Il presidente della Provincia di Brescia interpella i direttori bresciani delle Poste Italiane

Ridimensionati (verso la chiusura?) gli uffici postali di Desenzano del Garda e Toscolano Maderno

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Il piano di rior­ga­niz­zazione nazionale di prevede il ridi­men­sion­a­men­to degli uffi­ci postali, che si tradur­rà con la chiusura di defin­i­ti­va di alcu­ni uffi­ci e con l’aper­tu­ra a giorni alterni di altri.

Per la Lom­bar­dia è pre­vista la rior­ga­niz­zazione di 175 uffi­ci, di cui 15 sul ter­ri­to­rio bres­ciano: Desen­zano del Gar­da, Bagoli­no, Incu­d­ine, Ono San Pietro, Toscolano Mader­no, Pres­tine, Palaz­zo­lo Sul­l’Oglio, Bot­ti­ci­no, Leno, Maz­zano, Provaglio d’Iseo, Marcheno, Piancog­no, Vil­la Carci­na e Gar­done Val­trompia.

« Mi pre­oc­cu­pa soprat­tut­to la situ­azione nei Comu­ni delle val­li — ha dichiara­to il Pres­i­dente del­la Provin­cia, Pier Lui­gi Mot­tinel­li — dove, in caso di sop­pres­sione degli uffi­ci, a pagar­ne le con­seguen­ze saran­no uten­ti già dis­agiati per le crit­ic­ità che pre­sen­tano i ter­ri­tori mon­tani nei quali vivono. Pen­so soprat­tut­to alle cat­e­gorie più deboli, che, sen­za un uffi­cio nel paese in cui abi­tano, saran­no cer­ta­mente le più penal­iz­zate».

Per questo moti­vo, tenen­do con­to anche delle pre­oc­cu­pazioni espresse dalle orga­niz­zazioni sin­da­cali bres­ciane, il Pres­i­dente Mot­tinel­li ha scrit­to in data odier­na una let­tera ai Diret­tori delle due Fil­iali bres­ciane di Poste Ital­iane, Maria Car­la Brunori e Luisel­la Gnoc­chi, nel­la quale chiede un incon­tro urgente a Palaz­zo Bro­let­to, con l’o­bi­et­ti­vo di trovare una soluzione che ten­ga con­to del dis­a­gio al quale la comu­nità bres­ciana andrebbe incon­tro, qualo­ra il piano di ridi­men­sion­a­men­to nazionale venisse con­fer­ma­to.

Toscolano Maderno Chiesa.jpg

Parole chiave: