Il Comune concederà contributi a fondo perduto a chi vuole recuperare spazi commerciali e artigianali. L’Ascom applaude: «Ma per rianimare il paese serve una promozione continua»

Restauri incentivati per ravvivare il centro

10/04/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Arrivano gli incen­tivi eco­nomi­ci. L’amministrazione comu­nale di Lona­to com­in­cia a con­cretiz­zare il prog­et­to di riv­i­tal­iz­zare il cen­tro stori­co. Per questo ha con­ces­so con­tribu­ti a fon­do per­du­to per chi vuole recu­per­are spazi com­mer­ciali e arti­gianali. In questi giorni è sta­to ulti­ma­to il rego­la­men­to comu­nale, che pre­cisa i para­metri con cui saran­no ero­gati i finanzi­a­men­ti: «Ques­ta oper­azione — spie­ga l’assessore al Com­mer­cio, Pao­lo Mar­coli — vuole ricon­seg­nare ai lonate­si un cen­tro cit­tadi­no che torni a pul­sare, con bot­teghe di servizio e quin­di anche con una fun­zione sociale per i res­i­den­ti. Non tut­ti, spe­cial­mente gli anziani, pos­sono spostar­si, pren­dere l’auto e andare nei cen­tri com­mer­ciali». Il con­trib­u­to comu­nale riguar­da inter­ven­ti di restau­ro, risana­men­to, ristrut­turazione edilizia, manuten­zione stra­or­di­nar­ia di edi­fi­ci e locali adibiti o des­ti­nati a uso com­mer­ciale o arti­gianale, nel ter­ri­to­rio comu­nale. Dunque, gli inter­ven­ti non sono des­ti­nati esclu­si­va­mente per la zona che pos­si­amo ritenere stor­i­ca, pre­sente nel capolu­o­go che nelle frazioni. Sono esclusi gli eser­cizi com­mer­ciali con super­fi­cie lor­da di pavi­men­to supe­ri­ore ai 250 metri qua­drati. Sarà il Comune a deter­minare la quo­ta disponi­bile. L’ammontare del con­trib­u­to per cias­cun inter­ven­to è comunque pari al 30 per cen­to del­la spe­sa riconosci­u­ta ammis­si­bile. Una quo­ta che può salire al 35 per cen­to nel caso di tito­lari di impre­sa indi­vid­uale, con età infe­ri­ore ai 35 anni. Il tet­to mas­si­mo di con­trib­u­to per ogni doman­da non potrà essere supe­ri­ore ai dieci mil­ioni di lire. Inoltre, qualo­ra il bud­get annuale non fos­se suf­fi­ciente a far fronte a tutte le domande, ver­rà data pri­or­ità a quegli inter­ven­ti che avran­no ottenu­to il miglior pun­teg­gio sec­on­do i cri­teri fis­sati dal rego­la­men­to. Ma chi può pre­sentare la doman­da? «I sogget­ti, le per­sone fisiche o giuridiche che eserci­tano o che inten­dono esercitare attiv­ità di com­mer­cio, di servizio arti­gianale, oppure che già eserci­tano attiv­ità di som­min­is­trazione di ali­men­ti e bevande di tipo A, purché l’attività ven­ga inizia­ta o ripresa entro sei mesi dall’assegnazione del con­trib­u­to. Altro dato richiesto è la dichiarazione dei red­di­ti», spie­ga anco­ra l’assessore Mar­coli. Il con­trib­u­to comu­nale ver­rà eroga­to solo dopo il rilas­cio del cer­ti­fi­ca­to di abit­abil­ità e dopo l’avvenuto accer­ta­men­to da parte dell’ufficio tec­ni­co comu­nale, che dovrà ver­i­fi­care la rego­lare ese­cuzione dei lavori. Va sot­to­lin­eato che, alle domande di con­trib­u­to, ver­rà attribuito un diver­so pun­teg­gio, che sarà mas­si­mo per gli inter­ven­ti entro il perimetro del cen­tro stori­co. Ser­gio Goglione, respon­s­abile del dis­tret­to del Gar­da per l’Ascom, la più grande asso­ci­azione di com­mer­cianti del­la zona, val­u­ta pos­i­ti­va­mente l’iniziativa dell’amministrazione comu­nale di Lona­to: «L’incentivo da solo si può con­sid­er­are poco più di un aper­i­ti­vo. Bisogn­erà poi pro­cedere, come ha più volte annun­ci­a­to la stes­sa ammin­is­trazione comu­nale, alla sis­temazione dell’arredo del cen­tro stori­co, del­la nuo­va . Inoltre, bisogna aumentare i parcheg­gi, che sono davvero pochi, e poten­ziare anche l’illuminazione pub­bli­ca, insuf­fi­ciente per una cit­tad­i­na come Lona­to». «Bisogn­erà anche con­cretiz­zare — con­clude Goglione — nuove inizia­tive sta­bili di pro­mozione, e non basar­si sull’occasionalità. è un grande suc­ces­so e bisogn­erà lavo­rare su ques­ta fal­sari­ga. La nos­tra asso­ci­azione è disponi­bile a col­lab­o­rare e stu­di­are idee nuove con l’assessorato al Commercio».

Parole chiave: