Nel bilancio dell’Unione dei sei Comuni lo sforzo per individuare il tipo di sviluppo da favorire

Ricette per il turismo

21/03/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo
E.GR.

La Valte­n­e­si tiene molto al tur­is­mo e l’U­nione dei Comu­ni lo ha fat­to subito capire con un mes­sag­gio forte quan­do ha dato la del­e­ga al tur­is­mo al pres­i­dente Gian­car­lo Alle­gri, sin­da­co di Padenghe. Nell’ultimo con­siglio dei sei Comu­ni, 79 kmq per oltre 18 mila abi­tan­ti, si è dis­cus­so il bilan­cio, ma si è par­la­to anche molto di tur­is­mo e del­la neces­sità di salire sul treno più veloce.I Comu­ni han­no trasfer­i­to 16 servizi all’U­nione, che con un bilan­cio di 23,8 mil­ioni di euro dispone di una mag­giore capac­ità con­trat­tuale. Oltre 10 mil­ioni sono pre­visti per inves­ti­men­ti. Uno degli obi­et­tivi di Gian­lui­gi Mar­silet­ti, sin­da­co di San Felice e del­e­ga­to a ordine pub­bli­co, sicurez­za e vig­i­lan­za, è l’am­pli­a­men­to del servizio di allar­mi gesti­to dal­la Polizia del­la Valte­n­e­si. Fino­ra solo un centi­naio tra abitazioni e aziende ne fan­no uso, prossi­ma­mente vi sarà una cam­pagna per pro­muover­lo. L’U­nione ha numerosi altri obi­et­tivi, ma, come ha spec­i­fi­ca­to il suo pres­i­dente Gian­car­lo Alle­gri, «non van­no inse­gui­ti tut­ti nel breve peri­o­do. Deve crescere gra­data­mente, per non divenire un gigante dai pie­di d’argilla».Il tur­is­mo è impor­tante per la Valte­n­e­si e svilup­pare un cal­en­dario comune (676 mila euro) forse non è suf­fi­ciente. Tiziana Maffin­zoli di Polpe­nazze non lo ha nascos­to e ha pro­pos­to di svilup­pare un servizio trasporti «per spostar­si den­tro la Valte­n­e­si e per sfrut­tarne tutte le poten­zial­ità. Alberghi e campeg­gi han­no bisog­no di soluzioni mod­erne ed effi­ci­en­ti». L’U­nione è com­pos­ta da quat­tro pae­si a lago e due nel­l’en­troter­ra. «L’in­ten­to – com­men­ta Alle­gri – è di creare una pro­pos­ta tur­is­ti­ca omo­ge­nea, ma bisogna pri­ma capire che svilup­po tur­is­ti­co deve avere la zona anche in base a quel­lo che c’è sul ter­ri­to­rio. Bisogna insom­ma buttare via i vec­chi car­roz­zoni, incen­ti­vare i treni ad e salirvi». Capire lo svilup­po che più si con­fà alla Valte­n­e­si, sta­bilire le pri­or­ità e aver voglia di rischiare negli inves­ti­men­ti sono le parole gui­da. A inizio sedu­ta sono anche sta­ti comu­ni­cati i grup­pi con­sil­iari. Francesco Bol­pag­ni di Moni­ga è capogrup­po del­l’in­tera mag­gio­ran­za. Men­tre è più fram­men­ta­ta la mino­ran­za: un grup­po è com­pos­to da Oscar Schef­fler, Giu­liano Somensi­ni e Patrizia Avi­go, con quest’ul­ti­ma capogrup­po; Tiziana Maf­fiz­zoli, Clau­dio Bianchet­ti e Pao­lo Rosa han­no tut­ti scel­to di restare singoli.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti