Toccherà all'avvocato Renato Ballardini il compito di illustrare e commentare la sentenza.

Riapertura della vecchia Ponale: le responsabilità della provincia

06/07/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Toc­cherà all’avvo­ca­to Rena­to Bal­lar­di­ni il com­pi­to di illus­trare e com­mentare la sen­ten­za 156 del 29 aprile ’99 del­la Corte cos­ti­tuzionale rel­a­ti­va a «Cir­co­lazione stradale. Insi­die occulte del­la . Respon­s­abil­ità del­la pub­bli­ca ammin­is­trazione». Il pro­nun­ci­a­men­to inter­es­sa per­chè trat­ta una mate­ria assim­i­l­abile alla vec­chia Ponale, uffi­cial­mente chiusa a pedoni e bici­clette pro­prio per­chè nes­suno è sta­to in gra­do di pre­cis­are che cosa deb­bano fare provin­cia o comune per cavar­si qualunque respon­s­abil­ità. Orga­niz­za il comune in col­lab­o­razione col comi­ta­to Gia­co­mo Cis, in atte­sa ‑a fine agos­to- del­l’in­con­tro con gli asses­sori provin­ciali Grisen­ti e Berasi.