Presentato il piano che entrerà in vigore il prossimo anno. Ora l’esame del Consiglio comunale. Esenzione nel centro storico. Mega parking vicino alla Casa di riposo

Residenti, la sosta è gratis

13/10/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Il coman­dante del­la di Salò Ste­fano Tra­ver­so e l’assessore Nir­vana Grisi han­no illus­tra­to il piano del­la sos­ta, che dovrebbe entrare in vig­ore nei pri­mi mesi del 2006. Si trat­ta di un argo­men­to che, da tem­po, fa dis­cutere. «L’obiettivo pri­mario – affer­ma Tra­ver­so, grande appas­sion­a­to di vela e di ciclis­mo — è di invogliare la gente a parcheg­gia­re all’esterno per le soste pro­l­un­gate: in piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà, dove il saba­to si svolge il mer­ca­to, nelle vic­i­nanze delle piscine e del boc­cio­dro­mo, o nel ter­reno ex Pedrazzi, a fian­co del­la casa di riposo». Quest’ultima area, già usa­ta come valvola di sfo­go nelle gior­nate di mag­giore affluen­za di auto­mo­bilisti, sarà sis­tem­a­ta posan­do stac­cionate in leg­no, cre­an­do un fon­do in ghi­a­ia e una idonea illu­mi­nazione. Si real­izzer­an­no 424 posti auto. Ver­rà cre­ato anche uno spazio inter­no per la fer­ma­ta dei bus di lin­ea, attual­mente obbli­gati ad arrestar­si sul­la car­reg­gia­ta, con l’im­me­di­a­ta for­mazione di lunghe code. «Vogliamo poi instal­lare altri par­cometri –pros­egue il coman­dante -. Ad esem­pio su tut­ta via Brunati (oggi si paga solo nel trat­to iniziale, dal­la torre dell’orologio alla stazione dei bus e nei pres­si), all’inizio di via IV Novem­bre (da via Garibal­di a piaz­za Bezzec­ca), e, ma solo il saba­to, la domeni­ca e nei fes­tivi, in piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà e sul­la super­fi­cie ex Pedrazzi». «Per quan­to riguar­da il cen­tro stori­co – aggiunge — abbi­amo già isti­tu­ito cinque zone lim­i­tate ai res­i­den­ti, gra­tu­ite: in via Gas­paro, cui aggiun­ger­e­mo via Tri­este; nel tri­an­go­lo via Pietre Rosse – via Ober­dan – via Sil­vio Pel­li­co; largo Dante Alighieri e din­torni; piaz­za S. Anto­nio, alle spalle del Palaz­zo munic­i­pale; via Fan­toni. Siamo inten­zionati a intro­durre la ses­ta, riguardante piaz­za Bres­ciani, Leonar­do da Vin­ci e S. Bernardi­no. Ebbene, i res­i­den­ti nel cen­tro stori­co avran­no un dis­co che per­me­tte di sostare nel­la loro zona sen­za pagare nul­la». I salo­di­ani che invece abi­tano più all’esterno (alle Rive, a Vil­la, Cunet­tone, Ren­zano, Bar­bara­no, ecc.) potran­no riti­rare un pass par­ti­co­lare, uno per ogni famiglia, che con­sen­tirà di fer­mar­si gra­tuita­mente in qual­si­asi momen­to, dal lunedì al ven­erdì, negli spazi del cen­tro stori­co delim­i­tati dai par­cometri, o, il saba­to e i fes­tivi, nei due piaz­za­li sopra citati (Mar­tiri del­la Lib­ertà, ex Pedrazzi), fino a un totale di 150 ore annue. «L’in-put – con­clude Tra­ver­so- è arriva­to dal sin­da­co Gian­pietro Cipani. Il piano del­la sos­ta che pre­sen­ti­amo andrà in con­siglio, e potrà essere miglio­ra­to. Adesso dob­bi­amo rac­cogliere i dati, sti­lare i pre­ven­tivi, effet­tuare un’accurata relazione su costi e ben­efi­ci. Pen­si­amo di intro­durre queste mis­ure nei pri­mi mesi del 2006». Nel­lo scor­so mese di giug­no un comi­ta­to pro­mo­tore che si riconosce nelle posizioni del cen­trosin­is­tra, com­pos­to da Ste­fano Zane, Patrizia Marazzi, Luciana Mat­ti­oli, Luca Mondinel­li, Erminio Ron­d­i­na, Anto­nio Bon­tem­pi, si è dato da fare rac­coglien­do 1.312 firme, per invitare la giun­ta comu­nale ad atti­vare un sis­tema di appli­cazione di tar­iffe dif­feren­zi­ate per i par­cometri, a ben­efi­cio dei res­i­den­ti. Dopo avere ricorda­to che la tar­if­fa, un euro e 20 all’o­ra, è una delle più alte dell’intera provin­cia, nel­la petizione si sostene­va come l’im­por­to fos­se «proibiti­vo e ingius­ti­fi­ca­to, soprat­tut­to per i res­i­den­ti nelle frazioni (Bar­bara­no, Vil­la, Cunet­tone, Ren­zano, zona sopra le 45 bis), più del 50% del­la popo­lazione, costret­ti a fare rifer­i­men­to al cen­tro stori­co per accedere a deter­mi­nati servizi: munici­pio, uffi­cio postale, far­ma­cia, banche, medico. Col risul­ta­to che, per tan­ti acquisti, si riv­ol­go­no molto spes­so ai pae­si lim­itrofi. La cit­tà dovrebbe essere vis­su­ta dai pro­pri abi­tan­ti, almeno dal lunedì al ven­erdì». Un’altra misura richi­es­ta: l’e­sen­zione dal paga­men­to del­la sos­ta nel­la fas­cia dalle 12.30 alle 14.30. Un modo di adeguar­si alle altre località.

Parole chiave: