Lunedì un’escursione guidata tra natura e storia

Ricordi della Grande guerraa spasso sul Monte Tombea

30/05/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
B.F.

Il monte Tombea e le sue trincee saran­no la meta del­l’us­ci­ta, orga­niz­za­ta lunedì 2 giug­no dal­l’As­so­ci­azione stori­co arche­o­log­i­ca del­la Riv­iera sui luoghi altog­a­rde­sani del­la Grande Guerra.L’escursione è la terza del­la serie che ne com­prende altret­tante sui mon­ti del­l’al­to Gar­da, dove la guer­ra non fu com­bat­tuta, ma dove ven­nero approntate trincee e cam­mi­na­men­ti in caso di un even­tuale riti­ra­ta delle truppe ital­iane. Mag­a­sa e la Valvesti­no appartenevano all’Im­pero Asbur­gi­co fino al 1915. Il sec­on­do giorno di guer­ra, i mil­i­tari ital­iani rag­giun­sero il Tombea, sen­za trovare gli aus­triaci, che ave­vano rip­ie­ga­to, riti­ran­dosi sul fronte (più difendibile) dell’Adamello.Segni del­la sto­ria ne sono rimasti a decine: trincee sca­v­ate nel­la roc­cia, postazioni per can­noni, i resti di un pic­co­lo for­til­izio. Lunedì c’è quin­di l’op­por­tu­nità di riv­is­itare tut­to questo. Parten­za e arri­vo sono fis­sati in local­ità Denai (m 1.271) per le 9,30. Il dis­liv­el­lo da coprire è di 679 metri, in un tem­po di per­cor­ren­za di cir­ca 5 ore.Il pri­mo trat­to di car­rarec­cia con­duce a Boc­ca di Cablone e, di là, si rag­giunge Cima Tombea (m. 1.950). Il per­cor­so è facile e si va ad inoltrar­si in stu­pen­di boschi di fag­gi, tra pareti roc­ciose e pas­coli pre­alpi­ni. Super­a­ta la Boc­ca di Cablone si pros­egue sul­la stra­da ster­ra­ta di orig­ine mil­itare, costru­i­ta durante la Grande Guer­ra, pun­tan­do a Cima Tombea. Le trincee sono pre­sen­ti in buon numero, sca­v­ate nel­la roccia.La parte­ci­pazione è gra­tui­ta, ma è meglio preno­tar­si tele­fo­nan­do entro le ore 18 dido­mani mag­gio alla Pro loco di Tremo­sine (0365 953185), o anche ai numeri 0365 954543 (Domeni­co Fava) o 0365. 643435 (Fran­co Lig­asac­chi).

Parole chiave: