Una sera di Ferragosto in otto paesi Tutto è pronto per far felici gli ospiti Ma anche nei tre centri... nordici non si scherza con gli spettacoli

Remi, suoni, stand e fuochi sul basso Garda

15/08/2002 in Manifestazioni
A Affi
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Affi

Pen­sare a Fer­ragos­to è immag­inare una mag­i­ca ser­a­ta d’estate, al chiar di luna, improvvisa­mente scos­sa dai lampi col­orati di mille fuochi d’artificio, mag­a­ri in riva al lago. Ma non è solo questo il 15 agos­to sul­la Riv­iera degli Olivi e non bas­ta una sera, ai garde­sani, per inneg­gia­re all’estate. Ogni Comune pro­pone qual­cosa di spe­ciale: da Castel­n­uo­vo a Peschiera, da Lazise a Bar­dolino, da Gar­da a Tor­ri, da Mal­ce­sine a Bren­zone. « Peschiera a Fer­ragos­to, pos­tic­i­pa la tradizione pirotec­ni­ca al 18», spie­ga Gianan­to­nio Fratu­cel­lo, con­sigliere, con del­e­ga al tur­is­mo. «I nos­tri fuochi saran­no accom­pa­g­nati da musi­ca», con­tin­ua. «Ma tut­ta la gior­na­ta è un susseguir­si di even­ti: gli sbandier­a­tori di Mon­ta­ganana alle 17, il Palio delle Mura alle 18,30,una com­pe­tizione remiera con barche tipiche di pesca­tori ria­dat­tate per la com­pe­tizione». A Castel­n­uo­vo , la fes­ta per Fer­ragos­to (dal 15 al 18) è sta­ta prepara­ta a rit­mi fre­neti­ci, ma come un imper­a­ti­vo cat­e­gori­co per­ché il comi­ta­to Ami­ci di Ronchi devolve il rica­va­to in benef­i­cen­za. «Tut­to andrà a tre per­sone malate, il resto all’ospedale di Pado­va ‘Salus Pueri’», riferiscono. La «quat­tro giorni», cui col­lab­o­ra­no anche Ammin­is­trazione, Pro loco e , è ogni giorno spe­ciale: «C’è sem­pre musi­ca e la cuci­na non si fer­ma.. . E poi c’è una cena ris­er­va­ta. Ven­erdì invi­ti­amo gli abi­tan­ti di Ronchi che han­no com­pi­u­to 65 anni». Si chi­ude domeni­ca con i fuochi sull’acqua e rin­fres­co offer­to ai pre­sen­ti. A Lazise, la ser­a­ta dell’Assunta è ded­i­ca­ta alla musi­ca, e per tut­to il mese è un tripu­dio di suoni e reper­tori vari. L’appuntamento è nell’ are­na del Par­co Giochi Comu­nale del castel­lo, ore 21. «Il giorno di Fer­ragos­to tor­na il rock soft di un grup­po di Affi, ospite anche il 29», spie­gano all’ufficio Man­i­fes­tazioni. Note clas­siche con il Grup­po Filar­moni­ci saba­to 17, ser­a­ta etni­ca e musi­ca «lounge» domeni­ca 18, jazz il 23. Per gli aman­ti del pirotec­ni­co Lazise pos­tic­i­pa. «Saran­no a chiusura del­la fes­ta dell’Ospite, che si svolge dal 23 al 25», spie­gano gli addet­ti. Il cen­tro sarà tut­to da per­lus­trare: spet­ta­coli, stand golosi, ban­car­elle, musi­ca. La ‘chic­ca’ è la sfi­da del­la Cuccagna. Agos­to chi­ude con la Fes­ta di fine Estate, il 30. Res­ta il Can­ta­la­go, a set­tem­bre. Bar­dolino per Fer­ragos­to non orga­niz­za even­ti. «Da noi arri­va sem­pre moltissi­ma gente quin­di las­ci­amo i nos­tri ospi­ti ‘liberi’», esor­disce Ste­fano Tagli­a­fer­ri, asses­sore al tur­is­mo ed al bilan­cio. «Il cen­tro, con i suoi negozi, i suoi locali, i bar, i ris­toran­ti le gela­terie atti­ra tan­tis­si­mo», con­tin­ua. «Seguen­do le indi­cazioni dei com­mer­cianti, si è prefer­i­to ani­mare il mese in date prece­den­ti o suc­ces­sive al 15. Ad esem­pio, nel par­co di Vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio, oggi c’è il Can­ta­la­go con la finale regionale di Miss Italia. Il 23 musi­ca anni Set­tan­ta; dal 23 al 25 “Un,Due, Tlè”, una rasseg­na artis­ti­ca per le vie del cen­tro. E ci sono sem­pre ser­ate di teatro all’aperto, musi­ca clas­si­ca nel­la chiesa di S. Severo». Dif­feren­zian­do l’offerta e allun­gan­do i tem­pi, «si antic­i­pano gli arrivi e ritar­dano le parten­ze» A Cisano, a set­tem­bre, la «Sagra dei Osei»: sug­ges­ti­vo il gran finale pirotec­ni­co sull’acqua. A Gar­da l’appuntamento sim­bo­lo è il Palio delle Con­trade. «E’ una fes­ta anti­ca, il ful­cro è la sfi­da tra Con­trade per vin­cere il palio cioè la stat­ua dell’Assunta, patrono del paese. E’ una fes­ta coin­vol­gente», ricor­da Anto­nio Pasot­ti, asses­sore al tur­is­mo e alla cul­tura. «Sfi­lano i ‘cos­tu­mi’ estivi, si esi­bis­cono sbandier­a­tori, ci sono coristi e com­parse. Il momen­to cul­mi­nante è la gara tra le imbar­cazioni». Per Gar­da i fuochi sono un van­to. «Sono uno spet­ta­co­lo pirotec­ni­co uni­co, pen­si­amo di parte­ci­pare ai cam­pi­onati europei». Poi gli even­ti con­tin­u­ano, c’è pure una mostra fotografica.

Parole chiave: