dono e la magia ha inizio. Pren­dono vita sei sto­rie, legate tra loro da un filo sot­tile ed impal­pa­bile… l’amore. L’amore ora sog­na­to ora vis­su­to, ora incon­tra­to ora per­du­to. Impre­vis­to, cal­co­la­to, vio­len­to, ten­ero, arri­va da fuori, entra nel­lo scher­mo, s’ingrandisce, lo attra­ver­sa e tor­na infine nel­lo spazio, las­cian­do le valigie vuo­te­O­RA­TO­RIO CASTELVENZAGO/CENTENAROSTORIE MANNARETEATRO LABORATORIO DEL MAGO (Man­to­va) — ATTORE, BURATTINI e PUPAZZ­I­La bel­la principes­sa Rosaspina è sta­ta rapi­ta ed un tremen­do incan­tes­i­mo le è sta­to inflit­to dal mal­va­gio abi­tante del castel­lo nel quale è pri­gion­iera. In un luo­go non ben defini­to due bam­bi­ni, vit­time del malefi­co influs­so del­la luna piena, subis­cono una strana trasfor­mazione ma la loro ami­cizia li porterà a vivere un’avventura gioiosa e fan­tas­ti­ca. Fagi­oli­no e San­drone saran­no i pro­tag­o­nisti di un’avventura moz­zafi­a­to e le loro ges­ta saran­no il filo con­dut­tore che unisce queste due sto­rie nat­u­ral­mente… mannare.

Parole chiave: